Diritto e Fisco | Articoli

Come sapere se un autovelox è in funzione?

18 Dicembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Dicembre 2018



Gli autovelox sono sempre attivi? Come scoprire se gli autovelox sono funzionanti o meno? Qual è la differenza tra autovelox fisso e mobile?

Sono ovunque, nei luoghi più inaspettati. Sei sempre stato bravo eppure, un giorno, a causa di un attimo di distrazione, ci sei cascato anche tu. La rabbia monta lentamente dentro di te: vorresti fare qualcosa ma ormai è troppo tardi. La frittata è fatta. E così, nei giorni successivi, starai a casa ad aspettare la funesta notizia. Ogni minimo rumore ti fa sobbalzare perché lo confondi con il campanello della porta o con il citofono. Fino a quando, dopo diverso tempo, quando te ne sei dimenticato, giunge una bella multa a ricordartelo: qual giorno avevi superato il limite di velocità. Se credevi che stessi parlando di creature diaboliche, di elfi o troll, ti sbagli: mi riferivo agli autovelox. In realtà, sono meno infidi di quanto abbia raccontato: come saprai, gli autovelox non possono comparire a sorpresa come funghi, ma devono essere debitamente segnalati agli automobilisti con apposita segnaletica. Anzi: un recente provvedimento impone che gli autovelox fissi e mobili debbano essere preannunciati da segnaletica luminosa, visibile così anche di sera. Ora, ciò che molti si chiedono è se esiste un metodo per capire se un autovelox è in funzione: ed infatti, non tutti gli impianti installati sulle strade e autostrade italiane sono realmente attivi; molti di essi potrebbero non essere funzionanti a causa di guasti. Come ti dirò nel corso di questo articolo, non c’è un modo preciso di sapere se un autovelox è funzionante o meno; tuttavia, potrei indicarti qualche dritta che potrebbe tornarti utile. Se quello che ho detto sinora ti interessa, allora ti invito a proseguire nella lettura: vedremo come sapere se un autovelox è in funzione.

Autovelox: cos’è?

Prima di vedere come sapere se un autovelox è in funzione, ti ruberò solamente un paio di minuti per spiegarti cos’è un autovelox. Immagino che già lo saprai: pertanto, sarò brevissimo. L’autovelox è quel sistema che utilizza la polizia stradale (e, più in generale, l’autorità pubblica) per verificare il rispetto dei limiti di velocità stabili dal codice della strada. Esistono diversi tipi di autovelox, i quali si affidano, per il calcolo della velocità, a tecnologie differenti. Vediamo i principali.

Autovelox fissi e mobili: cosa sono?

Per giungere a sapere se un autovelox è in funzione devo brevemente spiegarti la differenza tra i diversi tipi di autovelox. Come detto, ne esistono di diversi modelli: i più diffusi sono quelli installati ai margini della carreggiata. In apparenza sembrano delle grosse scatole, per via della forma quadrata; in realtà al loro interno si celano le fotocellule che catturano la velocità, calcolandola in base al tempo (infinitesimamente piccolo) che passa dal momento in cui viene immortalata la testa dell’auto a quello in cui viene fatta la stessa cosa con la coda. In pratica, l’autovelox calcola il tempo impiegato dall’auto per passare davanti ad esso. Se il limite è stato violato, l’apparecchio scatta automaticamente una fotografia.

A differenza degli autovelox fissi, che sono quelli di cui ti ho appena parlato, gli autovelox mobili si affidano non alle fotocellule ma al laser: per questo motivo sono anche detti telelaser. La peculiarità di tale forma di autovelox è che necessita della presenza degli agenti per il funzionamento: in pratica, mentre l’autovelox fisso “lavora da solo”, quello mobile avrà bisogno dell’aiuto dell’uomo. Differenza fondamentale per un articolo che si occupa di come sapere se un autovelox è in funzione o meno.

Come sapere se l’autovelox è attivo?

Esiste un unico metodo (piuttosto) certo per sapere se un autovelox è in funzione: quello di consultare il sito della Polizia di Stato, ove sono resi noti i tratti stradali dove sono operativi, giorno per giorno, gli strumenti di controllo della velocità. Ovviamente, questo non assicura con certezza che un autovelox è in funzione; tuttavia, poiché l’elenco è aggiornato con cadenza periodica, gli autovelox non attivi dovrebbero essere rimossi dalle indicazioni fornite agli automobilisti.

Per il resto, non esistono criteri certi per sapere se un autovelox è in funzione. Per quanto riguarda gli apparecchi fissi, cioè quelli che, di solito, usano le fotocellule, a volte è facile comprendere se essi siano attivi o meno: spesso succede che, quando non funzionanti, vengano praticamente abbandonati a loro stessi, cosicché ai margini della carreggiata saranno visibili dei tristi box malandati, talvolta nemmeno allineati alla strada. In questi casi, è molto probabile che si tratti di una “scatola vuota”, che non contiene affatto un sistema di rilevamento della velocità oppure, se lo contiene, è rotto.

Un altro modo per sapere se un autovelox è in funzione è di verificare se, superando il limite di velocità consentito, l’apparecchio scatti la foto oppure no: in caso positivo, si dovrebbe vedere un flash. Purtroppo si tratta di un metodo “tardivo”, nel senso che, se l’autovelox era funzionante, lo avremo capito a nostre spese.

Per quanto riguarda gli autovelox mobili, invece, il problema non si pone proprio: poiché funzionano solamente con l’assistenza degli agenti di polizia, se ne vedi uno a distanza “scortato” dalle forze dell’ordine, puoi stare certo che è pienamente attivo. In altre parole, il problema di sapere se un autovelox è in funzione si pone solamente per i sistemi fissi.

note

Autore immagine: Unsplash.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA