Business | Articoli

Mobili usati: Ikea li ricompra

19 giugno 2018


Mobili usati: Ikea li ricompra

> Business Pubblicato il 19 giugno 2018



Ikea acquista mobili usati, dando in cambio un buono pari al 60% del prezzo originale 

Ikea ha dato vita ad un geniale esperimento: il riacquisto dei propri mobili usati. Questo progetto, che prende il nome di  “Second life“, dà – appunto – una seconda vita ai mobili usati e permette a chi vuole disfarsi dei propri mobili Ikea di poterne ricavare fino al 60% del prezzo iniziale. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste questo progetto e quali i vantaggi per chi voglia vendere o acquistare mobili usati.

Riacquisto mobili usati: come funziona

Dal 1° gennaio 2018, Ikea ha lanciato una nuova idea: riacquistare i mobili usati del proprio marchio, a patto che – ovviamente – siano in buone condizioni, ancora utilizzabili ed interamente assemblati. Dunque, chi in passato ha acquistato dei mobili Ikea e si è stancato, per qualsiasi motivo, di possederli o, più semplicemente, vuole cambiare l’arredamento della propria casa, potrà riconsegnare i mobili all’azienda. I pezzi usati verranno rivenduti in un’area apposita, a condizioni ancora più vantaggiose; in cambio della restituzione dell’usato, invece, Ikea consegnerà al cliente un buono dal valore che, a seconda dello stato del bene, potrà essere pari anche al 60% di quanto inizialmente speso.

Invece che contanti o bonifici, quindi, i clienti riceveranno un buono, un voucher da spendere nei negozi Ikea per l’acquisto di altri prodotti.

Riacquisto usato Ikea: come fare?

Le possibilità per fruire del servizio sono due. Nel primo caso è possibile portare il mobile che si intende restituire al Servizio Clienti dal lunedì al venerdì e ritirare il biglietto “Fatture e Promozioni”. Al cliente verrà fornita una valutazione dell’articolo tramite l’apposita scheda. Se il cliente accetta la valutazione del mobile, gli verrà consegnata la card Ikea con il credito da spendere.

Nel caso in cui non si intenda portare subito il mobile in negozio, è necessario stampare il modulo che si trova sul sito, compilarlo e portarlo in negozio, presso il Servizio Clienti, assieme alla fotogra a del mobile. In quella sede verrà formulata una stima del mobile. Se il cliente è d’accordo con la stima effettuata, può tornare in negozio con il mobile montato, insieme alla scheda con la stima fatta precedentemente e, se il tutto corrisponde ai requisiti richiesti, al cliente verrà consegnata la card Ikea con il credito confermato. Si ricorda in ogni caso che è discrezione di Ikea accettare o meno il mobile usato.

Riacquisto usato Ikea: requisiti richiesti

I requisiti richiesti per poter accedere al nuovo servizio di Ikea sono i seguenti:

  • essere in possesso della tessera Ikea Family;
  • il mobile da restituire deve essere Ikea;
  • il mobile deve appartenere a una delle seguenti categorie: scaffali; librerie; tavoli e sedie da cucina/soggiorno
  • il mobile deve essere montato, pulito e in buone condizioni;
  • la consegna del mobile può avvenire esclusivamente da lunedì a venerdì.

Una strategia aziendale vincente

È evidente il circolo virtuoso che, grazie a questo progetto, si ingenererà. Tutti i mobili usati acquistati nel passato, dagli armadi ai comodini, tavoli, librerie e letti usati, potranno essere riportati direttamente in negozio. E questa è un’ottima pensata per chi, ad esempio, vuole svuotare o, almeno, evitare di riempire le cantine ed i garage della propria casa. Non solo: i mobili usati saranno rivenduti a prezzi vantaggiosissimi, mentre chi ha consegnato i mobili potrà, approfittando del buono ricevuto, acquistarne di nuovi. Una strategia aziendale, quindi, per far girare l’economia mettendosi, però, anche dalla parte del consumatore.

La campagna sperimentale ideata dal colosso svedese dell’arredamento low-cost è iniziata a  gennaio 2018 nella sede di Spreitenbach, a nord ovest di Zurigo in Svizzera.Ma visto il suo successo, è stata replicata in molte altre sedi Ikea, tra cui quelle italiane

note

Autore Immagine: Pixabay.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI