Tech | Articoli

Come creare foto 3D

24 Febbraio 2019


Come creare foto 3D

> Tech Pubblicato il 24 Febbraio 2019



Tutte le indicazioni su come trasformare un selfie in un’immagine 3D: dai software più professionali alle varianti più scherzose e giocose, modellare il tuo volto non è mai stato così facile.

Il progresso della tecnologia e la diffusione sempre più ampia di social network come Facebook e Instagram negli ultimi tempi hanno dato una spinta decisiva all’industria fotografica, portando sul mercato fotocamere di altissime qualità a prezzi relativamente bassi e rendendo persino i nostri smartphone delle macchine fotografiche di discreta qualità. Questi sensibili miglioramenti sul versante della fotografia sono poi stati integrati da notevoli sviluppi software, che hanno aumentato la diffusione e la semplicità di utilizzo di programmi e app per il fotoritocco. In questa guida ci concentriamo su un’operazione che fino a qualche anno fa sarebbe stata fattibile solo con mezzi professionali, ma che oggi risulta invece molto più semplice di quanto si possa pensare, ovvero come trasformare un selfie in un’immagine 3D. La diffusione delle camere frontali negli smartphone ha reso sempre più semplice e popolare quello che fino a qualche anno fa chiamavamo autoscatto. Questa piccola operazione può però fungere da modello per una vera e propria immagine tridimensionale, con la quale vedere il volto nostro e quello dei nostri cari in maniera sorprendentemente realistica. Ma come fare? Esistono diverse alternative fra cui scegliere, che analizziamo nel dettaglio di seguito.

Come trasformare un selfie in un’immagine 3D: il servizio online della University of Nottingham

La prestigiosa università di Nottingham ha messo a punto un potente tool in grado di generare in maniera del tutto autonoma un’immagine tridimensionale, basandosi su una semplicissima foto frontale, come appunto un selfie. I ricercatori di questo istituto hanno però fatto ancora di più, rendendo questo servizio totalmente gratuito e liberamente utilizzabile online. Per cominciare, collegati con il tuo browser preferito al sito. Noterai che l’impaginazione è austera e leggermente vetusta, ma non preoccuparti: a dispetto delle apparenze, il tool è perfettamente funzionante e al passo coi tempi!

Se prima di utilizzare una tua foto vuoi testare il funzionamento del servizio, ti basta cliccare su uno dei tanti volti che vedi nella parte bassa dello schermo, esattamente sotto alla scritta Try an example face. Una volta selezionato il viso a te più congeniale, verrai condotto in una schermata in cui vedrai l’anteprima dell’immagine tridimensionale finale. Posizionati sulla foto, tieni premuto il tasto sinistro del mouse e sbizzarrisciti muovendo il puntatore in ogni direzione, in modo da toccare con mano i sorprendenti risultati raggiungibili con questo tool.

Puoi anche muovere il cursore sulla barra chiamata Z translate per avvicinare o allontanare il viso dal resto del corpo e verificare le conseguenti differenze nella manipolazione dell’immagine. Se sei soddisfatto del risultato e desideri approfondire i tuoi test, puoi selezionare il tasto verde sulla destra, riconoscibile dalla scritta Download Wavefront OBJ File. Otterrai quindi quello che apparentemente è un semplice file di testo, ma che in realtà contiene tutte le informazioni sulle coordinate 3D e sulla texture.

Il file in formato .obj che hai ottenuto è manipolabile con una miriade di programmi, a pagamento e non. Per semplicità di utilizzo, per la natura gratuita del progetto e per la sua diffusione su sistemi Windows, Mac e Linux ti consigliamo FreeCAD, con il quale, al termine di un’installazione molto semplice e intuitiva, potrai cimentarti in ulteriori modellazioni 3D per i più disparati utilizzi.

Se dopo tutte queste prove hai deciso di generare un’immagine 3D di una tua foto, è il momento di passare all’azione. Torna alla schermata principale del tool, e, dopo aver messo il segno di spunta sul classico pulsante Non sono un robot, carica una tua foto selezionando prima Scegli file e successivamente Upload image. Anche in questo caso, otterrai un’immagine ampiamente manipolabile, ed eventualmente un file .obj da dare in pasto a software come il già citato FreeCAD.

Come trasformare un selfie in un’immagine 3D: 3D Photoface

Se non hai l’aspirazione di manipolare un tuo selfie trasformato in un’immagine 3D, e la tua volontà è solo quella di giocherellare un pochino con un file tridimensionale del tuo volto, c’è un sito che fa al caso tuo. Stiamo parlando di 3D Photoface di Sitepal, che non si limita a trasformare in un’immagine 3D il tuo volto, ma ti permette di animarlo con diverse personalizzazioni. Per capire di cosa stiamo parlando, recati al link che ti abbiamo fornito poc’anzi e seleziona il tasto arancione con la scritta Upload your photo – Try our demo. A questo punto si aprirà una schermata di Flash (che necessita di essere aggiornato all’ultima versione disponibile) in cui potrai operare come meglio credi.

Sotto le due tab 3D photoface e 2D Illustrated, troverai un pulsante grigio con scritto sopra Create Your Own. Premilo, e successivamente premi il tasto Browse per caricare un tuo selfie. Terminato l’upload della foto desiderata, premi il tasto Next sulla destra. Attendi il processamento della tua foto, centrala come ti viene suggerito, trascinandola sull’asse orizzontale o verticale, poi seleziona nuovamente Next. Vedrai adesso delle croci di diverso colore, che indicano dei tratti del viso fondamentali per la modellazione 3D, ovvero gli occhi, le orecchie, la bocca e il mento. Muovi le croci seguendo l’esempio che ti viene fornito sulla destra, poi premi nuovamente Next. A questo punto non ti resta che definire nel dettaglio l’area della foto che 3D Photoface utilizzerà per l’immagine 3D. Muovi dunque le piccole sfere che delimitano l’area del tuo viso in base alle tue esigenze, premi per l’ultima volta il pulsante Next e… preparati a essere stupito!

Come vedi, davanti a te c’è adesso un’immagine tridimensionale del tuo volto che prende vita, sbattendo le palpebre e cambiando espressione. Seleziona adesso la dimensione che vuoi dare ai tuoi denti e il sesso, poi dai un nome al tuo modello e premi Save. Tornerai adesso al menu iniziale, che presenta però una sostanziale differenza: il tuo volto animato sulla destra. Mantenendo selezionata l’immagine 3D da te creata, scorri adesso i vari sottomenu in basso per personalizzare il tuo volto.

Nella sezione Accessories puoi trovare diverse espressioni da dare al tuo volto, che spaziano dalla felicità al disgusto. Nella sezione Backgrounds invece, puoi dare un tocco di fantasia alla tua immagine, impostando stanze, celebri metropoli o paesaggi naturali come sfondo. Non è finita qui: nel sottomenu Audios puoi caricare o registrare in presa diretta dei brevi file audio che vedrai pronunciare dal tuo volto animato, con le impostazioni da te scelte.

Dopo aver terminato tutte le prove, puoi decidere di inviare a te stesso o ai tuoi cari ciò che hai ottenuto. Registrandoti a Sitepal e sottoscrivendo un abbonamento, avrai inoltre diverse funzionalità aggiuntive con cui modellare la tua immagine 3D.

Come trasformare un selfie in un’immagine 3D: Myidol Emoji

Se preferisci operare tramite smartphone e hai un dispositivo iOS c’è un’ulteriore soluzione per te, che si chiama Myidol Emoji. A differenza delle altre, quest’app non crea un’immagine somigliante in tutto e per tutto al volto selezionato, ma un avatar stilizzato, decisamente realistico, da utilizzare nei più svariati modi, come per esempio i giochi online. Scarica gratuitamente Myidol Emoji dall’App Store, lanciala e premi il tasto Agree dopo il tradizionale messaggio di accettazione del software. Pigia adesso sul sesso desiderato e premi Photos o Camera, a seconda che tu voglia utilizzare una foto che hai già scattato dalla tua galleria o scattarne una apposta per l’occasione.

Assicurati di centrare l’inquadratura come richiesto dall’app e osserva il risultato. Cambia il colore della pelle come preferisci e ripeti l’operazione quante volte vuoi, finché il risultato non è di tuo completo gradimento.

Pigia quindi Next per modellare ancora il colore della tua immagine e una volta ancora per andare a lavorare sulla forma del volto, selezionando una delle forme proposte e muovendo la barra da 0 a 100 in base alle tue esigenze, in maniera analoga a quanto probabilmente ti è già capitato di vedere nel celeberrimo videogame The Sims. Premi ancora una volta Next per andare a cambiare tratti specifici del tuo volto, come il mento, gli zigomi, la lunghezza e la larghezza. Quando hai ottenuto il risultato da te desiderato, premi su Complete, e successivamente sulla x che si trova in alto a destra, se non sei interessato a sottoscrivere un abbonamento per questa divertente app.

Adesso ti troverai davanti il tuo avatar in intimo, che potrai modellare ulteriormente. Premi sul tasto con il simbolo della matita sulla destra e accedi a un menu da cui puoi selezionare e modificare nello specifico diverse parti del corpo, come le mani, le braccia o il busto o aggiungere alcuni gadget, per esempio gli occhiali o i baffi. Quando hai ottenuto un buon risultato, torna alla schermata principale, e premi sul tasto con il simbolo della maglietta che si trova in basso al centro dell’app. Qui potrai selezionare i vestiti da fare indossare al tuo avatar (alcuni sono gratuiti, altri a pagamento) fra alcune variazioni possibili.

Salva il risultato e torna al menu principale, pigiando successivamente sulla piccola emoji in basso a destra nell’app. A questo punto puoi completare il tuo lavoro selezionando una delle tante gif animate che troverai nel successivo menù.

Una volta completato il lavoro e ottenuto un risultato per te soddisfacente, puoi inviare il tuo avatar animato tramite Messenger di Facebook o Messages di iOS, oppure salvare semplicemente l’immagine per poi scegliere il suo utilizzo in un secondo momento. Anche in questo caso, la versione gratuita del programma è limitata sia in quanto a funzionalità sia dal punto di vista delle opzioni con cui personalizzare il tuo avatar.

In base alle tue esigenze e al costo delle funzionalità aggiuntive, puoi scegliere se sottoscrivere un abbonamento o accontentarti della versione gratuita.


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

4 Commenti

    1. Il nostro consiglio è leggere attentamente le specifiche del contratto relativo alla sim installata sul tuo telefono, in modo da evitare sgradite sorprese e impreviste limitazioni. Dopo questa verifica, sei pronto a utilizzare il tuo telefonino per condividere la connessione con il tuo pc. Accomodati in una posizione in cui il tuo telefono abbia la ricezione migliore possibile, in modo da sfruttare tutte le potenzialità della tua connessione anche sul computer. Tieni inoltre a portata di mano pc e telefono con il massimo della carica e, se possibile, un cavetto usb compatibile con il tuo dispositivo mobile. Leggi la nostra guida https://www.laleggepertutti.it/272119_come-usare-internet-del-cellulare-su-pc

  1. Dal sito della università di Nottingham si ottiene solo un file .html e non .obj, e non è né utilizzabile, né visualizzabile

    1. mi correggo, il file è .obj se utilizzi una loro foto demo; mentre è .html se carico una mia foto

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA