Lavoro e Concorsi | Articoli

I lavori più richiesti nel 2019

27 Dicembre 2018 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 27 Dicembre 2018



Digitale ed ecosostenibilità, sanità e cultura, Terzo settore e industria tradizionale. Che cosa cercano le aziende sul mercato occupazionale?

L’indice della disoccupazione assomiglia, come al solito, ad un’altalena: s’impenna per poi scendere e, la volta successiva, tornare su. Chi resta senza lavoro spesso si sente dire che per continuare a campare «deve reinventarsi». Mentre i ragazzi non sempre sono sicuri che la scuola o la facoltà che hanno scelto garantisca loro il pane un domani. Unire ciò che si vuole fare nella vita con ciò che la vita stessa chiede di fare non è semplice. Ma nemmeno impossibile. Occorre sicuramente guardarsi attorno con attenzione e vedere che cosa sta succedendo nel modo e verso quale direzione sta andando la nostra società. In questo modo, sarà più facile individuare i mestieri del futuro, a partire dai lavori più richiesti nel 2019, cioè nel futuro più immediato che è già oggi.

È probabile che tutti pensino ad Internet come il mondo 2.0 su cui trovare un lavoro sicuro. È vero ma solo in parte. Il web offre una miriade di possibilità, questo è innegabile. Lo abbiamo detto e spiegato più di una volta. Solo per citare uno degli articoli più recenti, ecco una guida esaustiva del direttore e fondatore de La Legge per Tutti, Angelo Greco, su come diventare un influencer. Ma, come dicevamo, dentro e fuori dal web ci sono tante altre opportunità che possono rispondere alle più moderne esigenze e a quelle che stanno per arrivare. Pensa, ad esempio, a come si sta evolvendo la società italiana da un punto di vista demografico. Una popolazione che invecchia vuol dire una popolazione che avrà sempre più bisogno di servizi di assistenza alle persone di una certa età. Ecco, dunque, quale può essere uno dei settori in cui si inquadrano i lavori più richiesti nel 2019.

A proposito di sociale: che piaccia o no, il fenomeno migratorio sta cambiando l’identità di questo Paese. È un dato di fatto ed a nulla serve voltare la testa dall’altra parte o nasconderla sotto la sabbia. Gli stranieri continueranno ad arrivare, così come gli italiani continueranno a migrare altrove per cercare – allo stesso modo di chi viene da noi – la stabilità che non trova a casa sua. La stretta dell’attuale Governo attorno ai centri che si occupano degli immigrati manderà molti di questi per strada e si porrà, inevitabilmente, il problema di che cosa fare con loro. Nel settore dell’accoglienza, dunque, possono nascere altri dei lavori più richiesti nel 2019.

Non sottovalutare nemmeno il campo ambientale. Il deterioro della Natura, che appare – purtroppo – ogni giorno più evidente, fa nascere la necessità di creare delle strutture che si occupino della tutela dell’ambiente, sia da un punto di vista di «pulizia generale» di ciò che viene indiscriminatamente abbandonato, sia da quello della creazione di nuovi prodotti a partire dal riciclo di quelli buttati via. Di esempi ce ne sono, e generano ottimi guadagni. Pertanto, anche su questo tipo di attività è possibile che ci siano alcuni dei lavori più richiesti nel 2019.

E poi ci sono i lavori di sempre che, però, sembrano svaniti nel nulla. Le aziende (secondo una recente indagine di Unioncamere e Anpal, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro) faticano a trovare tecnici in campo ingegneristico, ma anche operai specializzati, installatori, manutentori, addetti ai macchinari del tessile, ecc. Lavori che, probabilmente, non vuole fare più nessuno e che, proprio per questo, che saranno tra i più richiesti nel 2019.

Un occhio all’evoluzione sociale, dunque, e uno al mercato e alle esigenze attuali delle aziende. Ecco dove guardare per trovare l’occasione che stai cercando.

Lavori più richiesti 2019: cosa cercano le aziende

Partiamo proprio da quest’ultimo aspetto che abbiamo citato: che cosa cercano le aziende nel 2019 per aumentare la competitività e, in base a questo, quali sono i lavori più richiesti. Abbiamo citato l’indagine di Unioncamere e Anpal, due osservatori autorevoli secondo cui dal 2019 al 2023 il mercato del lavoro avrà bisogno di un numero di lavoratori compreso tra i 2,5 ed i 3,2 milioni, sia nel settore privato sia in quello pubblico. La maggior parte dovrà sostituire chi in questi anni andrà in pensione, il resto (non oltre il milione di persone) verrà chiamato ad aumentare l’organico a fronte della crescita economica prevista.

Secondo l’indagine, a trainare l’occupazione saranno due «rivoluzioni» di cui parlavamo all’inizio, cioè quella digitale (Internet, intelligenza artificiale, ecc.) e quella dell’ecosostenibilità.

I settori in cui ci saranno i lavori più richiesti dal 2019 saranno:

Scendendo ancora di più nei dettagli, dal 2019 si cercherà personale soprattutto in questi settori produttivi:

  • industria;
  • costruzioni;
  • commercio;
  • turismo;
  • trasporti;
  • servizi alle imprese;
  • sanità e istruzione;
  • pubblica amministrazione ed altri servizi alle persone.

Tutti richiederanno tecnici, operai e specialisti dovutamente formati.

Lavori più richiesti 2019: il settore digitale

Dicevamo che il settore digitale, cioè quello delle tecnologie all’avanguardia, è quello in cui si immagina che ci saranno i lavori più richiesti nel 2019. Abbiamo visto non è solo quello il comparto in cui si muovono le ricerche delle aziende ma, in effetti, sarà determinante a brevissimo termine.

Le figure che avranno maggiori opportunità di occupazione sono quelle che specializzate in:

  • analisi dei dati;
  • sicurezza informatica;
  • intelligenza artificiale;
  • analisi di mercato.

Quest’ultimo campo, in particolare, è quello in cui verranno inserite le cosiddette «nuove profession». Si parla di:

  • data scientist;
  • big data analyst;
  • cloud computing expert;
  • cyber security expert;
  • business intelligence analyst;
  • social media marketing manager;
  • artificial intelligence systems engineer.

Una cosa l’avrai capita: la conoscenza della lingua inglese (oltre a quella dell’informatica) è fondamentale. Battute a parte, se vuoi sapere in che cosa consistono esattamente queste nuove professioni ti consigliamo di leggere questa nostra guida sui lavori del futuro.

Lavori più richiesti 2019: il settore dell’ecosostenibilità

Ed eccoci all’altro settore che concentrerà buona parte dei lavori più richiesti nel 2019: quello dell’ecosostenibilità. Insieme al digitale, catalizzeranno il 30% dei nuovi occupati nel prossimo quinquennio, secondo le previsioni.

Di cosa stiamo parlando? Dei cosiddetti «green jobs», cioè dei lavori che mirano a trasformare un’azienda in una sorta di «amica dell’ambiente». Non sono per forza dei mestieri da fare «nella Natura» ma «per la Natura», cioè per abbassare il più possibile l’impatto ambientale delle industrie.

Si tratta, dunque, di formarsi per arrivare ad essere:

  • esperto di gestione dell’energia;
  • chimico verde;
  • esperto di acquisti verdi;
  • esperto di marketing ambientale;
  • installatore di impianti a basso impatto ambientale.

Le aziende cercheranno da qui fino al 2023 fino a 600mila figure come queste. Vale la pena, quindi, tenerlo in considerazione. Verrà richiesta una laurea come queste:

  • ingegneria ambientale e del territorio;
  • medicina e biologia ambientale;
  • ecomobilità.

Lavori più richiesti 2019: il settore sanitario

Tornando ad un settore, per così dire, più «tradizionale», anche quello sanitario comprende alcuni dei lavori più richiesti nel 2019. Come dicevamo, infatti, la popolazione invecchia e l’assistenza agli anziani diventa sempre più importante. Strutture pubbliche e private sono alla ricerca di ogni tipo di risorsa e, in particolare, di:

  • medici;
  • infermieri;
  • tecnici di laboratorio;
  • fisioterapisti.

In totale, circa 360mila assunzioni nei prossimi 5 anni.

Lavori più richiesti 2019: educazione e cultura

Chi pensa che studiare per fare l’insegnante sia condannarsi da soli alla disoccupazione si sbaglia. Certo, le assunzioni nelle scuole non funzionano come probabilmente gli aspiranti docenti vorrebbero ma, secondo le previsioni, anche questo sarà uno dei lavori più richiesti nel 2019 e nel prossimo quinquennio.

Insegnanti ma non solo: l’educazione e la cultura in Italia avranno bisogno anche di altre figure forse meno in vista ma altrettanto necessarie. In particolare, si cercano:

  • progettisti di corsi di formazione;
  • esperti in comunicazione e marketing dei beni culturali;
  • traduttori;
  • progettisti e organizzatori di eventi culturali.

Si parla di quasi 200mila lavoratori che potrebbero trovare sbocco in questo settore.

Lavori più richiesti 2019: il Terzo settore

Fare finta che il problema non esista o – ancor peggio – che si possa risolvere da solo equivale a vivere con due fette di salame negli occhi. Checché se ne dica, l’immigrazione non diminuirà a breve. Rimarrà, quindi, la necessità di occuparsi di chi legittimamente arriva nel nostro Paese per migliorare la propria condizione, nonostante il nuovo indirizzo che ha preso la politica dell’accoglienza in Italia abbia complicato le cose, come ti abbiamo spiegato in questo articolo.

Così come rimarrà il bisogno di assistere chi, da italiano, vive in un contesto sociale degradato, vittima di violenza in famiglia o di povertà di denaro e di spirito. Di tutti loro si occupa il Terzo settore, nel quale trovano spazio associazioni di volontariato, cooperative, organizzazioni non governative, ecc. In queste realtà è possibile trovare altri tra i lavori più richiesti nel 2019. Tra questi:

  • l’assistente sociale;
  • l’educatore professionale;
  • lo psicologo;
  • l’operatore socio-assistenziale;
  • il mediatore culturale;
  • il personale amministrativo.

In questa guida, trovi tutte le indicazioni su come lavorare nel Terzo settore.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI