Business | Articoli

Concorso Inps 2018: 365 posti

10 Novembre 2017 | Autore:
Concorso Inps 2018: 365 posti

Maxi concorso Inps: è stato indetto il bando per 365 posti da funzionario presso l’Inps

Data la preoccupante situazione di disoccupazione che ci troviamo a vivere nell’attuale periodo storico, l’indizione di ogni concorso viene accolta con gioia dai cittadini, i quali sperano finalmente di poter dare un senso ai numerosi anni di studi universitari. In particolare è stata da poco pubblicata la determinazione che indice il tanto atteso concorso pubblico, per titoli ed esami, per accedere ai posti di funzionario presso l’Inps. Il bando sarà oggetto di prossima pubblicazione presso la Gazzetta Ufficiale.

Concorso Inps: quanti sono i posti messi a disposizione

I posti messi a concorso sono 365 e riguardano la figura di analista di processo-consulente professionale, area C, posizione economica C1. Si segnala che la disponibilità dei posti potrebbe subire un netto ampliamento, addirittura potrebbero superare i 1000: sono, infatti, in corso presso i Ministeri competenti le relative procedure per ottenere il suddetto ampliamento.

Concorsi Inps: quali sono i requisiti richiesti

Per poter presentare domanda sono necessari, tra i vari requisiti che dovranno essere posseduti dai candidati prima della scadenza del bando di concorso a pena di esclusione, i seguenti:

  • laurea magistrale/specialistica in scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, ingegneria gestionale, scienze dell’amministrazione, giurisprudenza, teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (ovvero diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento corrispondente a una di tali lauree magistrali).
  • certificazione, in corso di validità, di conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo [1]. Ulteriori informazioni sulla certificazione sono presenti sul sito dell’Inps, dove viene precisato che la certificazione della lingua inglese sarà oggetto di specifica autodichiarazione del candidato nella domanda di partecipazione al concorso; viene, poi, specificato che ai fini della certificazione è sufficiente avere sostenuto la prova e avere ricevuto conferma dell’avvenuto conseguimento della certificazione.

Concorso Inps: entro quando presentare domanda

La domanda per accedere al concorso dovrà essere presentata entro i termini previsti dal bando, i quali decorreranno dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Concorso Inps: come presentare domanda

Per presentare domanda dovrà seguirsi l’apposita procedura informatica indicata dal bando, che  sarà rilasciata in tempo utile.

Concorso Inps: quali saranno le prove d’esame

La procedura di concorso prevede due prove scritte (una oggettiva-attitudinale e una tecnico-professionale)  nonché una prova orale.

  • La prova scritta oggettivo-attitudinale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla di carattere psicoattitudinale, logica, competenze linguistiche ed informatiche, cultura generale.
  • La prova scritta tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare che il candidato possegga le conoscenze nelle seguenti materie: bilancio, pianificazione, programmazione e controllo; contabilità pubblica, organizzazione e gestione aziendale; diritto amministrativo e costituzionale; diritto civile; diritto del lavoro e legislazione sociale; diritto penale; elementi di analisi economica; elementi di statistica e matematica attuariale; scienza delle finanze ed economia del lavoro.

Entrambe le prove sono valutate in trentesimi. Ottenere 21/30 nella prima prova consente di accedere alla seconda prova. Qualora anche per quest’ultima prova il candidato ottenga 21/30, potrà accedere alla prove orale.

  • La prova orale ha ad oggetto le medesime materie oggetto delle prove scritte.

Concorso Inps: come sono valutati i titoli

I titoli posseduti danno diritto ai seguenti punteggi (che può raggiungere al massimo 12 punti):

  • 4 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 101 a 105;
  • 8 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 106 a 110;
  • 12 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale a 110 e lode.

A tale punteggio può sommarsi il seguente (che può raggiungere al massimo 8 punti):

  • 4 punti per uno o più master di II livello inerenti alle materie: scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, ingegneria gestionale, scienze dell’amministrazione, giurisprudenza e teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica.
  • 8 punti per uno o più dottorati di ricerca inerenti alle materie appena menzionate.

A tale punteggio può sommarsi il seguente (che può raggiungere al massimo 10 punti):

  • 4 punti per una o più lauree (magistrali, specialistiche, vecchio ordinamento) nelle materie suddette, cioè: scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, ingegneria gestionale, scienze dell’amministrazione, giurisprudenza e teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica.
  • 1 punto per Ecdl (acronimo di “European Computer Driving Licence”; si tratta della patente Europea del Computer);
  • 5 punti per livello C1 inglese o livello superiore.

note

[1] Tale certificazione deve essere rilasciata da uno degli enti certificatori di cui al decreto 28 febbraio 2017, n. 118 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Autore Immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube