Diritto e Fisco | Articoli

La testimonianza può entrare nel processo tributario

29 Marzo 2013
La testimonianza può entrare nel processo tributario

Se c’è un riscontro obiettivo, il divieto di prova testimoniale nell’ambito del processo davanti alle Commissioni Tributarie va interpretato con elasticità.

I giudici tributari possono tenere in considerazione anche una prova testimoniale, sia pure se fornita da un parente del contribuente in giudizio, purché ci sia almeno un altro elemento di riscontro a corroborare la dichiarazione del teste.

A stabilirlo è stata ieri la Cassazione, la quale ha precisato [1] che il divieto di ingresso della prova orale nel processo tributario va interpretato con elasticità e non con assoluto rigore.

Come noto, la testimonianza, da sola, non vale come prova davanti ai giudici tributari; tuttavia – ha precisato la Corte Suprema – è sempre possibile prendere in considerazione le dichiarazioni di terzi se suffragate da elementi già acquisiti nel processo, come per esempio una documentazione scritta.


note

[1] Cass. sent. n. 7707/13. Cfr. anche Cass. sent. 11785/10 e 4269/02.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube