Diritto e Fisco | Articoli

Al via il supermercato dei disoccupati: spesa gratis se lavori

28 Marzo 2013
Al via il supermercato dei disoccupati: spesa gratis se lavori

Volontariato per un piatto di pasta: la disoccupazione tocca cifre record e le associazioni umanitarie inventano nuove strade per dare soccorso agli italiani

Cerchi lavoro? Non hai i soldi per fare la spesa? Due necessità che potrai risolvere con un’unica mossa: chi lavorerà gratis all’interno del nuovo supermercato di Modena (l’Emporio Portobello, che inaugurerà a maggio prossimo) riceverà delle tessere e dei buoni per fare la spesa tutto l’anno.

Non è poi una trovata così innovativa, anzi! È il vecchio e caro baratto che torna in voga, così come sempre avviene nei periodi di maggiore crisi economica.

Guai a chiamarli però “lavoratori”: altrimenti i sindacati potrebbero insorgere e qualche ispettore dell’INPS o della Direzione del lavoro potrebbe elevare qualche verbale. “Volontari”, piuttosto. Che dovranno prestare la propria attività all’interno del market o del magazzino almeno una volta a settimana.

A Modena sono circa 450 i nuclei familiari in forte difficoltà e che potranno in questa iniziativa trovare un aiuto concreto.

Intanto, la Commissione Europea ha comunicato gli ultimi dati sull’occupazione. Dati agghiaccianti. A gennaio la disoccupazione giovanile ha toccato quota 38,7%. Più alta di quella portoghese e bulgara, ma inferiore solo ai dati della Grecia e della Spagna.

Altro che ripresa: il Pil italiano, alla fine del 2012, è sceso del 2,7% rispetto al 2011. Addirittura,  meglio di noi ha fatto la Spagna. Dietro l’Italia ormai c’è solo Cipro e Slovenia.

La pressione fiscale italiana è al 44,4%: secondo le stime ufficiali si tratta di un record storico.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube