Diritto e Fisco | Articoli

Enel: come fare voltura?

17 Febbraio 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 Febbraio 2019



Voltura Enel: cos’è e come funziona? Cosa serve per fare una voltura? Quanto costa una voltura Enel?

I contratti di durata sono quelli che, per loro natura o per quella delle prestazioni che li caratterizzano, si protraggono nel tempo: pensa alle forniture di acqua, luce, gas e telefono presenti praticamente in ogni casa. Molto spesso li definiamo “abbonamenti”, vista la loro durata. Proprio per via di tale caratteristica, è ben possibile che, nelle more del rapporto, qualcosa cambi rispetto all’originaria stipulazione del patto: in particolare, le modifiche possono essere oggettive, se riguardano le condizioni contrattuali oppure la natura della prestazione, ovvero soggettive, quando concernono i contraenti stessi. Prendi, ad esempio, il caso della società erogatrice del servizio che venga acquisita da altra società, oppure che ceda la propria attività ad altro ente; allo stesso modo, è possibile che l’originario titolare della fornitura decida di abbandonare l’abitazione presso cui il servizio veniva fornito. In questo caso, se nessuno comunica nulla alla società, questa continuerà ad erogare il servizio e, pertanto, ad inviare le bollette che l’intestatario (o i suoi eredi, nel caso di decesso) dovranno pagare. Ebbene, nel caso in cui tu abbia acquistato o solamente preso in locazione un appartamento già dotato dei servizi essenziali (luce, gas, ecc.), dovrai provvedere ad effettuare una voltura per subentrare nel contratto del precedente intestatario. In particolare, se l’immobile è già munito di corrente elettrica, dovrai comunicare all’Enel che il nuovo titolare del contratto sei tu. Per farlo, occorre fare una voltura seguendo le indicazioni che ti fornirò. Pertanto, se anche tu ti trovi in una situazione del genere e desideri subentrare nel contratto Enel del precedente inquilino, allora ti consiglio di prenderti cinque minuti per proseguire nella lettura: ti spiegherò come fare una voltura Enel.

Voglio però precisarti, prima di andare avanti, un aspetto che non tutti sanno. dal 1° gennaio 2017 la Società del Gruppo Enel che gestisce il servizio di maggior tutela per l’energia elettrica ha cambiato il nome in Servizio Elettrico Nazionale (www.servizioelettriconazionale.it). Per questo motivo, quando si fa riferimento a SEN occorrerebbe eliminare qualsiasi riferimento a Enel. Enel Energia è invece la società del Gruppo Enel che opera nel mercato libero, con un proprio sito www.enel.it

Voltura Enel: cos’è?

La voltura Enel serve ad intestarti il contratto di fornitura già attivo e facente capo ad un soggetto (in genere, il precedente inquilino dell’immobile) che ora non usufruisce più del servizio. La voltura mette in regola i dati contrattuali e, soprattutto, ti consente di beneficiare del contratto già attivo, alle medesime condizioni, con notevole risparmio di tempo. Per effettuare una voltura Enel nel caso in cui tale contratto sia ancora attivo ti basta seguire le indicazioni che troverai nei prossimi paragrafi.

Voltura Enel: cosa serve?

Per fare una voltura Enel devi innanzitutto reperire le seguenti informazioni:

  • numero cliente, che puoi trovare in prima pagina, in alto a sinistra, sotto i dati fornitura sulla bolletta del precedente intestatario del contratto. Se non riesci a reperire alcuna bolletta, puoi rintracciare il numero cliente direttamente sul contatore elettronico, premendo il pulsante del display tante volte fino a quando non ti uscirà il numero che desideri;
  • per i contratti ad uso domestico, un titolo abitativo che attesti la proprietà o il regolare possesso dell’immobile per il quale si richiede la fornitura di energia elettrica (ad esempio, il contratto di locazione);
  • le tue generalità, compreso l’indirizzo di recapito ove inviare le bollette, se diverso da quello dell’abitazione/locale da allacciare;
  • uso della fornitura nel caso di contratto per usi diversi da abitazione;
  • indirizzo di recapito del cliente precedente, per inviare la bolletta di chiusura conto;
  • eventuali coordinate del conto corrente bancario/postale (nominativo e codice fiscale dell’intestatario del conto e codice iban).

Voltura Enel: come funziona?

Una volta in possesso di questi dati (che dovrai inserire, come ti dirò di qui ad un istante, nell’apposito modulo), potrai attivarti per effettuare una voltura Enel. La prima cosa da fare è contattare l’Enel (oggi Servizio Elettrico Nazionale); per fare ciò, puoi seguire due possibili strade:

  • chiamare il numero verde 800 900 800;
  • registrarti sul sito internet istituzionale dell’Enel, accedere all’area clienti e cliccare su Voltura.

Solamente dopo aver compiuto questa operazione, il servizio elettrico nazionale ti invierà il modulo, da compilare inserendo le indicazioni fornite nel paragrafo precedente, necessario per fare una voltura Enel.

Voltura Enel: quanto costa?

A differenza del subentro nel contratto in caso di decesso del precedente titolare, fare una voltura Enel ha un costo complessivo che si aggira intorno ai 77 euro, così ripartiti:

  • 26,13 euro + iva per oneri amministrativi;
  • 23,00 euro + iva come contributo fisso;
  • 16 euro di imposta di bollo.

Inoltre, se non si opta per la domiciliazione bancaria o postale, l’Enel chiede anche un deposito cauzionale (da restituire alla cessazione del contratto) pari a 11,50 euro e Kw di potenza.

Voltura Enel energia: come funziona?

Effettuare una voltura Enel energia comporta praticamente gli stessi adempimenti, solamente che, anziché contattare il numero verde 800 900 800, dovrai telefonare al numero 800 900 860, ovvero registrarti sul sito istituzionale di Enel energia. In alternativa, è sempre possibile recarsi presso un centro autorizzato Enel energia.

note

Autore immagine: 


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

4 Commenti

  1. Come posso pagare meno luce? Potete aiutarmi? Ci sono agevolazioni per chi non vive nell’oro? Vi ringrazio. Vi seguo sempre

    1. Buongiorno Lina. Leggi la nostra guida alle agevolazioni che alleggeriscono le bollette di acqua, luce e gas https://www.laleggepertutti.it/266629_pagare-meno-luce-acqua-gas Devi sapere che lo Stato accorre in aiuto di coloro che si trovano in condizioni di disagio economico ed ha pensato di intervenire attraverso alcune agevolazioni che riguardano la riduzione delle bollette sulle utenze delle forniture primarie domestiche. Nel nostro articolo ti spiegheremo come fare domanda di agevolazione; quali sono i documenti da allegare alla domanda di bonus; come e dove trovare i documenti per la richiesta; come calcolare l’Isee; dove puoi trovare i moduli per le agevolazioni; come funzionano il Bonus elettrico, bonus gas, bonus acqua.

  2. Molto interessante questo articolo, complimenti e grazie per i consigli! se solo fosse vero che si può risparmaire con le vulture di enel sarebbe bellissimo! io ho avuto brutte esperienze con loro, stessa cosa con hera che mi faceva prendere le ferie per aspettare i tecnici e poi non si presentavano mai a farmi la vultura, o eni che più di una volta mi ha mandato conguagli assurdi, anche iren male male con un servizio clienti pessimo. ho finalmente trovato la pace con edison che ha anche delle offerte molto interessanti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA