Diritto e Fisco | Articoli

Reso Amazon: come funziona

30 Dicembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 Dicembre 2018



Qual è la politica di reso di Amazon? Come restituire un articolo acquistato su Amazon? Quando il reso non è possibile?

Se non hai mai acquistato su Amazon, vuol dire che sei uno dei pochi rimasti non solo in Italia, ma nel mondo intero: praticamente tutti si sono serviti almeno una volta dello store americano per comprare ciò di cui avevano bisogno. Amazon, infatti, è un immenso negozio virtuale all’interno del quale puoi trovare tutto ciò che ti serve: dall’elettronica ai giocattoli, dalla musica ai libri, dagli attrezzi per lo sport a quelli da lavoro, passando per oggetti per la casa, cellulari, abbigliamento e perfino alimentari. Per potersi permettere una varietà talmente vasta di prodotti (praticamente infinita), Amazon consente di utilizzare i propri canali anche ai piccoli commercianti al dettaglio che sono presenti sul territorio con i propri negozi fisici: in altre parole, se anche tu sei un rivenditore e vuoi estendere la tua clientela, puoi decidere di pubblicizzare i tuoi prodotti sulle pagine di Amazon e di raggiungere così migliaia di persone che, altrimenti, non avrebbero conoscenza della tua attività. Ovviamente su ogni vendita effettuata Amazon tratterà qualcosa per sé. Il vero punto di forza del colosso americano, però, è l’efficienza del servizio: è difficile rimanere scontenti della merce ordinata su Amazon e, anche quando accade che vi siano dei disguidi, è messo a disposizione dei clienti un servizio a tutela del consumatore. Oltre al normale diritto di recesso esercitabile entro quattordici giorni dall’arrivo del prodotto (diritto che la legge attribuisce a tutti i consumatori che acquistino a distanza oppure al di fuori dei locali commerciali) e alla garanzia dovuta per legge, Amazon assicura una politica di reso davvero conveniente: ogni bene acquistato, anche se spedito da un rivenditore diverso che, però, si avvale di Amazon, può essere restituito entro trenta giorni. Durante il periodo natalizio, poi, il periodo valido per la restituzione della merce è ancora più lungo. Se ne vuoi sapere di più, prosegui nella lettura: ti spiegherò come funziona il reso Amazon.

Politica di reso Amazon: cos’è?

Prima di vedere il reso Amazon e come funziona, voglio solamente spiegarti cosa si intende per politica di reso. In pratica, la politica di reso fa riferimento alle condizioni di restituzione della merce previste dal rivenditore. La restituzione non deve essere necessariamente dettata dal fatto che i prodotti acquistati siano difettosi: in tale evenienza, infatti, il consumatore è comunque tutelato dalla garanzia, valida per due anni. Il reso è giustificato più che altro da un cambio di idea dell’acquirente, il quale si ritiene non soddisfatto dall’articolo perché, ad esempio, avendolo acquistato a distanza, non se lo aspettava così. Pensa all’acquisto di un abito: una volta giunto a casa, scopri che il colore non ti dona oppure che, visto sotto una certa luce, non era come pensavi. Ecco: in un caso come questo non potresti avvalerti della garanzia per vizi, poiché il prodotto non è difettoso; semplicemente, non ti piace.

Reso Amazon e recesso: qual è la differenza?

Come probabilmente già saprai, tutti gli acquisti effettuati a distanza (in internet, per corrispondenza, per telefono, ecc.) oppure al di fuori dei locali commerciali (vendita porta a porta, ed esempio) sono tutelati dal diritto di recesso. In sostanza, entro quattordici giorni dal ricevimento della merce, l’acquirente-consumatore (cioè colui che acquista per scopi non professionali) può restituire quanto acquistato senza penalità alcuna, ottenendo il rimborso della spesa sostenuta e dell’eventuale costo per la restituzione del bene. Non occorre motivare la restituzione: il recesso può anche essere ingiustificato, cioè sorretto dal mero capriccio dell’acquirente.

In cosa si differenzia il recesso dal reso, cioè dalla politica di restituzione che caratterizza le grandi catene commerciali come Amazon? In tre aspetti:

  • nel caso di recesso, è la legge che consente al consumatore di avvalersi di tale diritto, non potendo il venditore in nessun caso escluderlo; il reso, invece, è una facoltà che molti rivenditori concedono, ma non tutti. In pratica, il recesso ti spetta per legge; il reso, invece, è a discrezione dell’impresa;
  • il recesso legale prevede la restituzione totale delle spese sostenute dal consumatore, mentre il reso esclude il rimborso dei costi sostenuti per restituire la merce non gradita;
  • il recesso legale si applica solamente all’acquirente che possa essere qualificato anche consumatore, cioè come soggetto che acquista per scopi non professionali. La politica di reso, invece, si estende a tutti.

Politica di reso Amazon: come funziona?

Vediamo ora come funziona il reso Amazon. Amazon consente a tutti i suoi clienti di restituire la merce non gradita entro trenta giorni dalla sua ricezione. Solamente durante il periodo natalizio, il numero dei giorni disponibili per restituire gli articoli è aumentato: di norma, per i prodotti spediti nel periodo compreso tra il primo novembre e il 31 dicembre, la richiesta di reso potrà essere effettuata fino al 31 gennaio.

La politica di reso di Amazon permette di ottenere la restituzione del prezzo pagato per l’acquisto del prodotto che viene restituito, escluse le spese di spedizione sostenute. Queste ultime possono tuttavia essere rimborsate se si effettua il recesso legale, come spiegato nel paragrafo precedente.

Amazon: come si restituisce un articolo?

Vediamo concretamente come funziona il reso Amazon; vediamo, cioè, come si restituisce un prodotto acquistato su Amazon. Per restituire un articolo venduto e spedito da Amazon, dovrai semplicemente seguire questi passi:

  1. sul sito di Amazon, passando con il puntatore sul bottone Account, scegli la sezione I miei ordini e clicca su Restituisci o sostituisci articoli;
  2. seleziona l’articolo che vuoi restituire;
  3. scegli un’opzione dal menu Motivazione della richiesta e seleziona la quantità per ogni articolo;
  4. seleziona la tua opzione per il reso;
  5. scegli il metodo di restituzione che preferisci tra quelli disponibili e, al termine, clicca su Conferma.
  6. premi sul bottone Stampa l’etichetta e le istruzioni;
  7. segui le istruzioni riportate sull’etichetta.

Da questo momento, cioè dalla creazione dell’etichetta di reso, decorrono i trenta giorni utili per effettuare la restituzione. Le spese di restituzione degli articoli ad Amazon sono a tuo carico (a differenza del recesso legale effettuato nei primi quattordici giorni, ove tutto è a carico del venditore).

Secondo la politica di reso Amazon, i prodotti devono essere restituiti nelle stesse condizioni in cui sono stati consegnati: pertanto, non devono presentare nessun tipo di danneggiamento o di usura (a meno che il prodotto non sia giunto già in queste condizioni: in tal caso, però, potrebbe essere invocata la garanzia per i vizi).

Reso Amazon: quando non si applica?

Ti ho spiegato come funziona il reso Amazon. La politica di reso di Amazon, però, trova delle eccezioni, le stesse che valgono anche per il diritto di recesso. In altre parole, non sempre puoi restituire ciò che hai acquistato, nemmeno recedendo. In particolare, non possono essere restituiti:

  • i prodotti sono confezionati su misura o personalizzati, oppure che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente (tipo gli alimentari);
  • i beni sigillati e che non possono essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute o in caso di prodotti che risultano, dopo la consegna, inscindibilmente mescolati con altri beni,
  • le bevande alcoliche, il cui prezzo sia stato concordato al momento della conclusione del contratto di vendita;
  • i prodotti audiovisivi (es. cd, film) e software (es., videogiochi), su qualsiasi supporto, le cui confezioni siano state aperte o i relativi sigilli siano stati rimossi,
  • giornali, periodici e riviste ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni,
  • contenuti digitali (per esempio, e-Books, mp3) forniti mediante un supporto non materiale una volta iniziata l’esecuzione.

Ovviamente, l’esclusione del reso Amazon (che coincide con i casi in cui nemmeno il recesso può essere azionato) non esclude a sua volta la garanzia per i vizi del prodotto: in questo caso, il vizio va segnalato entro due mesi e si ha diritto alla riparazione o alla restituzione dell’articolo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA