Diritto e Fisco | Articoli

Multa senza identificazione del conducente e punti della patente

2 Marzo 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 Marzo 2019



Ho ricevuto un verbale di violazione al codice della strada poiché circolavo a velocità di 64,00 km/ h con superamento di 14,00 km/h. È ancora possibile recuperare i 3 punti non comunicando i dati del conducente e pagando l’ulteriore multa di 286 euro? 

La decurtazione dei punti della patente è una sanzione accessoria applicabile esclusivamente al conducente responsabile della violazione, specificamente individuato dall’agente accertatore o indicato dal proprietario del veicolo che riceva la multa. In sostanza, laddove l’organo accertatore non abbia identificato il conducente e i dati di quest’ultimo non vengano comunicati entro 60 giorni dalla notifica del verbale, non verrà applicata al proprietario del veicolo la decurtazione dei punti, ma solo la sanzione per omessa comunicazione dei dati del conducente. 

L’art. 126 bi del Codice della Strada stabilisce infatti che la comunicazione con la decurtazione dei punti deve essere effettuata a carico del conducente quale responsabile della violazione; nel caso di mancata identificazione di questi, il proprietario del veicolo, ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell’articolo 196, deve fornire all’organo di polizia che procede, entro sessanta giorni dalla data di notifica del verbale di contestazione, i dati personali e della patente del conducente al momento della commessa violazione. Se il proprietario del veicolo risulta una persona giuridica, il suo legale rappresentante o un suo delegato è tenuto a fornire gli stessi dati, entro lo stesso termine, all’organo di polizia che procede. 

Il proprietario del veicolo che omette, senza giustificato e documentato motivo, di fornirli è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 286 a euro 1.143. 

Dunque, in assenza di comunicazione dei dati del conducente, si conferma al lettore che non vi sarà decurtazione dei punti. Saranno tuttavia dovuti l’importo della multa originaria e l’importo della multa per omessa comunicazione dati. 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Maria Monteleone 


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA