Diritto e Fisco | Articoli

Spese funebri: il pagamento è accettazione tacita dell’eredità?

26 Gennaio 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 Gennaio 2019



Ho fatto la rinuncia all’eredità. Posso pagare e detrarre le spese funebri senza incorrere nei debiti di mio padre?

Le spese funebri sono considerate, per giurisprudenza conforme, pesi ereditari, cioè oneri che sorgono in conseguenza dell’apertura della successione e che, pur dovendo essere distinti dai debiti ereditari (cioè dai debiti esistenti in capo al de cuius e che si trasmettono, con il patrimonio del medesimo, a coloro che gli succedono per legge o per testamento), gravano sugli eredi per effetto dell’acquisto dell’eredità, concorrendo a costituire il passivo ereditario. 

Il fatto che le spese funebri “pesino” sull’eredità e al loro pagamento siano pertanto tenuti gli eredi, non esclude che possa provvedervi anche un terzo estraneo alla famiglia o il familiare che, come nel caso specifico, non è divenuto erede in quanto ha rinunciato all’eredità. Tant’è vero che la Cassazione ha previsto il diritto di colui che ha anticipato le spese funebri di ottenerne il rimborso dagli eredi. 

Il pagamento delle spese funebri non può quindi essere considerato come accettazione tacita dell’eredità: esso costituisce l’espressione di un dovere morale e familiare, da non poter, dunque, ricondurre all’adempimento di un debito ereditario.

Quanto alla detrazione fiscale, essa è possibile anche se chi ha sostenuto le spese non ha accettato l’eredità. Ciò che interessa al Fisco non è la qualità di colui che ha pagato le spese funebri (se erede o meno), bensì la prova documentale del pagamento. La legge stabilisce, infatti, genericamente che sono detraibili “le spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone, per importo non superiore a euro 1.550 per ciascuna di esse” (Art. 15, DPR 917/1986). 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Maria Monteleone


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA