Diritto e Fisco | Articoli

Stipendi dei calciatori tassati al 75%: l’esempio della Francia

3 aprile 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 aprile 2013



Stangata sugli stipendi dei calciatori del campionato francese: i redditi superiori a 1 milione di euro annui saranno tassati al 75%.

 

D’accordo; nessuna cifra, per quanto astronomica, può fare arricciare le sopracciglia a uno sceicco. Ma forse, stavolta, Al Thani, emiro del Quatar e proprietario della squadra di calcio Paris Saint Germain, avrà pianto pensando a quanto gli costerà di tasse l’attaccante Zlatan Ibrahimovic, al quale già versa uno stipendio netto di 14 milioni di euro l’anno.

Ciò perché il governo francese ha intenzione di applicare la tassazione del 75% – già prevista per tutte le aziende che erogano retribuzioni superiori al milione di euro ai propri dipendenti – anche ai club di calcio. Lo ha appena riferito l’ufficio del primo ministro Jean-Marc Ayrault.

La precisazione si è resa necessaria perché, tempo addietro, il presidente della Federcalcio francese, Noel Le Graet, aveva dichiarato che questa imposta non sarebbe stata applicata alle squadre. Lo aveva riferito dopo un colloquio avuto col primo ministro. E invece qualcuno ci ha ripensato. Non solo, dunque, le grandi aziende saranno tassate al 75% in caso eroghino stipendi super ricchi, ma anche i club calcistici, considerati appunto vere e proprie imprese.  

 

E l’Italia, che invece spreme i redditi super poveri?

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI