Moduli | Articoli

Modulo contratto di compravendita beni mobili tra privati

23 Gennaio 2019 | Autore:


> Moduli Pubblicato il 23 Gennaio 2019



La compravendita di beni mobili: il tipo di contratto, il suo contenuto e il modulo da adoperare tra privati.

Vuoi acquistare il computer usato del tuo amico e non sai come sottoscrivere il relativo contratto? Tuo zio ti ha proposto di comprare un mobile antico di sua proprietà e hai bisogno di un modulo contratto di compravendita beni mobili tra privati? Per il tuo lavoro di giardiniere ti occorre un tosaerba e vuoi acquistarlo di seconda mano dal tuo vicino di casa? Qui troverai un facsimile di contratto che ti sarà di aiuto per i tuoi acquisti. E’ bene però, che prima tu conosca in che cosa consiste tale contratto e qual è il suo contenuto al fine di non incorrere in errori nella sua sottoscrizione.

Contratto di compravendita di beni mobili

Per contratto di compravendita di beni mobili s’intende quello in cui una parte, detta venditore o alienante, si impegna a trasferire ad un’altra parte ovvero all’acquirente, che accetta, la proprietà di un bene mobile, entro e non oltre una certa data, dietro il pagamento di una somma di denaro.

Da ciò consegue che le parti di tale tipo di contratto sono due:

  • il venditore o alienante, che è colui che si impegna a trasferire la proprietà del bene;
  • l’acquirente o compratore, che è colui che si impegna ad acquistarlo dietro versamento del corrispettivo.

La forma del contratto di compravendita di beni mobili

Per la compravendita di beni mobili il nostro legislatore non prevede necessariamente la forma scritta essendo libera, nel senso che non sono richieste forme predeterminate ai fini della validità dell’accordo. Ne consegue che la volontà di concludere la compravendita può manifestarsi oralmente o per comportamenti concludenti.

Tuttavia, per non incorrere in spiacevoli problematiche, è consigliato ricorrere ad una scrittura privata/contratto di compravendita tra venditore ed acquirente.

La natura onerosa del contratto di compravendita di beni mobili

Il contratto di compravendita di beni mobili è un contratto a titolo oneroso, considerato che entrambe le parti ricevono un vantaggio economico, rappresentato dal pagamento di un prezzo determinato o determinabile.

La specificazione del prezzo pattuito

Proprio per questo motivo diventa essenziale riportare nel contratto di compravendita di beni mobili il prezzo pattuito per la cessione del bene oltre a specificarne le modalità di pagamento.

Differenza tra compravendita di beni mobili e permuta

Nel contratto di compravendita di beni mobili il compratore si impegna a pagare un prezzo espresso e corrisposto in quantità di moneta in cambio della consegna del bene. Pertanto, tale tipo di contratto si differenzia dalla permuta che si ha quando lo scambio ha ad oggetto esclusivamente beni, cioè cosa contro cosa.

Il contratto di compravendita con riserva di proprietà

Qualora il pagamento debba avvenire a rate, allora diventa essenziale specificare che il contratto si intende stipulato con riserva di proprietà del bene in capo la venditore fino all’integrale pagamento del corrispettivo.

Fino a quanto il compratore non avrà pagato per intero il prezzo pattuito, non potrà alienare (vendere) ad altri il bene o comunque non potrà disporne liberamente senza il consenso del venditore.

In caso di mancato pagamento, si potrà avere lo scioglimento del contratto, con la conseguenza che l’alienante potrà trattenere una certa percentuale del prezzo già riscosso a titolo di penale, salvo provare il maggior danno subito.

La specificazione del momento della consegna del bene

Nel contratto di compravendita di beni mobili è importante inoltre, precisare se la consegna del bene avviene contestualmente alla sottoscrizione oppure no.

Il Codice Civile [1] in merito stabilisce che detta consegna deve avvenire nel luogo in cui il bene si trovava al tempo delle vendita, se la parti ne sono a conoscenza oppure nel luogo in cui il venditore ha il suo domicilio.

Il contratto di compravendita di cose da trasportare

Salvo diverso accordo tra le parti, nell’ipotesi in cui il bene mobile oggetto del contratto debba essere trasportato, il venditore si libera di ogni obbligo per la consegna nel momento in cui lo affida al corriere. Le spese di trasporto in questo caso saranno a carico dell’acquirente.

Nella vendita di cose da trasportare da un luogo ad un altro, il termine per la denuncia di eventuali vizi o difetti apparenti del bene è di 8 giorni dal ricevimento. In ogni caso l’azione si prescrive nel termine annuale decorrente dalla consegna.

Le garanzie

Nel contratto di compravendita di beni mobili è sempre opportuno inserire le clausole relative ad eventuali garanzie ad iniziare da quella generale del venditore per i vizi e i difetti del bene venduto.

Si può anche specificare detta garanzia prevedendo ad esempio la restituzione del bene e il rimborso del corrispettivo già versato, nel caso in cui l’acquirente constati l’esistenza di eventuali vizi o difetti.

Pertanto, il compratore che poniamo il caso, riscontri difetti di funzionamento nel bene acquistato, è tenuto a denunciarli entro 8 giorni dalla scoperta, salvo diverso accordo tra le parti; potrà restituire il bene al venditore e avrà diritto al rimborso della somma in precedenza pagata.

Altra tipo di  garanzia che può essere inserita nel contratto di compravendita di beni mobili, è quella della vendita con riserva di gradimento.

Nel contratto si indica un termine entro il quale l’acquirente deve manifestare il proprio gradimento; se ciò non avviene o il gradimento è negativo, il contratto potrà intendersi automaticamente risolto.

Un’ulteriore garanzia è quella relativa alle vendita su campione o a prova.

Il compratore è tenuto a provare il bene acquistato entro e non oltre un termine preciso dalla consegna dovendo all’esito comunicare al venditore il suo eventuale gradimento.

Se l’acquirente è soddisfatto, il venditore sarà esonerato da ogni responsabilità per i vizi apparenti della cosa venduta.

Il modulo del contratto di compravendita di beni mobili

La scrittura privata/ contratto di compravendita di beni mobili si compone di più parti:

1) al centro del rigo ed in maiuscolo va riportata l’intitolazione:

SCRITTURA PRIVATA DI COMPRAVENDITA DI BENI MOBILI

tra:

2) segue l’indicazione delle parti, prima il venditore e a seguire l’acquirente.

Di entrambi andranno riportati i dati anagrafici (luogo e data di nascita, residenza, via/piazza, numero civico, codice fiscale) con la specificazione delle loro qualità (appunto venditore e acquirente).

3) poi, va riportata la frase “con la presente scrittura privata i signori in epigrafe stabiliscono ed accettano quanto segue:”

4) quindi, attraverso una numerazione, seguono le diverse clausole di cui si compone il contratto:

  • inizialmente quella relativa all’obbligo del trasferimento del bene mobile, oggetto della compravendita, che grava sul venditore e poi, quella di acquisto della proprietà dello stesso bene da parte dell’acquirente, dietro versamento di un corrispettivo. In questa clausola va descritto altresì, il bene oggetto della compravendita;
  • successivamente quella contenente l’indicazione del prezzo della compravendita, che va espresso in euro, con la specificazione se la somma è versata alla sottoscrizione, per cui ne viene rilasciata quietanza con la scrittura privata ovvero se il pagamento avverrà successivamente. In tal caso va indicato il termine per il pagamento. Vanno altresì, specificate le modalità di versamento della somma qualora venga versata a rate. Nel caso in  cui le parti abbiano deciso di affidare la determinazione del prezzo ad un terzo, bisognerà indicarne il nome;
  • quindi, la clausola sulle modalità di consegna del bene, se contestuale alla sottoscrizione del contratto o successiva; in questo ultimo caso va specificato il tempo della consegna (ad esempio dopo una settimana dalla sottoscrizione del contratto). Allo stesso modo vanno specificati l’indirizzo (città e via), se la consegna deve avvenire al domicilio del venditore o a quello dell’acquirente e pertanto, in questa ultima ipotesi, che il pagamento delle spese di trasporto sono a carico del compratore;
  • ancora, le clausole relative alle garanzie: quella per vizi e difetti del bene, gravante sul venditore ed eventualmente anche quella della vendita con riserva di gradimento o quella relativa alle vendita su campione o a prova;
  • segue la clausola per cui il bene viene venduto nello stato in cui si trova ed è consegnato insieme con gli accessori, le pertinenze e i frutti dal giorno della vendita, insieme ai titoli ed i documenti relativi alla proprietà e all’uso della cosa venduta;
  • poi, quella contenente la dichiarazione del venditore che il bene venduto non è gravato da garanzie o altri vincoli;
  • quindi, la clausola relativa al rinvio alle norme dettate in materia di compravendita dal Codice civile per tutto quanto non espressamente previsto nel contratto;
  • il contratto si conclude con la clausola relativa al pagamento delle spese dello stesso e di quelle accessorie, che possono essere poste a carico del compratore, del venditore o di entrambe le parti.

Il contratto va datato e firmato dal venditore e dall’acquirente.


FAC-SIMILE SCRITTURA PRIVATA DI COMPRAVENDITA DI BENE MOBILE

tra:

il sig./sig.ra (nome e cognome), nato/a (luogo di nascita), il (data di nascita), residente in (città), via…, n.., .codice fiscale n… , di seguito indicato come

VENDITORE

E

il sig./sig.ra (nome e cognome), nato/a (luogo di nascita), il (data di nascita), residente in (città), via…, n.., .codice fiscale n…, di seguito indicato come

ACQUIRENTE

Con la presente scrittura privata i signori in epigrafe indicati stabiliscono ed accettano quanto segue:

1) il sig. (nome e cognome), venditore, dichiara di trasferire ai sensi dell’art.1470 c.c., al sig. (nome e cognome), acquirente, che accetta, la proprietà del seguente bene mobile, (descrizione del bene) verso il corrispettivo di un prezzo;

2) il prezzo è pattuito dalle parti per la somma di Euro…, che (nome e cognome dell’acquirente) accetta e paga a (nome e cognome del venditore), il quale ne rilascia quietanza con la presente scrittura [oppure che (nome e cognome dell’acquirente) si obbliga a versare a (nome e cognome del venditore) nel termine di giorni … da oggi o secondo le seguenti modalità …..nel caso di pagamento a rate];

2 bis) le parti affidano la determinazione del prezzo al terzo, sig. (nome e cognome) ai sensi dell’art.1473 c.c.;

3) il bene mobile venduto è consegnato al compratore (nome e cognome), il quale, ricevendolo, ne dà atto al venditore (nome e cognome) con la presente scrittura, liberandolo da ogni sua obbligazione relativa alla consegna [oppure (nome e cognome del venditore) si obbliga a consegnare, entro …  giorni da oggi, il bene mobile venduto a (nome e cognome del compratore) il quale si recherà a ritirarlo presso il domicilio del venditore… (città, via/piazza e numero civico)];

4) se il venditore vuole che la consegna sia fatta al suo domicilio in… (città, via/piazza e numero civico) le spese di trasporto sono a suo carico;

5) il venditore garantisce il compratore dall’evizione e dai vizi del bene compravenduto;

6) il bene viene venduto nello stato in cui si trova ed è consegnato insieme con gli accessori, le pertinenze e i frutti dal giorno della vendita, insieme ai titoli ed i documenti relativi alla proprietà e all’uso della cosa venduta;

7) il venditore dichiara che il bene non è gravato da garanzie o da altri vincoli;

8) per quanto non espressamente previsto si rinvia agli artt.1470 e segg. e 1510 e segg. c.c.;

9) le spese per il presente atto e quelle accessorie sono a carico del compratore, sensi dell’art.1475 c.c. [oppure: sono a carico dei contraenti, per una metà ciascuno o ancora sono a carico del venditore].

Letto, approvato e sottoscritto

Luogo e data                                                                               Firma dei contraenti

note

[1] Art. 1510 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA