HOME Articoli

Lo sai che? Difficoltà a pagare l’affitto: se il contratto è in nero, nessuno sfratto e il canone è scontato

Lo sai che? Pubblicato il 2 aprile 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 2 aprile 2013

Prima di farsi sfrattare dal locatore è meglio verificare se ha dichiarato l’affitto: il contratto in nero dà diritto all’inquilino a pagare un canone irrisorio.

 

Se il contratto di affitto è “in nero”, cioè non è stato dichiarato al Fisco, l’inquilino può registralo autonomamente e ottenere enormi vantaggi, tra cui il diritto ad abitare l’immobile pagando un canone irrisorio.

In caso di difficoltà nel pagare l’affitto, prima di farsi sfrattare, è opportuno verificare se il proprietario di casa ha registrato e dichiarato l’affitto. Infatti, se non lo ha fatto, il locatario non può essere sfrattato (se non nei limiti che tra breve vedremo) e avrà diritto a pagare un canone di locazione super scontato.

Come accertarsi se il contratto è registrato

Il controllo sulla registrazione del contratto si può fare mediante l’accesso al Cassetto Fiscale dei Servizi Telematici dell’Agenzia delle Entrate.  Le informazioni sono visualizzate al percorso: La mia scrivania – Consultazioni – Cassetto Fiscale – Dati Patrimoniali – Atti del Registro.

Selezionando l’anno di registrazione verranno visualizzati tutti gli atti registrati in cui è parte l’utente. Per accedere al Cassetto Fiscale è sufficiente essere registrati ai Servizi Telematici dell’Agenzia delle Entrate e avere il Codice PIN (codice identificativo personale).

Se non risulta alcuna registrazione della locazione, bisogna anche poter dimostrare di pagare un affitto e di non essere semplici “ospiti“: per fare ciò è sufficiente avere delle prove come delle ricevute di pagamento, utenze intestate, bonifici, ecc.

Diritti del locatario

In questi casi, senza dover avviare una causa nei confronti del locatore, il conduttore può provvedere da solo a registrare il contratto. Egli, così facendo, usufruirà di due importantissimi benefici:

– la locazione avrà una durata automatica di quattro anni più altri quattro di rinnovo automatico, prima dei quali, quindi, non potrà essere sfrattato;

– avrà diritto a pagare un canone più basso di quello per il quale si era accordato col padrone di casa senza che quest’ultimo lo possa sfrattare o fargli causa. Infatti il conduttore può limitarsi a pagare una mensilità pari a tre volte la rendita catastale (nella maggior parte dei casi corrisponde ad un canone irrisorio).

L’Agenzia delle Entrate con una circolare [1] ha previsto, infatti, che, in caso di omessa registrazione del contratto di locazione, oppure nel caso in cui sia stato registrato un contratto di comodato fittizio, una delle parti contraenti, pur in assenza di un contratto scritto, può procedere alla formalità di registrazione.

Analogamente, nel caso in cui una delle parti intende denunciare un canone di locazione più elevato rispetto a quello indicato nel contratto già registrato, non è necessario che venga prodotto, all’ufficio dell’Agenzia, un atto scritto. È sufficiente presentare all’ufficio apposita denuncia in doppio originale, unitamente al modello 69 debitamente compilato.

Con queste nuove norme, lo Stato ritiene di riuscire a debellare il sistema assai diffuso dei contratti di affitto “in nero”.

note

[1] Circolare Agenzia delle Entrate 26/E del 1.6.2011

L’inquilino che segnala l’affitto in nero riceve una sorta di “sconto sull’affitto”, per un periodo di 4 anni + 4: egli infatti potrà continuare ad abitare l’immobile pagando però un canone ridotto, diverso da quello pattuito e senza che il proprietario di casa possa recriminare qualcosa o fargli causa. Quest’ultimo, infatti, non avendo registrato il contratto, dovrà, per forza, accettare l’importo più basso stabilito dalla legge, rinunciando al canone inizialmente concordato con il conduttore.

La legge trova applicazione sono con riferimento alle locazione ad uso abitativo. Sono pertanto esclusi gli affitti commerciali di negozi, uffici, ecc.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

8 Commenti

  1. salve vorrei sapere in caso in cui non esiste un contratto regolare perche l’appartamento in quale vivo io mio marito e nostra figlia,non puo essere registrato perche il proprietario a modificato essendo stato prima un officina in un appartamento facendo dei lavori chiaramente al nero pure quelli,che pero a noi ci ha detto che fara in breve la registrazione al cadastro e poi ci fara un contratto regolare,cosa che sono passati ormai quasi 3 anni e ancora non credo che abbia intenzione di fare qualcosa pero io pago regolarmente ogni mese l’affitto e lascio la ricevuta firmata da lui .cosa mi consigliate? ovviamente spero che non mi ditte di lasciare la casa perche abbiamo investito tanto cui dentro due mesi di lavoro senza essere pagati purtroppo pero l’affitto l’ho ha preteso dal mese entrante naturalmente e al inizio ci fecce un contratto scritto a mano x 2 anni che e pure scaduto ormai .spero buone risposte grazie

    1. Questa è una risposta automatica.
      La ringraziamo per la Sua richiesta.

      L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi a un pagina qualsiasi del nostro portale https://www.laleggepertutti.it. In calce ad ogni articolo, o subito prima della prima parola, troverà un banner con scritto: “Richiedi una consulenza”. Quindi dovrà effettuare il pagamento attraverso Paypal. Per maggiori informazioni ci telefoni o chieda l’IBAN dello Studio Associato.

      Si tratta di un’operazione molto semplice (euro 28.00 iva compresa o, per le consulenze telefoniche, 50 euro iva compresa) che ci consente così di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

  2. avevo affittato un appartamento a febbraio ho pagato l affitto fino ad agosto dopo ho bloccato il pagamento per 2 motivi il primo che devono essere fatto dei lavori come ascensore che non va da quando sono entrato cancello garage sfondato pompe non vanno il secondo motivo che non ha mai registrato il contratto e adesso mi manda una lettera per sollecito pagamento si non viene chiesto lo sfrato nei mie confronti ma e possibile sfrattarmi senza il contratto registrato

  3. Come posso sapere se il mio contratto de affitto è stato registrato.
    Non ho copia registrata dello contratto. ho a penna una copia senza firma mio affitto è 4×4 e finisce in Ottobre 2014 (4 anni)
    Ho pagato sempre corretto so sto in qualche tempi pagando o affitto per la metta non riesco a pagare il tutto di 450 euro io ho fatto un deposito de 200 300 euro. O proprietario mi chiama questa settimana e me dice che devo uscire dello appartamento se continuo cosi. como posso fare? non voglio uscire e continuo a pagare normalmente. sendo che o appartamento vale di meno pago un affitto alto per la località e altri vicino che pagano affitto dello stesse cond. con lo stesso appartamento come il mio pagano di meno tutti me dicono che io sto pagando troppo alto questo affitto. allora volevo capire se questo registro dello affitto è fatto o non e cosa posso fare non voglio problemi dopo.
    Grazie.

    1. L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi al portale https://www.laleggepertutti.it. Sul menu di sinistra troverà, sotto la voce rossa “servizi”, l’opzione “Richiedi consulenza”.
      Lo stesso risultato si può raggiungere cliccando sulla scritta, posta sopra ogni articolo, “Richiedi consulenza su questo argomento”.

      A quel punto, il sistema La guiderà nel pagamento attraverso carta di credito, Paypal o Postepay.

      Si tratta di un’operazione molto semplice e dal modico prezzo (euro 29,00 iva compresa) che ci consente di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

  4. buongiorno,
    abito in una casa in affitto e alla proprietà verso mensilmente l’importo di 630 euro. il contratto è registrato per 470 euro e la restante parte la pago in nero….. come posso procedere nei confronti della proprietà???
    grazie mille

  5. salve sono propietario di un appartamento o dei vicini stranieri che per me pagano l affitto in nero in quanto e solo 1 che lavora operaio hanno due auto e sono in quattro a vivere i 50 mq vorrei sapere se hanno un regolare contratto perchè se non e cosi vorrei denunciarli grazie per la disponibilità

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI