Diritto e Fisco | Articoli

Tempi duri per la Nutella

23 Novembre 2011 | Autore:
Tempi duri per la Nutella

Nutella condannata per etichette ingannevoli sui valori nutrizionali.

Secondo l’Alta Corte Federale di Francoforte le etichette dei barattoli di Nutella sono ingannevoli.

I giudici tedeschi hanno ritenuto che i valori nutrizionali ivi indicati siano rappresentati in modo fuorviante. Infatti, se i valori di vitamine e sali minerali sono calcolati su 15 gr. di prodotto, quelli di grassi e carboidrati, invece, sur 100 gr. (risultando, così, in una percentuale inferiore).

Un furbo calcolo per indurre a credere che la più famosa crema al mondo contenga più ingredienti benefici che calorie. Il consumatore goloso e distratto, infatti, non si accorge della diversa proporzione.

La Ferrero é stata così condannata a modificare le etichette; diversamente si vedrà piombare una multa di 250.000 euro per ogni barattolo in vendita in Germania.

Non è il primo caso in cui si punta il dito contro la colossale azienda torinese. Di recente, in Italia, alcune associazioni di consumatori hanno chiesto, all’Antitrust, la censura degli spot della Nutella (“Bontà a colazione”) e del Gran Soleil Ferrero perché, se da un lato mostrerebbero il latte fresco tra gli ingredienti utilizzati, mentre si tratta di prodotti con latte in polvere, dall’altro omettono di rappresentare ingredienti fondamentali come lo zucchero.

Inoltre, lo spot Gran Soleil induce erroneamente credere che il prodotto stimoli la digestione.




Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube