Diritto e Fisco | Articoli

Come togliere dalla bolletta il costo dell’elenco del telefono

26 Dicembre 2018


Come togliere dalla bolletta il costo dell’elenco del telefono

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 Dicembre 2018



Come non farsi addebitare il corrispettivo annuo consegna elenchi telefonici. L’utente può disdire i costi per la consegna a domicilio delle Pagine Gialle, Pagine Bianche, Tutto Città.

Un tempo venivano utilizzati da chiunque avesse in casa un telefono. Le Pagine Gialle, poi divenute Pagine Bianche, erano un servizio utilissimo per reperire i contatti di amici o sconosciuti. Nell’epoca però di internet, di Facebook, dei cellulari e delle chat, delle lunghissime rubriche telefoniche memorizzate in microscopiche sim, le informazioni si reperiscono online o con il passaparola. Gli elenchi telefonici sono quindi un vecchio reliquato di un’epoca lontana. Spesso abbandonati negli androni dei palazzi, dove solerti giovani li depositano vicino alle cassette delle lettere, non vengono quasi mai ritirati dagli utenti che pur ne avrebbero diritto. I pochi che lo fanno si ritrovano poi a conservare, in casa, un oggetto utile solo a raccogliere polvere. Non tutti sanno però che questo servizio si paga. Esiste infatti una voce nella bolletta con cui viene addebitata l’attività di consegna a domicilio dell’elenco telefonico, sia che tu l’abbia richiesta o meno. La buona notizia però è che puoi evitare di pagare. Ma come si fa? Come togliere dalla bolletta il costo dell’elenco del telefono? Qui di seguito ti forniremo tutti i chiarimenti del caso.

Quanto costa il servizio di consegna dell’elenco telefonico?

Secondo le ultime stime, sono circa 20 milioni gli italiani che ricevono a casa l’elenco telefonico. Di questi però, neanche un decimo li usa più. Si tratta quasi sempre di persone anziane che non hanno accesso a internet.

Come anticipato, il servizio non è affatto gratuito, ma in pochi sanno di pagarlo con la bolletta del telefono fisso. Come puoi vedere tu stesso dall’immagine qui sotto, il cosiddetto «corrispettivo annuo consegna elenchi telefonici» è di 3,90 euro, importo sul quale viene applicata l’Iva al 22%.

In verità l’importo varia a seconda del gestore e può arrivare a un minimo di 1,50 euro a un massimo di 3,90 euro l’anno.

Tutto questo, inutile dirlo, grava sull’utente finale, sia che abbia chiesto l’elenco, sia che lo lasci nell’atrio del palazzo in attesa che l’amministratore li mandi al macero.

Se è vero però che un tempo nessuno si sognava di rinunciare all’elenco (tant’è che la spedizione rientrava nei servizi universali di pubblica utilità) ora le cose sono cambiate. Difatti, un decreto legislativo del 2012 ha escluso l’invio di questi elenchi dagli obblighi di fornitura da garantire alla collettività.

Del resto i numeri di telefono li trovi anche online: Pagine Bianche ha infatti un proprio sito internet in cui l’elenco è riprodotto fedelmente. Perché allora fare lunghe ricerche (che spesso sporcano le mani visto il tipo di inchiostro utilizzato) quando si può fare tutto semplicemente dallo smartphone?

A ciò si aggiunge il fatto che molti utenti, per non ricevere le telefonate commerciali dei call center e del telemarketing, si sono cancellati dagli elenchi o hanno intestato le utenze a un familiare convivente. Sicché oggi il servizio non è più utile come un tempo.

Così, dopo alcuni provvedimenti dell’Autorità garante della privacy, comparire sugli elenchi e soprattutto riceverli a casa non è più un obbligo, ma un servizio opzionale, quindi revocabile in qualsiasi momento.

Come disdire l’addebito per la consegna elenchi telefonici

L’aspetto più paradossale del mantenere in vita un servizio che nessuno utilizza più è che il costo non viene sostenuto dalle compagnie telefoniche ma dagli utenti: il cliente si ritrova l’addebito di circa 3,90 euro in bolletta, una volta all’anno, a sua insaputa. E magari a volte non riceve neanche l’elenco.

In questo modo i gestori raccolgono la ragguardevole cifra di 40 milioni di euro all’anno, assurda per uno strumento del genere.

Ecco allora come disdire la consegna delle Pagine Bianche e Gialle ossia come togliere dalla bolletta il corrispettivo annuo per la consegna dell’elenco telefonico.

Per cancellare la sottoscrizione bisogna contattare il servizio clienti del proprio gestore. La disdetta è gratuita e si può inoltrare in qualsiasi momento ai numeri che indichiamo.

È sempre meglio far seguire, alla telefonata, anche una diffida inviata con raccomandata a.r. o con posta elettronica certificata per ufficializzare la richiesta, in modo che, in caso di inadempimento, si abbia la prova della domanda e si possa ottenere la restituzione degli arretrati versati.

Nella raccomandata a/r va allegata copia della propria carta d’identità e codice fiscale.

Di norma, il gestore provvede al rimborso sulle fatture successive alla richiesta del cliente.

Contatti telefonici per la disdetta degli elenchi telefonici

Ogni operatore telefonico ha un proprio call center deputato a gestire le contestazioni degli abbonati. A questi numeri devi rivolgerti per togliere dalla bolletta il costo dell’elenco del telefono. Eccoli:

TIM

Sul sito, telefonando al 187, per iscritto all’indirizzo indicato in fattura, per fax al n. verde 800000187.

www.tim.it

FASTWEB

Sul sito, accedendo all’area clienti Myfastpage, inserendo le credenziali (username e password), contattando il servizio clienti.

www.fastweb.it

VODAFONE

Compilando il modulo presente sul sito web o presso i punti vendita, via posta a: Vodafone Italia Casella Postale 174 Via Jervis, 13 – 10015 – Ivrea.(TO).www.variazioni.vodafone.it

WIND TRE SPA

Compilando il modulo presente nella sezione “Moduli utili di Wind.it” e inviandolo per posta a/r alla Casella Postale 14155 ufficio postale MI 65 – 20152 Milano.

www.wind.it


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI