Business | Articoli

Banche: è possibile farne a meno?

23 Novembre 2017
Banche: è possibile farne a meno?

In economia si può fare a meno di tutto, tuttavia il sistema italiano rimane un sistema bancocentrico

Per rispondere al quesito se è possibile fare a meno delle banche bisogna in primo luogo parlare della loro funzione nella nostra economia, funzione che non è affatto secondaria. Le banche, infatti, per la loro vocazione istituzionale sono finalizzate a mettere in contatto i risparmiatori e gli investitori. I risparmiatori affidano alle banche i loro risparmi affinché queste li tutelino e dall’altro gli imprenditori chiedono alle banche le risorse finanziarie per i loro investimenti.

Quello delle banche, dunque, è un compito molto delicato che se ben fatto produce grossi vantaggi: vantaggi per i risparmiatori e vantaggi per gli imprenditori. Le imprese, infatti, hanno bisogno del risparmio per finanziare i loro investimenti.

Così le banche hanno un ruolo fondamentale nel gioco economico, ma non sempre riescono a garantire il circolo virtuoso di cui abbiamo detto tra risparmio e investimenti. La realtà é che spesso ci sono conflitti tra banche, risparmiatori ed investitori. Le notizie degli ultimi tempi non sono affatto confortanti: tanti risparmiatori sono stati delusi dalle banche a cui avevano affidato i loro risparmi e tanti imprenditori si vedono negato l’accesso al credito.

Purtroppo questi conflitti si fanno più frequenti laddove le regole non sono scritte correttamente o non funzionano nel modo giusto. Complice il debito – pubblico e privato – le occasioni di conflitto sono notevolmente aumentate. La protagonista principale di questo squilibrio è la politica: ad essa spetta ridisegnare le regole soprattutto nei confronti dei banchieri. Pertanto non è delle banche che si può o si deve fare a meno, ma è il caos normativo e la sregolatezza che governano il sistema che vanno arginati.

Dunque, all’interrogativo se è possibile fare a meno delle banche e della finanza non si può che dare risposta negativa. Quantomeno qui e ora! L’economia reale ha ancora il suo riferimento principale nel credito bancario. L’Italia e l’Europa sono bancocentriche. Gli stati Uniti, al contrario, hanno un sistema di credito più diversificato e questa diversificazione migliora la distribuzione delle risorse abbassando i rischi. In Italia, invece, c’è un sistema economico eccessivamente bancocentrico, cioè il debito delle imprese è concentrato quasi esclusivamente nelle banche.

Ma esistono altre forme di credito alle imprese? Vanno cercate altre strade di finanziamento? Da più parti le risposte a queste domande sono sempre arrivate univoche: le imprese si devono svincolare dal solo credito delle banche e puntare al mercato dei capitali e ad altre forme di approvigionamento di capitali. Alla luce di quanto detto sembra potersi dire che – quantomeno allo stato – non si può fare a meno delle banche. Certo è che sarebbe auspicabile che l’Italia e l’Europa intera si liberassero dall’esclusivo giogo delle banche e trovassero altre strade per finanziare la loro impresa.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube