Diritto e Fisco | Articoli

Donazione quota eredità: come fare voltura?

9 Marzo 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 Marzo 2019



Mio marito vuole donare a mia sorella una delle sue quote ricevute per successione. Come fare la voltura?

A seguito dei chiarimenti telefonici forniti dalla lettrice (secondo i quali la divisione ereditaria sarebbe stata eseguita), si può dire quanto segue.

Se il fratello ha ceduto la quota di 1/18 alla lettrice e a suo marito e questa quota è entrata a far parte della eventuale comunione legale dei beni esistente tra la stessa e suo marito, allora il marito non può vendere o donare la propria parte di questa quota (cioè la metà di 1/18) alla cognata, ma possono donarle interamente la quota di 1/18.

Questo accade perché la comunione legale dei beni tra i coniugi è una comunione senza quote tra i comproprietari (cioè tra i coniugi): se, quindi, la quota di 1/18 fa parte della comunione legale dei beni della lettrice e di suo marito, potrà essere donata alla sorella della lettrice interamente tutta la quota di 1/18 e non la metà di 1/18 da parte soltanto di suo marito.

Se, invece, la quota di 1/18 non è entrata a far parte della comunione legale tra la lettrice e suo marito, ma su questa quota esiste una comunione ordinaria tra la stessa e suo marito, allora sarà possibile da parte del suo marito donare la propria parte di 1/18 (le quote dei comproprietari si presumono uguali fino se non risulta il contrario dal titolo di acquisto; perciò se i comproprietari sono due, si presume che a ciascuno spetti la quota ideale del 50% di proprietà).

Fatta questa fondamentale precisazione, occorre poi dire che, sia nel caso in cui la lettrice e suo marito donino per intero la quota (se la quota è nel regime di comunione legale dei beni dei coniugi), sia nel caso in cui il marito possa donare solo la sua parte del diciottesimo, per perfezionare la donazione occorre:

– recarsi da un notaio per stipulare l’atto pubblico di donazione;

– il notaio, successivamente, provvederà a trascrivere l’atto di donazione nei pubblici registri immobiliari (cosiddetta trascrizione) ed anche, appositamente incaricato, ad eseguire la voltura catastale.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA