Diritto e Fisco | Articoli

Come vendere e acquistare casa online

28 Gennaio 2019


Come vendere e acquistare casa online

> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 Gennaio 2019



Sono sempre di più gli annunci online per vendere o acquistare una casa ma occorre prestare molta attenzione per evitare le truffe.

Gran parte della nostra esistenza passa per internet. Utilizziamo la Rete per lo studio, per il lavoro, per l’intrattenimento. La usiamo per fare ricerche, per cercare i prezzi più convenienti e le offerte migliori, per comprare biglietti aerei o per prenotare l’albergo. Non sempre, però, tutto fila liscio. Gli stessi brutti incontri che rischiamo di fare nella vita reale li possiamo fare anche dietro lo schermo di un computer e le precauzioni da prendere, sebbene un po’ diverse, restano le stesse di sempre. La presentazione di case che sono in vendita o di quelle che sono richieste si adatta molto bene alle risorse di internet. È facile trovare inserzioni corredate da descrizioni, foto o video, mappe e piantine ma per evitare truffe, a volte anche pesanti, occorre sempre accertarsi che sia tutto oro quello che luccica. Vediamo qualche suggerimento sulle tecniche e sulle precauzioni da adottare e come vendere e acquistare casa online senza problemi adottando pochi, semplici accorgimenti.

Come fare ricerche online per acquistare o vendere un immobile

Esistono online molti siti specializzati nelle offerte e richieste di case in vendita, come Casa.it, Immobiliare.it o Idealista.it, che raggruppano domanda e offerta, siti più generalisti, come e-Bay.it o Portaportese.it, portali gestiti da agenzie immobiliari o altri creati da privati espressamente per evitare le spese di intermediazione.

Esistono anche portali, come Avvisinotarili.it gestito dal Consiglio nazionale del notariato, sui quali puoi trovare gli immobili, spesso quelli all’asta, già verificati dal punto di vista delle implicazioni legali, ad esempio essi si assicurano che siano effettivamente liberi da ipoteche o che sia presente tutta la documentazione catastale richiesta.

Quando decidi di sfogliare qualsiasi sito di questa tipologia devi sempre tener presente che si tratta di inserzioni fatte per presentare un prodotto in vendita e, nella maggior parte dei casi, essi non si assumono alcuna responsabilità a proposito della veridicità e correttezza delle informazioni che i loro clienti pubblicano, perché, in effetti, i singoli portali non sempre hanno la possibilità di fare ricerche accurate. Sta a te controllare per evitare i noiosi fraintendimenti derivanti da presentazioni che possono essere non del tutto rispondenti alla situazione reale.

Vediamo quali sono le precauzioni che puoi prendere sia nel caso tu voglia acquistare una casa, sia nel caso che la tua intenzione sia di vendere quella di tua proprietà.

Precauzioni per i compratori

Quando ti accingi a fare ricerche online per cercare un immobile da acquistare devi innanzitutto osservare bene come è scritto l’annuncio. Diffida di quelli sgrammaticati, redatti in un italiano scorretto o scritti in inglese: molto spesso anche i truffatori internazionali utilizzano le traduzioni automatiche per diffondere gli annunci in ogni paese, aumentando così il proprio bacino di utenze.

Se l’annuncio che stai prendendo in considerazione ti sembra affidabile perché riporta contatti e numeri di telefono del venditore, non rinunciare comunque a qualche ricerca di approfondimento. Semplicemente inserendo i dati su un motore di ricerca potresti scoprire che si tratta di numeri inesistenti o, peggio, di numeri a pagamento. Diffida anche degli annunci privi di informazioni precise sull’immobile o, al contrario, di quelli che presentano foto troppo professionali, accattivanti e di altissima qualità.

Per essere sicuro che non si tratti di una delle foto che girano sulla rete, ma che sia in effetti un immobile reale, è sufficiente fare una ricerca per immagini su Google. Potresti scoprire che la tua casa dei sogni proviene dalle pagine di una rivista e non è certo in vendita a quel prezzo eccezionale che ha attirato la tua attenzione.

Se l’annuncio non è particolarmente dettagliato, assicurati che la descrizione non sia sommaria per evitare di presentare i particolari meno gradevoli, come la posizione geografica dell’immobile o la sua localizzazione a un piano alto privo di ascensore.

Prima di perdere tempo visitando un immobile che non corrisponde alle tue esigenze non esitare a cercare tutte le informazioni possibili nel primo colloquio telefonico.

Alcuni siti sembrano offrire gratuitamente il loro servizio iniziale di presentazione degli immobili, ma a volte ti puoi sentir fare una richiesta di denaro per una sorta di abbonamento che ti consente di ricevere in anteprima informazioni su nuovi affari adatti alle tue richieste.

Purtroppo, può capitare che le newsletter che riceverai siano piene di offerte che trovi ovunque in rete e gratuitamente. In questo caso, come sempre quando ti viene richiesto un pagamento per un servizio, fai qualche ricerca per essere certo dell’affidabilità del sito.

Se non desideri l’assistenza di un intermediario ma stai cercando un annuncio pubblicato direttamente dal proprietario dell’immobile, assicurati che quello che stai leggendo lo sia effettivamente. Prova a contattare il numero di telefono indicato e se ti risponde un intermediario, sappi che le agenzie serie si identificano sempre con il proprio marchio e non hanno alcuna necessità di evitare di comparire, al contrario si pongono in evidenza per presentare al meglio i loro servizi.

Non ti far allettare da prezzi troppo lontani da quelli medi della zona e non in linea con la tipologia di immobile. Nella maggior parte dei casi non stai per fare un grosso affare ma stai guardando un prezzo civetta, messo lì proprio per attirare la tua attenzione. Si tratta di psicologia applicata al marketing: se il prezzo ti pare molto conveniente ti verrà spontaneo prestare meno attenzione agli altri dettagli.

Precauzioni per i venditori

Anche se a una prima considerazione può sembrare che il problema delle possibili truffe riguardi solo i compratori, non è assolutamente così. Il fatto più sgradito e pericoloso che può capitare a chi vuole vendere la propria casa online è il furto d’identità. Il consiglio è di non comunicare né i tuoi dati personali né quelli dell’immobile prima di esserti assicurato della correttezza dell’operazione. Tutte queste informazioni, collegate tra loro, consentirebbero a eventuali truffatori di sfruttare la tua identità per i loro scopi. A questo proposito, nel nostro codice penale per il furto di identità digitale, ricondotto come tipologia alla sostituzione di persona [1], sono previste pene pecuniarie dai 600 ai 3.000 euro e pene detentive da 2 a 6 anni. Qui puoi trovare tutte le informazioni e i consigli sul comportamento da tenere.

Vendere un immobile online implica avere a disposizione una platea di potenziali acquirenti veramente molto ampia, considerando che molti portali immobiliari ti possono offrire anche il servizio di presentare il tuo annuncio sia sul mercato interno che su quello estero.

In tal modo, avrai molte più possibilità di vendita, ma dovrai fare attenzione a non incappare in truffe articolate come quella, ormai classica, del soldato americano. Il truffatore si fingeva un soldato americano, reduce da un conflitto internazionale, che si diceva deciso ad acquistare una casa per farne il proprio nuovo nido di pace. Sosteneva di non avere tempo per visionare l’immobile che riteneva, comunque, adattissimo a lui e con un prezzo giusto. Chiedeva, però, un anticipo in denaro per le incombenze burocratiche mentre lui si stava occupando del trasferimento internazionale del denaro. Naturalmente, al fine di rendere credibile la storia, spediva una falsa documentazione via e-mail e spariva subito dopo aver riscosso.

Se hai messo un annuncio online per vendere la tua casa e un potenziale compratore ti ha contattato per vedere l’immobile, fai sempre molta attenzione. Purtroppo in qualche occasione si sono verificati fatti spiacevoli. Pensa che, in occasione dell’incontro, tutta la tua casa verrà analizzata attentamente, anche per ciò che riguarda la sicurezza.

Inoltre, parlando del più e del meno, è semplice venire a conoscenza delle persone che vivono nell’immobile e degli orari in cui si è in casa. In questo caso ricorda che qualche piccola bugia non è così grave.

Come comportarsi quando chiedono un anticipo

Durante la fase di ricerca dell’immobile evita di accettare di versare anticipi o contributi alle spese o acconti, con qualsiasi giustificazione vengano richiesti. Uno dei casi più comuni di tentativo di truffa è quando chi vende richiede la prova della tua solidità economica con la scusa di bloccare le trattative con altri eventuali acquirenti e, magari, consiglia l’utilizzo di servizi internazionali di trasferimento di fondi, come possono essere Western Union o MoneyGram. Si potrebbe verificare la presenza, a tua insaputa, di un’autorizzazione nascosta a pagare a vista quella somma di denaro.

Se, poi, il venditore sostiene di abitare in una città lontana, di temere che tu non ti presenti all’appuntamento che state prendendo per vedere l’immobile e ti richiede il pagamento di una cauzione che ti restituirà al momento dell’incontro, ricorda che non lo conoscerai mai e che, molto probabilmente, non rivedrai più i tuoi soldi.

Non ti fidare neppure se ti propone lo scambio delle copie dei documenti. Purtroppo, quelli falsi o rubati sono più comuni di quanto tu creda: ti ricordi del furto d’identità di cui abbiamo parlato prima? Un altro argomento da tenere in considerazione è quello delle banche dati.

I generici portali immobiliari sono contenitori di annunci. Se la loro gestione non è quella di un intermediario abilitato e professionale, quando, dopo aver visto un annuncio interessante, li contatti, ti puoi sentire richiedere il versamento di una cifra per poter accedere alla loro banca dati. Innanzitutto, assicurati che l’annuncio della casa che hai visto non sia presente, come spesso accade, su altri portali e fai le solite ricerche per capire se il sito che stai utilizzando sia affidabile. Altrimenti potrebbe succederti di pagare quanto richiesto, ma di non trovare più il tuo annuncio. La giustificazione sarà che l’immobile è stato, nel frattempo, già venduto.


note

[1] Art. 494 cod. proc. pen.


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA