Diritto e Fisco | Articoli

Bonifico online o allo sportello: quale conviene?

18 Dicembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Dicembre 2018



Comodità contro garanzia di sapere a chi si consegna il denaro: tempi, costi e modalità per trasferire i soldi via Internet oppure in contanti.

Devi trasferire dei soldi ad un parente o ad un amico per un regalo o per un prestito? Devi pagare la prestazione di un artigiano che ti ha fatto un lavoro in casa? Devi versare una tassa al Comune o allo Stato? La soluzione più comoda, ma anche a volte obbligata per lasciare traccia del pagamento, è quella del bonifico. Tuttavia, anche quando si sceglie questa via, ci sono diverse opzioni: il bonifico online o allo sportello. Quale conviene?

Istintivamente si pensa che l’unica differenza tra entrambi, cioè tra il bonifico online o allo sportello, sia solo quella della comodità. Il primo, infatti, consente di effettuare il pagamento senza muoversi da casa, utilizzando gli strumenti telematici messi a disposizione dalla banca o dalla Posta (a seconda di dove si ha il conto corrente). Il bonifico allo sportello, invece, come lo stesso nome indica, presuppone la presenza fisica di chi deve effettuarlo. Ma sei sicuro che sia l’unica differenza?

Per sapere quale conviene tra il bonifico online o allo sportello occorre considerare, ad esempio, anche i costi di entrambe le operazioni, cioè se uno è più caro dell’altro. E poi: sai se per effettuare l’uno o l’altro hai bisogno di aprire per forza un conto corrente o un libretto postale oppure puoi presentarti allo sportello con i contanti in mano e trasferirli tranquillamente al destinatario?

A questi e ad altri dubbi ti daremo le risposte in questo articolo, per aiutarti a vedere pro e contro del bonifico online o allo sportello, quale conviene e come si fa ciascuno di loro.

Bonifico: che cos’è?

La parola bonifico è entrata, ormai, nel linguaggio comune di chi deve fare, almeno una volta ogni tanto, un pagamento o un prestito ad un parente che richiede tracciabilità. Significa che quel pagamento – come richiesto in alcune circostanze – non può essere fatto consegnando a mano i contanti al destinatario ma deve lasciare una traccia della sua esistenza. Immagina all’impresa che ha realizzato a casa tua un lavoro per il quale hai diritto ad una detrazione fiscale. Oppure al fornitore che ti ha procurato il materiale per il tuo ufficio, materiale che puoi scaricare dalle spese della tua attività. O, ancora, al prestito che vuoi fare a che supera la cifra oltre la quale occorre lasciare traccia dei soldi (cioè 3.000 euro).

Il bonifico è un’alternativa all’assegno: anche questo strumento, infatti, lascia traccia di un trasferimento di denaro. Tuttavia, il bonifico risulta spesso più comodo perché consente di pagare senza incontrare il creditore personalmente, cosa che nel caso di pagamento con assegno è vivamente raccomandabile, e perché permette di inviare i soldi anche all’estero.

In buona sostanza, quindi, il bonifico è un trasferimento di soldi da chi paga (ordinante) verso il conto corrente di una persona o di una società (destinatario), sia che quest’ultimo si trovi in Italia sia che operi o abiti in un altro Paese. Ovviamente, i costi in uno o nell’altro caso saranno diversi.

Per effettuare un bonifico non occorre per forza essere titolare di un conto corrente bancario o postale: basterà fare l’operazione allo sportello con i soldi contanti in mano. Se conviene o meno, lo vedremo tra poco.

Bonifico bancario online: come si fa?

Cominciamo a vedere la procedura per fare un bonifico online, in modo da capire vantaggi e svantaggi. Puoi effettuare questa operazione da casa tua, collegandoti con un pc, un tablet o il tuo smartphone al sito della banca in cui hai il conto corrente ed aprendo l’apposito modulo. Qui dovrai inserire:

  • i dati personali dell’ordinante, cioè i tuoi: nome, cognome, residenza, numero di documento di identità o di patente;
  • i dati del destinatario dei soldi;
  • il codice Iban del destinatario, vale a dire i suoi dati bancari;
  • il codice Swift se si tratta di un bonifico bancario verso un conto estero (serve ad identificare la banca del destinatario):
  • la causale, cioè il motivo per cui viene fatto il bonifico.

Quest’ultimo aspetto è molto importante, perché aiuta in particolar modo il Fisco a capire il perché uno muove e l’altro riceve del denaro, nell’ottica della lotta al riciclaggio. Diventa fondamentale, quindi, come ti spieghiamo in questi articoli, sapere cosa scrivere nella causale di un bonifico anche in casi specifici come un giroconto, un prestito ad un amico oppure un regalo di matrimonio a tuo figlio o ad un collega di lavoro.

Una volta compilato il modulo e controllato che non ci siano degli errori,  possiamo cliccare sul tasto di invio. La banca provvederà a spedire il denaro verso il conto corrente indicato.

Bonifico bancario allo sportello: come si fa?

Il bonifico bancario allo sportello non comporta molte più complicazioni, se non quella di doversi recare nella filiale della banca più vicina con in tasca i soldi contanti da inviare.

A differenza del bonifico bancario online, quello allo sportello non richiede di essere cliente dell’istituto. Pertanto, può essere effettuato presso qualsiasi banca (ormai praticamente tutte accettano questa operazione).

Occorre sempre compilare il modulo con i dati dell’ordinante e del destinatario, dopodiché consegnare il denaro all’impiegato della banca. Se, invece, sei cliente della banca, è possibile anche effettuare il bonifico allo sportello tramite addebito sul conto corrente. Sarà l’istituto a prelevare i soldi ed a girarli sul conto del beneficiario.

Bonifico bancario online o allo sportello: quanto costa?

Se la comodità di fare le cose da casa anziché andare in banca ti ha già fatto decidere quale conviene tra il bonifico online o allo sportello, altro elemento da vedere è quello relativo ai costi.  Il bonifico online sarà sicuramente più conveniente da questo punto di vista sempre che tu abbia «trattato» con la tua banca una cifra fissa per questo tipo di operazioni. Diciamo che mediamente il costo di un bonifico online non supera i 2 euro, ma alcune banche lo fanno addirittura gratis se le condizioni del contratto lo prevedono. Più elevati i costi del bonifico online all’estero. Se la destinazione è un Paese dell’area Sepa (gli Stati membri dell’Unione europea più Liechtenstein, Islanda, Norvegia, Svizzera, Principato di Monaco e Repubblica di San Marino), possono essere richiesti dai 5 ai 12 euro. Se, invece, il beneficiario ha un conto in un Paese che non rientra nell’area Sepa, tendenzialmente l’istituto chiede fino al 10% del valore del bonifico. Significa che per trasferire in Russia (per dire) 1.000 euro, dovrai pagare fino a 100 euro di commissione.

Per quanto riguarda, invece, il bonifico allo sportello, le commissioni possono arrivare in partenza fino a 5 euro, quindi già qui sei penalizzato rispetto al bonifico online. Se chiedi un trasferimento urgente, il costo potrebbe raddoppiare. In più, le commissioni salgono ulteriormente per un bonifico all’estero: si può partire dai 20 euro in su.

Bonifico bancario online o allo sportello: i tempi

Altro aspetto che può fare la differenza per stabilire quale conviene tra il bonifico online o allo sportello: i tempi in cui vengono consegnati i soldi.

Diciamo, prima di tutto, che il bonifico online può essere fatto in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Non c’è bisogno, infatti, di avere una filiale a disposizione. Puoi farlo da casa tua alle 11 di sera o alle 6 del mattino, cioè ben dopo la chiusura e ben prima dell’apertura dello sportello bancario. Così come puoi farlo in orario di apertura ma dall’altra parte della città, senza perdere una mattinata per andare nella tua banca ad ordinare il bonifico. In questo modo puoi anche anticipare i tempi.

Con il bonifico online, il denaro finisce sul conto corrente del beneficiario:

  • il giorno dopo se ha il conto nella tua stessa banca e nella tua stessa;
  • dopo 2 giorni, se ha il conto nella stessa banca ma in un’altra filiale;
  • dopo 3 giorni, se ha il conto presso un’altra banca.

I tempi non sono molti diversi per quanto riguarda il bonifico allo sportello. Anche se ovviamente, sarai vincolato a farlo durante gli orari di apertura della banca, da lunedì a venerdì. Ad ogni modo, viene richiesto il tempo dell’elaborazione da parte della banca: di norma da 2 a 4 giorni lavorativi (quindi esclusi sabato, domenica e festivi), a seconda dell’istituto in cui ha il conto il destinatario. I soldi potrebbero essere consegnati anche il giorno dopo nel caso il beneficiario abbia il conto nella stessa banca in cui l’ordinante li ha depositati in contanti.

Bonifico postale online: come si fa?

L’alternativa al conto corrente bancario, come sappiamo, è quello aperto in Posta, da dov’è possibile effettuare un bonifico. Le scelte sono le stesse: online o allo sportello.

Per quanto riguarda il bonifico postale online ha una procedura del tutto simile a quella del bancario, cioè: ci si collega al sito di Poste Italiane, si abilita un conto corrente Bancoposta e si dispone il trasferimento del denaro verso un altro conto corrente postale (attraverso il servizio Postagiro) oppure verso un conto di una banca. In entrambi i casi occorrerà segnalare i dati dell’ordinante, del destinatario ed il codice Iban di quest’ultimo, oltre alla causale e, ovviamente, l’importo da versare.

Bonifico postale allo sportello: come si fa?

In questo caso c’è una particolarità ed è quella del vaglia postale, cioè dello strumento messo a disposizione da Poste Italiane per fare un bonifico allo sportello. Chi non possiede un conto corrente in Posta può recarsi in un qualsiasi ufficio postale, compilare il vaglia con i dati di chi spedisce e di chi deve ricevere il denaro e pagare in contanti. Il vaglia non arriva su un conto corrente ma direttamente a casa del beneficiario, il quale avrà 30 giorni di tempo per riscuotere l’importo del bonifico presso qualsiasi ufficio postale. Trascorso quel tempo, l’ordinante riceve un avviso per ritirare la somma spedita entro la fine del secondo anno successivo a quello in cui l’ha inviata. Insomma, se mando dei soldi a marzo 2019 e nessuno li riscuote entro 30 giorni, potrò ritirarli entro il 31 dicembre 2021.

Bonifico postale online o allo sportello: quanto costa?

Anche nel caso di un bonifico postale c’è una sostanziale differenza tra il costo di quello online e ciò che bisogna pagare allo sportello per un vaglia.

Nel primo caso, il costo è di 1 euro verso un conto in Italia. Nel caso del bonifico fatto da un correntista allo sportello, va pagata una commissione di 2 euro.

Per un vaglia postale, invece, i costi sono di 6 euro. Si riducono a 2,5 euro se il vaglia viene spedito online attraverso BancoPosta.

Bonifico online o allo sportello: vantaggi e svantaggi

Ti sarai già fatto un’idea di come ti conviene trasferire i tuoi soldi, cioè con un bonifico online o allo sportello. Ecco riassunti i vantaggi di ciascuna di queste scelte.

Vantaggi del bonifico online:

  • la comodità di non dover uscire di casa per effettuare il bonifico e di poterlo fare a qualsiasi ora e da qualsiasi luogo tramite Internet;
  • il risparmio di tempo in code inutili;
  • i costi più convenienti se non, addirittura, inesistenti;
  • i tempi di trasferimento più brevi.

Vantaggi del bonifico allo sportello:

  • totale sicurezza nella consegna del denaro: se la tua banca non ha adottato tutte le misure necessarie alla tutela del cliente, con il bonifico allo sportello hai la garanzia di consegnare i contanti in mano a chi si occuperà di trasferirli al destinatario. Il tutto senza rischi telematici;
  • il controllo dei dati da parte dell’impiegato della banca: se mancano dei dati o sono errati, possono essere corretti, a differenza del bonifico online.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI