Diritto e Fisco | Articoli

Le nuove tabelle 2013 del Tribunale di Milano per il danno non patrimoniale

23 Marzo 2013
Le nuove tabelle 2013 del Tribunale di Milano per il danno non patrimoniale

Ecco le nuove tabelle milanesi 2013: da 96 a 144 euro per un giorno d’inabilità assoluta: adeguati all’aumento del costo della vita anche i parametri per risarcire la perdita del rapporto parentale.

Con le nuove tabelle 2013 del tribunale di Milano cambiano le misure per la liquidazione del danno non patrimoniale.

Il via libera è venuto dall’Osservatorio sulla Giustizia civile di Milano, al termine di una recentissima riunione. Gli importi sono stati incrementati del 5,6% sui valori ricavati dalle variazioni del costo della vita fra il 2011 e il 2013.

Il danno non patrimoniale per un giorno di inabilità assoluta ammonta ora a 96 euro, che con l’aumento personalizzato possono arrivare fino a 144 (due anni fa, la forbice era tra 91 e 136 euro.

Viene riproposta la liquidazione congiunta dell’intero danno non patrimoniale “temporaneo” derivante da lesione alla persona. E per il ristoro del danno non patrimoniale “temporaneo” complessivo corrispondente a un giorno d’invalidità temporanea al 100% si continua a indicare una forbice di valori monetari, compresa appunta fra 96 e 144 euro.

Ottengono l’adeguamento anche i parametri per il ristoro del danno da perdita del rapporto parentale in favore di:

– ciascun genitore per la morte di un figlio: da 163.080 a 326.150 euro;

– figlio per la morte di un genitore: da 163.080 a 326.150 euro;

– coniuge (non separato) o del convivente sopravvissuto: da 163.080 a 326.150 euro;

– fratello per la morte di un fratello: da 23.600 a 141.620 euro;

– nonno per la morte di un nipote: da 23.600 a 141.620 euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube