Diritto e Fisco | Articoli

Università: risarcimento per lo studente che ritarda la laurea per errori di segreteria

3 Aprile 2013 | Autore:
Università: risarcimento per lo studente che ritarda la laurea per errori di segreteria

Lo studente universitario che, a causa delle inefficienze della segreteria di facoltà, subisce dei ritardi nel percorso di studio ha diritto al risarcimento del danno.

 

Il cammino di uno studente universitario può trovare ostacoli inaspettati: non solo pagine da memorizzare e professori severi, ma anche uffici di segreteria maldestri.

Ebbene, per i danni causati da dalle inefficienze amministrative, in particolare dagli sportelli di segreteria, lo studente ha diritto al risarcimento del danno.

Lo ha stabilito la Cassazione in una recente sentenza [1]. Secondo la Suprema Corte, le informazioni sbagliate rilasciate agli studenti dai dipendenti delle segreterie universitarie non possono essere catalogate come semplici errori e non sono quindi giustificabili. Pertanto il laureando che ha subito da ciò un danno deve essere adeguatamente risarcito.

Il caso

Uno studente, che aveva sospeso gli studi per otto anni, aveva chiesto alla segreteria di facoltà alcuni ragguagli circa la propria situazione amministrativa e, più nello specifico, se, nonostante il tempo trascorso, gli fossero ancora riconosciuti gli esami sostenuti molto tempo prima. La risposta affermativa offerta dal dipendente si era poi dimostrata inesatta.

La Suprema Corte ha ritenuto fondato il ricorso del laureando, atteso che le informazioni date dal pubblico dipendente sulla base della consultazione dei registri si sono rivelate errate, rendendo legittima la richiesta di risarcimento del danno. A nulla è valso all’università rilevare che le informazioni incriminate sono state comunicate allo studente oralmente e non per iscritto, quasi a volerne ridimensionare il valore in virtù della forma utilizzata. A tal proposito, la Cassazione ha precisato che non esiste alcuna norma che imponga alla pubblica amministrazione di offrire informazioni solo per iscritto. Anzi, in alcune circostanze è prassi l’utilizzo della forma orale, come nel caso dei chiarimenti forniti dallo sportello di una segreteria universitaria.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube