Diritto e Fisco | Articoli

Agenzia Entrate e altre agenzie fiscali stanno in giudizio in proprio

12 Aprile 2013
Agenzia Entrate e altre agenzie fiscali stanno in giudizio in proprio

Piena autonomia giuridica e quindi legittimazione processuale alle Agenzie fiscali (entrate, dogane, territorio, demanio).

Tutte le agenzie fiscali hanno personalità giuridica di diritto pubblico, con autonomia amministrativa, patrimoniale organizzativa e finanziaria: pertanto sono autonomi soggetti di diritto che possono stare in giudizio in proprio nelle controversie instaurate dopo la loro costituzione a mezzo del direttore che ne ha la rappresentanza [1]. In altre parole, nelle controversie in cui vi sia (come parte resistente o ricorrente) l’Agenzia delle Entrate, l’Agenzia delle Dogane, l’Agenzia del Territorio e l’Agenzia del Demanio non deve stare in giudizio anche il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Se citato, il Ministero va dunque estromesso dalla causa.

Lo ha ribadito il Consiglio di Stato [2] in una sentenza recente.

La legge [1] – ricordano i giudici – ha previsto l’istituzione delle agenzie fiscali per la gestione delle funzioni già esercitate dai vari dipartimenti e di quelle connesse svolte da altri uffici del Ministero delle finanze. In particolare, la norma dispone che, per la gestione delle funzioni esercitate dai dipartimenti delle Entrate, delle Dogane, del Territorio e di quelle connesse svolte da altri uffici del Ministero, sono istituite le agenzie fiscali (Agenzia delle Entrate, Agenzia delle Dogane, Agenzia del Territorio e Agenzia del Demanio).

A tali agenzie sono stati trasferiti tutti i relativi rapporti giuridici, poteri e competenze. Pertanto, esse hanno anche una perfetta autonomia sul piano giuridico e possono, di conseguenza, stare in giudizio da sole, senza bisogno dell’intervento del Ministero.


note

[1] D.Lgs. n. 300 del 1999.

[2] Cons. di Stato, Sez. sent. n. 1405 del 7.03.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube