Business | Articoli

Quali sono i costi da sostenere per avviare una nuova attività imprenditoriale

7 Gennaio 2019


Quali sono i costi da sostenere per avviare una nuova attività imprenditoriale

> Business Pubblicato il 7 Gennaio 2019



Per avviare una nuova attività imprenditoriale è necessario essere certi di poter contare su una base di partenza che sia solida e che permetta di procedere agli investimenti che servono per mettere in piedi un’attività completa che punti al successo. Avviare un’attività significa sapere di dover affrontare costi ben precisi che riguardano la redazione di un dettagliato business plan, la costruzione degli spazi, l’assunzione del personale e le altre mille voci che sarà necessario annotare per poter cominciare a realizzare un’idea.

La prima cosa da fare, dopo aver avuto un’idea di impresa ed essere certi di volerla sviluppare, è affidarsi ad un professionista che vi aiuti nella redazione di un business plan completo, il primo documento che annovera tutte le spese che sarà necessario sostenere. È importante sottolineare che i costi e le necessità si differenzieranno in maniera sostanziale tra nord e sud. Ad esempio, il costo di un capannone in affitto a Treviso sarà molto diverso da quello di un capannone in Basilicata, qualora l’attività in questione presupponga la necessità di spazi più o meno ampi per lavorare.

Nonostante il costo importante che dovrete affrontare, la scelta più giusta per la redazione del vostro business plan è quella di affidarsi ad uno studio di consulenza finanziaria che vi saprà dotare di un business plan completo e particolareggiato.

Per avviare un’attività è necessario procedere alle operazioni di investimento, vale a dire quelle operazioni attraverso le quali si procede all’acquisto dei mezzi strumentali, delle materie prime, delle prestazioni di lavoro e dei servizi.

Il capitale va ripartito su queste necessità e si parla di immobilizzazioni, investimenti che sono destinati a durare nel tempo e suddivisi in tre macro categorie. Si parla, infatti, di:

  1. immobilizzazioni immateriali: l’impiego di mezzi finanziari che hanno un’utilità che dura nel tempo pur non trattandosi di beni. Parliamo, ad esempio, delle spese per la costituzione dell’impresa;
  2. immobilizzazioni materiali: gli investimenti fatti per i beni strumentali che hanno una utilità economica sul medio-lungo periodo e che sono, in particolare, i macchinari o le forniture per gli uffici;
  3. immobilizzazioni finanziarie: investimenti durevoli in azioni.

Nel programma, sarà necessario individuare anche il budget dedicato alle spese e agli acquisti in cui si calcola il consumo del materiale e i costi che l’azienda dovrà sostenere. Procedere a questo calcolo significa anche tenere conto della manodopera necessaria che deve essere calcolata in base al costo orario delle risorse rapportato al numero di ore previste e al numero del personale necessario. In questo modo, sarà possibile ricavare, in base alle ore annue di lavorazione stimate, il numero esatto del personale necessario.

Le voci con le quali compilare la lista dei costi da sostenere continuano e l’elenco si allunga. Sarà pertanto necessario, partendo dal budget iniziale, avviare dall’inizio un’oculata ripartizione delle spese.

Nel caso di una azienda individuale le pratiche burocratiche saranno piuttosto senne. Sarà sufficiente aprire la Partita Iva, provvedere all’iscrizione alla Camera di Commercio, all’Inps e all’Inail, e richiedere eventuali licenze necessarie.

I costi per espletare tutte pratiche per avviare un’attività do questo genere corrispondono a circa 800 euro. Invece, i costi per costituire un Srl o una SpA, per le quali bisogna redigere un atto costitutivo e richiedono la presenza di un notaio, partiranno da un minimo di 1200 euro.

Dopo aver calcolato questa parte di spese, sarà necessario dividere il capitale per i costi di gestione che comprendono gli stipendi dei dipendenti, gli affitti degli uffici, i costi di acquisto di materiale per ufficio e materie prime per avviare l’attività. A questi si aggiungono i costi delle utenze, quelle di software e computer e di macchinari, le spese amministrative e burocratiche e i costi degli oneri previdenziali che per l’Inps corrispondono ad un ammontare trimestrale di 800 euro e per l’Inail hanno invece un costo più contenuto.

Oltre al costo degli affitti più basso a cui abbiamo già accennato sopra, c’è da dire che resta un certo distacco tra i costi per aprire un’impresa al nord e quelli per aprirla al sud.

Anche i costi che abbiamo pocanzi citato sono diversi e inferiori al Sud.

Al di fuori delle utenze, dei software e dei macchinari, gli investimenti per spese amministrative e burocratiche, per la gestione del personale e per la consulenza di una società specializzata della redazione del business plan saranno inferiori al Sud.


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

2 Commenti

  1. Buon pomeriggio! Ma conviene di più una società di persone o una società di capitali? Quali sono le differenze? Spero potrete rispondermi. Grazie

    1. Stabilire, in astratto, se conviene di più una società di capitali o di persone non è possibile perché tutto dipende dalle esigenze dei soci. Di certo, le società di capitali fanno dormire sonni più tranquilli perché pongono il patrimonio personale dei soci al riparo da ogni rischio. Dall’altro lato la loro costituzione è più costosa (anche in termini di tenuta della contabilità); è spesso necessario un capitale minimo e anche il loro funzionamento è più rigido vista la necessità di gestire le assemblee secondo le maggioranze previste dal codice. Puoi scoprire le differenze tra società di persone e società di capitali nel nostro articolo https://www.laleggepertutti.it/195706_societa-di-persone-e-societa-di-capitali-quale-differenza-ce

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA