Tech | Articoli

Come recuperare foto e documenti dallo smartphone

6 dicembre 2018


Come recuperare foto e documenti dallo smartphone

> Tech Pubblicato il 6 dicembre 2018



Foto, video, documenti… temi di averli persi per sempre? Li hai cancellati inavvertitamente e ora sei disperato? Forse non tutto è perduto. Non è un’operazione irreversibile, con gli strumenti giusti ci si può porre rimedio. Ecco come

Hai cancellato senza volerlo dei file dal tuo iPhone o dal telefono con Android? E non avevi mai fatto neanche il backup dei dati? Niente paura, può capitare… e in questa guida ti spiegheremo passo a passo come recuperare file, foto, video e documenti dallo smartphone grazie ad applicazioni e programmi facili da usare che possono porre rimedio anche alle soluzioni che sembrano più disperate.

Ora ti starai chiedendo se serve una laurea in Ingegneria per fare il recupero dati? O starai immaginando che sia un processo lungo a uso e consumo di smanettoni e tecnici informatici? Per fortuna no, tranquillo: sono semplici applicazioni che non richiedono alcuna conoscenza avanzata. Ma prima di fare qualsiasi altra cosa ti consigliamo di effettuare un backup completo dei tuoi dati, giusto per non rischiare di perderli mentre cerchi di recuperarli, sarebbe un paradosso intollerabile, non trovi? Ricordati solo una cosa però: i sistemi ci sono ma non sono perfetti. I dati cancellati da molto tempo ad esempio, sono quasi sempre irrecuperabili, questo perché le parti di memoria su cui erano ospitati vengono occupate da altri file. Ma se riesci ad essere veloce potresti riuscire ad ottenere buoni risultati. E inoltre ci sono delle differenze, come al solito, tra terminali Android e un iPhone.

Ma passiamo alla pratica e vediamo insieme quali sono questi strumenti per andare alla ricerca delle foto perdute!

Ripristinare i file cancellati accidentalmente da Android con l’aiuto del PC

Uno dei metodi più utilizzati per recuperare dei file eliminati è ricorrere a un programma dedicato. E tra i tanti software disponibili sul Web un’ottima scelta è Recuva, soprattutto per la sua semplicità d’uso. In aggiunta, è uno dei programmi più affidabili, che in pochi minuti è capace di scansionare la memoria del tuo smartphone e recuperare tutto ciò che hai erroneamente eliminato.

Scarica il programma sul tuo PC dal sito ufficiale (http://bit.ly/2SuRHvF) cliccando su Download Free Version. Collega lo smartphone al PC tramite cavo USB e assicurati che il computer lo riconosca. Avvia Recuva e segui la configurazione guidata iniziale in cui ti verrà chiesto che tipo di file vuoi recuperare. Fatto ciò seleziona lo smartphone tra i dischi da scansionare e avvia la scansione. Semplice no? Terminata la scansione Recuva ti mostrerà i file che è in grado di recuperare. Non ti resta quindi che selezionare quelli che ti interessano e premere il tasto Recupera. Salva i file sul computer e poi spostali sul dispositivo. Il gioco è fatto.

Recuperate file da Android con DiskDigger

Vuoi recuperare i file cancellati direttamente da uno smartphone Android? Ecco un’app che fa al tuo caso: DiskDigger (http://bit.ly/2FZOKlz), un’applicazione che si installa sul telefono dal Play Store di Google e permette di recuperare file cancellati per errore dalla memoria del cellulare o dalle schede MicroSD. Ne esistono due versioni: una gratuita che ti consente di recuperare solo le foto in formato JPG e PNG e una a pagamento che ti consente di recuperare anche la musica, i documenti PDF, i file di Office, le applicazioni APK e gli archivi ZIP.

In entrambi i casi però, per funzionare correttamente sono necessari i permessi di root. Dopo che l’hai avviata e dato i permessi, clicca sul pulsante Concedi che compare al centro dello schermo, seleziona la partizione da scansionare mettendo il segno di spunta accanto alle voci relative ai tipi di file da cercare (es. foto JPG, video MP4 o documenti PDF) e dai l’OK per avviare la scansione. A scansione ultimata, per recuperare i dati trovati dall’app, metti il segno di spunta accanto alle loro anteprime e clicca sul pulsante Recover che si trova in alto a sinistra. Infine, puoi decidere dove salvare i dati recuperati: su un servizio di cloud storage, farteli inviare via email, in una cartella dello smartphone o su un server FTP.

Undeleter Recover Files & Data: recuperi al top

Tra le applicazioni Android più facili da usare, che non necessita di permessi di root come DiskDigger, c’è Undeleter Recover Files & Data, che si può scaricare dal Play Store gratuitamente (http://bit.ly/2REDAnt). È un’app in grado di cercare autonomamente all’interno del dispositivo e della scheda SD, e recuperare file, immagini, dati, chat di Whatsapp, Messenger e tutto ciò che pensavi fosse stato cestinato per sempre. Vediamo come utilizzarla in meglio.

Dopo che l’hai installata, devi scegliere da quale applicazione vuoi recuperare i dati perduti. Attenzione però: devi sapere che nella versione gratuita, l’applicazione permette di recuperare soltanto determinati tipi di file e immagini. Se hai bisogno di ritrovare file diversi devi passare alla versione Pro.

Selezionata l’area da scansionare il software penserà a tutto il resto analizzando a fondo la memoria del telefono e fornendo, infine, una lista di tutti quei file che sono stati eliminati. Ma anche qui vale lo stesso discorso: non tutti i file saranno effettivamente recuperabili, perché la memoria può essere stata sovrascritta.

Recuperare le foto con Google Foto

Se ti serve recuperare solo delle foto cancellate e utilizzi Google Foto come app per la gestione delle stesse, puoi recuperare i tuoi dati, entro 60 giorni, dal cestino della stessa app di Google. Per farlo apri l’applicazione, tappa sull’icona ad hamburger collocata in alto a sinistra e seleziona la voce Cestino dalla barra che compare di lato. Dopodiché, spunta accanto alle immagini da recuperare e clicca sull’icona della freccia per spostarli nuovamente nella galleria del tuo smartphone.

Recuperare file persi sull’iPhone

Se possiedi un iPhone puoi affidarti ad EaseUS MobiSaver (http://bit.ly/2BUNg85), il software di recupero dati gratuito per melafonini che può darti una mano a recuperare foto, contatti, video, messaggi, note, segnalibri di Safari, cronologia chiamate e altri file cancellati. È un’applicazione per Windows e Mac che consente di recuperare i file cancellati accidentalmente da iPhone e tutti gli altri dispositivi portatili, esegue una scansione diretta del device o estrapola i dati dai backup di iTunes e iCloud. Ne esistono due versioni: una gratuita senza limiti di tempo che però permette di salvare un solo file multimediale alla volta e una a pagamento.

Dopo aver scaricato e installato il file d’installazione collega il tuo iPhone al MAC usando il cavo Lightning/Dock in dotazione, avvia EaseUS MobiSaver e seleziona la fonte da cui intendi estrapolare i dati:

  • – Recover from iOS Device per eseguire una scansione diretta del dispositivo;
  • – Recover from iTunes Backup per estrarre i dati dai backup di iTunes presenti sul PC;
  • – Recover from iCloud Backup per estrapolare i file salvati nei backup di iCloud.

Per seguire clicca sul pulsante Scan collocato accanto al nome del tuo iPhone e attendi che la scansione giunga al termine. Alla fine del controllo del tuo melafonino utilizza i collegamenti per scegliere il tipo di file da recuperare:

  • – per immagini e filmati Photos/Video;
  • – per i contatti Contacts;
  • – per gli SMS Messages;
  • – per le conversazioni di WhatsApp clicca su WhatsApp; Calendar
  • – per gli eventi salvati nel calendario clicca su Calendar.

Clicca sul pulsante Recover collocato in basso a destra e seleziona la cartella in cui esportarli.

Ricorda che se sono foto da recuperare e le hai salvate all’interno dell’app Foto di iOS puoi ritrovarle nell’Album nella cartella Cancellati di recente. Entro un periodo, però, di 30 giorni.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI