Moduli | Articoli

Modulo rinnovo passaporto

31 Gennaio 2019 | Autore:


> Moduli Pubblicato il 31 Gennaio 2019



Rinnovare il passaporto può sembrare difficile. In realtà l’iter è semplice così come è facile compilare il modulo per l’istanza, soprattutto dopo avere letto questo articolo.

Hai vinto una borsa di studio all’estero e devi rinnovare il passaporto prima della partenza? Vuoi andare in viaggio di nozze negli Stati Uniti ma hai smarrito il passaporto? Ti è arrivata un’inaspettata proposta lavorativa da un amico argentino e devi partire immediatamente ma hai il passaporto  scaduto? Leggi allora questo articolo perché vi troverai ogni informazione utile ed anche una guida che ti servirà per la compilazione del modulo rinnovo passaporto. Il passaporto è quel documento che consente di viaggiare all’estero, necessario anche ai fini dell’identificazione. E’ indispensabile per chi si vuole recare in un Paese che non rientra tra quelli dell’Unione Europea; in tal caso il viaggiatore ha bisogno del visto di autorizzazione che permette di entrare in determinati Stati oltre che del passaporto in corso di validità. Negli ultimi sei mesi di validità che precedono la scadenza del passaporto, questo può essere utilizzato solo per attestare l’identità di una persona ma non può autorizzarne l’espatrio e la libera circolazione. Generalmente si parla di rinnovo del passaporto scaduto ma in realtà si tratta di un nuovo rilascio e pertanto, i costi, i tempi e la documentazione da presentare per il rinnovo coincidono con quelli necessari per il rilascio del passaporto per la prima volta. Dall’entrata in vigore del passaporto elettronico, cioè dal 26.10.2006, la sua validità per chi ha 18 anni è di 10 anni. Quelli aventi validità di 5 anni, possono essere rinnovati alla scadenza, per altri 5 anni ma solo per una volta. In alcuni casi il rinnovo del passaporto può essere negato qualora il richiedente non sia in regola con il pagamento delle multe.

Quando si ha il rilascio e quando un nuovo rinnovo?

Si ha un nuovo rilascio:

  • in caso di passaporto scaduto da 10 anni;
  • in caso di smarrimento;
  • in caso di documento in scadenza entro 6 mesi.

Si ha invece, il rinnovo quando il documento è scaduto da 5 anni. In questo caso, bisogna rinnovare il passaporto per altri 5 anni e solo al termine di questi ultimi, bisogna presentare la domanda per un nuovo rilascio.

Chi può richiedere il rilascio del nuovo passaporto?

Il nuovo passaporto può essere richiesto da qualsiasi cittadino italiano. Anche i minori per potere espatriare hanno bisogno del proprio passaporto.

Infatti, dal 2009 non è più possibile iscrivere il minore sul passaporto di uno dei due genitori. Per i passaporti dei minorenni la legge ha previsto una diversa validità al fine di garantire l’aggiornamento della fotografia e l’identificazione del minore ai controlli di frontiera. Il passaporto rilasciato ad un minore da 0 a 3 anni, ha validità triennale; quello rilasciato ad un minore dai 3 ai 18 anni, ha validità quinquennale.

Solo a titolo esemplificativo si fa rilevare che per il rilascio e il rinnovo del passaporto di un minore è necessario il consenso di entrambi i genitori che va firmato davanti al Pubblico Ufficiale. Tuttavia, se uno dei due genitori non può presentarsi perché impossibilitato, può allegare una fotocopia del documento firmato in originale e una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio.

Dove richiedere il rilascio/rinnovo del nuovo passaporto

Il rilascio/rinnovo del nuovo passaporto può essere richiesto:

  • in questura. E’ questa la soluzione più rapida. E’ possibile snellire ancor più l’iter inoltrando la domanda direttamente online registrandosi sul sito della Polizia di StatoIn questo modo il richiedente può compilare tutti i campi con i suoi dati, programmare la data per la consegna dei documenti e per la rilevazione delle impronte;
  • presso l’ufficio passaporti del commissariato di pubblica sicurezza;
  • alle stazioni dei Carabinieri;
  • all’ufficio postale;
  • all’ufficio comunale.

In questi ultimi tre casi bisognerà comunque, recarsi in Questura per la rilevazione delle impronte.

La documentazione per il rilascio/rinnovo del passaporto

La documentazione richiesta per il rilascio/rinnovo del passaporto è la seguente:

  • domanda di rinnovo, con un modulo da compilare, scaricabile su www.poliziadistato.it/statics/36/modulo-per-maggiorenni-ottimizzato.pdfui.
  • n. 2 fotografie recenti, nitide e di alta qualità. La larghezza deve essere pari a 35-40 mm, devono essere inquadrate in primo piano spalle e viso, quest’ultimo deve occupare il 70% della foto;
  • copia del versamento sul c/c postale n. 67422808 intestato al ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro, di importo pari ad  € 42,50 con la seguente causale: importo per il rilascio del passaporto elettronico di 32 pagine;
  • n.1 contrassegno telematico da € 73,50, acquistabile presso i tabaccai autorizzati dallo Stato;
  • carta di identità o documento di riconoscimento valido;
  • vecchio passaporto scaduto, che va consegnato anche in caso le 32 pagine che lo compongono siano esaurite.

In caso di smarrimento del vecchio documento, va allegata la denuncia di smarrimento.

Va evidenziato che questi sono gli unici costi da pagare per la richiesta e per il rinnovo del passaporto, poiché dal 24 giugno del 2014 la tassa annuale del valore di € 40,29 è stata abolita. Oggi il contrassegno telematico va pagato solo per il primo rilascio.

Il rilascio/rinnovo di un passaporto smarrito

Nel caso in cui si fosse smarrito il passaporto da rinnovare, si dovrà presentare una copia della denuncia di smarrimento o furto rilasciata da un’autorità di pubblica sicurezza competente.

La rilevazione delle impronte digitali

Perché si possa effettuare il rilascio/rinnovo di un nuovo passaporto è necessaria la rilevazione delle impronte digitali da parte del richiedente.

Tale rilevazione può avvenire esclusivamente presso la questura e non può essere fatta il giorno stesso della consegna del documento.

Il rilascio/rinnovo del passaporto in caso di figli minori

Nel caso in cui il richiedente sia genitore di uno o più minori, insieme alla domanda di rinnovo dovrà presentare:

  • una dichiarazione con le generalità dei figli e con firma di assenso al rilascio del passaporto da parte dell’altro genitore;
  • l’autorizzazione da parte del giudice tutelare (solo in caso di figli riconosciuti solo da uno dei due genitori, oppure in caso di separazione/divorzio fra i coniugi).

I tempi per il rilascio/rinnovo del passaporto

I tempi di rilascio/rinnovo variano da un minimo di circa 1/2 giorni, fino ad un massimo di un mese, a seconda dell’Ufficio in cui è stata presentata la domanda, della grandezza del Comune servito dall’Ufficio in questione ed in base al periodo dell’anno.

Nello specifico i tempi per il rilascio/rinnovo vanno:

  • da massimo due giorni a una settimana, se la richiesta è fatta direttamente in questura in base alla grandezza del Comune;
  • da due settimane a 1 mese, se la richiesta è fatta presso gli uffici postali o in Comune in base alla grandezza del Comune e al periodo (in estate c’è più richiesta e si impiega più tempo).

Se per ragioni varie il richiedente non può ritirare il nuovo passaporto, può nominare un delegato al ritiro a condizione che sia maggiorenne e che le sue le generalità vengano indicate espressamente nella parte “annotazioni” del modulo per l’istanza.

Chi ha bisogno urgentemente del passaporto e non ha il tempo necessario per rinnovarlo, può richiedere il passaporto temporaneo, un documento di viaggio d’emergenza che viene rilasciato solamente in casi eccezionali.

Sono considerati casi di comprovata urgenza:

  • documentati viaggi improvvisi per motivi di lavoro;
  • documentato motivo sanitario;
  • documentato motivo di viaggio turistico (a tal fine si considera valido l’emissione regolare titolo di viaggio – biglietto);
  • ulteriori documentati motivi che verranno valutati dall’ufficio.

Dove si ritira il nuovo passaporto o quello rinnovato

Una volta presentata tutta la documentazione all’ufficio competente, questo invia la domanda di rinnovo alla questura.

Se la documentazione è in regola, la questura rilascia il nuovo passaporto o quello rinnovato che verrà consegnato a domicilio tramite il servizio di posta assicurata.

Nel caso in cui la richiesta di rilascio/rinnovo sia stata fatta alle poste è possibile ritirare il passaporto anche nello stesso ufficio postale.

Quando può essere negato il rilascio/rinnovo del passaporto?

Il rilascio/rinnovo del passaporto può essere negato nel caso in cui non il richiedente non sia in regola con il pagamento delle multe.

In tal caso bisognerà recarsi all’ufficio recupero crediti del tribunale che ha emesso la sentenza di condanna al pagamento della pena pecuniaria e saldare il debito oppure chiedere il nulla osta al giudice incaricato di curare l’esecuzione della sentenza.

Il modulo per il rinnovo/rilascio del passaporto

Ecco ora una guida per compilare il modulo per il rilascio/rinnovo del passaporto senza incorrere in errori e nel più breve tempo possibile.

Nella prima pagina del modulo in alto a sinistra va indicata la questura alla quale viene presentata l’istanza.

Sempre in alto a destra va inserito il numero di protocollo.

Sotto l’intitolazione “Modulo per la richiesta di passaporto per maggiorenni”, si trova l’ assunzione di responsabilità del richiedente in merito a quanto dichiarato nel modulo nel caso di dichiarazioni false o mendaci  o di esibizione di atto falso o di dati non rispondenti al vero.

Segue il riquadro che va compilato con i dati anagrafici del richiedente (cognome, nome, data di nascita, comune di nascita, provincia, sigla dello stato, residenza, provincia, sigla dello stato, via/piazza, numero civico, telefono) lo stato civile e il cognome del coniuge; va quindi, barrata la casella relativa all’eventuale conoscenza di cause ostative al rilascio del passaporto.

Il riquadro si chiude con l’indicazione di altro passaporto di cui il richiedente sia già in possesso, di cui bisogna specificare il numero, l’autorità emittente e la data di rilascio.

Accanto a questo spazio, ve n’è un altro in cui va incollata una foto del richiedente, con l’indicazione della sua statura in centimetri, il colore degli occhi (A se Azzurri, G se Grigi, M se marroni, N se Neri, V se verdi,) e il sesso (maschio o femmina).

Sotto il primo riquadro va inserita l’indicazione del Comune di domicilio se diverso dalla residenza, la via/piazza ed il numero civico.

Poi, si trovano le caselle dove il richiedente è tenuto a dichiarare se ha figli minori e eventuali situazioni familiari e di fatto (come ad esempio se è unico genitore esercente la potestà genitoriale o meno); il richiedente deve anche compilare gli spazi relativi ai dati anagrafici delle persone con le quali ha avuto i figli e più precisamente il loro cognome e nome, data e luogo di nascita, provincia, tipo di documento di riconoscimento, numero, autorità emittente, data di rilascio e firma dell’altro genitore per assenso.

Quindi, vanno barrate le caselle se la richiesta è relativa:

  • al rilascio passaporto;
  • all’applicazione del timbro bilingue;
  • al doppio passaporto; in tal caso l’istanza va documentata e motivata dal richiedente;
  • al cambio di residenza;
  • al cognome e nome del coniuge, qualora si abbia intenzione di farlo inserire nel passaporto.

Gli spazi successivi vanno compilati se si vuole delegare una terza persona per il ritiro del passaporto. Vanno quindi, inseriti i dati anagrafici del delegato (cognome, nome, data di nascita, tipo di documento identificativo, numero, autorità emittente, data di rilascio e firma del richiedente).

Il riquadro sottostante va compilato a cura dell’ufficio con la data di presentazione dell’istanza, il timbro dell’ufficio ricevente, la firma del pubblico ufficiale competente; in questo riquadro si deve anche apporre una seconda fotografia del richiedente.

Nella seconda pagina del modulo è contenuta l’informativa [1] che va datata e firmata da parte del richiedente.

Lo spazio inferiore della pagina è riservato all’ufficio; in particolare in questo spazio va incollato il contributo amministrativo e barrate le caselle relative alla documentazione che si allega alla richiesta.

Segue poi, l’indicazione del codice dell’assicurata tramite la quale il passaporto viene spedito al domicilio del richiedente, l’esito degli accertamenti, la data di spedizione e la firma del responsabile.

Sempre a cura dell’ufficio va compilato il riquadro ancora sottostante laddove va barrata la casella relativa al rilascio ovvero al rigetto o all’archiviazione od ancora alla sospensione della richiesta.

Se il passaporto viene rilasciato, bisogna indicare se si tratta di un passaporto ordinario o temporaneo, la validità temporale e territoriale dello stesso, la data e la firma del responsabile. Se invece, la richiesta viene rigettata, archiviata o sospesa, occorre indicarne il motivo; anche in questo caso bisogna apporre la data e la firma del responsabile.

In calce alla pagina va riportato il numero della assicurata delle Poste Italiane, il timbro dell’ufficio, la data e la firma dell’operatore.

Nella terza ed ultima pagina sono contenute le informazioni per la compilazione del modulo di richiesta passaporto per maggiorenni, le indicazioni generali e l’elencazione degli atti da allegare all’istanza.

GUARDA IL VIDEO


note

[1] Art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA