Business | Articoli

Mediazione: con la clausola contrattuale, si può scegliere l’ente

8 Ottobre 2013
Mediazione: con la clausola contrattuale, si può scegliere l’ente

Si può inserire, all’interno di un contratto, la clausola contrattuale con cui le parti si vincolano a scegliere un organismo di mediazione per le eventuali controversie. Confindustria ha presentato alcune formule-tipo per facilitare l’uso dello strumento nei conflitti con aziende e consumatori.

Oltre alla conciliazione obbligatoria, c’è quella facoltativa, ossia quella scelta liberamente dalle parti: sia in via preventiva (prima dell’emergere della controversia), sia successiva alla nascita della lite.

In particolare, le parti possono inserire, nel contratto che stanno per firmare (proprio come si fa con l’arbitrato), una clausola di mediazione. In essa esse si vincolano reciprocamente a tentare, prima di agire in tribunale, una conciliazione davanti all’organismo di mediazione: in difetto, la domanda giudiziale sarà improcedibile.

È inoltre possibile stipulare il patto anche in un momento successivo (cioè, quando la lite è già insorta) o ricorrere alla mediazione senza che ci sia alla base un patto.

È fondamentale che la clausola sia formulata correttamente e che non lasci dubbi circa l’intento delle parti perché si svolga preventivamente il procedimento di mediazione.

Peraltro, la scelta preventiva (che può essere adottata in qualsiasi materia, purché relativa a diritti disponibili) consente alle parti di scegliere da sé, preventivamente, l’organismo di mediazione al quale affidare il procedimento, stabilendo la sede anche in deroga espressa ai criteri di territorialità fissati dalla legge (diversamente, c’è l’obbligo di rivolgersi all’organismo del luogo del tribunale competente per la relativa domanda giudiziale). Una selezione preventiva dell’organismo che permette, così, di sceglierlo con accuratezza valutandone la serietà, l’esperienza, la specializzazione, i costi, le regole, i mediatori.

Pertanto, anche nelle materie oggetto di obbligatorietà legale può essere utile inserire la clausola di mediazione per evitare che nel momento dell’eventuale lite possa essere soltanto una delle parti a individuare l’organismo, fissando così – seppure indirettamente – anche le regole del procedimento.

Confindustria ha recentemente presentato una bozza delle clausole-tipo per facilitare alle imprese l’utilizzo di questo strumento.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube