Diritto e Fisco | Articoli

Multa: cosa succede se muore il conducente?

27 Febbraio 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 Febbraio 2019



Cosa accade a una multa in caso di morte del responsabile? Quali sono gli effetti sul proprietario del veicolo obbligato in solido?

Alcuni anni fa, durante un controllo di routine della polizia stradale, l’auto di tua proprietà, ma nell’occasione condotta da tuo padre, è stata fermata. Ebbene, nella detta circostanza, in virtù di alcune irregolarità riscontrate dagli agenti, è stata elevata una multa a carico del tuo genitore, quale conducente del predetto veicolo. Inoltre a seguito di quanto accaduto, la detta sanzione amministrativa è stata inviata anche a te, quale proprietario dell’auto. Ed allora, nonostante la multa sia stata correttamente irrogata e tempestivamente notificata, per mera dimenticanza, non è stata mai pagata né da te né da tuo padre, trasformandosi, quindi, nell’inevitabile cartella esattoriale. Allo stato attuale, quindi, sai che questa posizione dovrà prima o poi essere saldata e sai anche che, trattandosi di una multa successiva all’anno 2010, essa non potrà essere cancellata a seguito del recente provvedimento in materia del governo. Nel frattempo, tuo padre è purtroppo scomparso: egli è infatti deceduto da alcuni mesi e in virtù di questo nefasto evento, ti chiedi se almeno questa circostanza possa essere presa in considerazione per estinguere ogni spettanza riguarda alla descritta multa ed alla conseguente cartella esattoriale. In sostanza, quindi, vorresti sapere: in caso di multa cosa succede se muore il conducente responsabile? Nel caso di morte del responsabile, la multa si estingue? In caso di morte del conducente responsabile, la multa si estingue solo per lui o anche per il proprietario del veicolo?

Multa: chi è l’obbligato in solido?

Se tuo figlio, alla guida della tua vettura, viene fermato per eccesso di velocità, devi sapere che la multa che conseguentemente sarà irrogata a suo carico, sarà anche inviata a te. Si tratta, infatti, di una disposizione di legge [1], secondo la quale il proprietario del veicolo alla guida del quale il conducente è stato multato, è anch’egli tenuto al pagamento della predetta multa, quale obbligato in solido, a meno che non dimostri che l’auto ha circolato contro la sua volontà. In pratica significa che l’ente a cui devi pagare la sanzione può pretenderla tanto da te quanto da tuo figlio: il pagamento dell’uno libera anche l’altro nei confronti del descritto obbligo, ma se paga il proprietario, questi avrà diritto al rimborso nei riguardi del conducente responsabile [2]. Si tratta di una possibilità non di poco conto e che dovrai tenere in considerazione per meglio comprendere le risposte successive.

Multa: se muore il responsabile si estingue?

Devi sapere che se tuo padre ha ricevuto una multa e purtroppo muore successivamente, ma prima di pagarla, la predetta sanzione amministrativa si estingue. In altri termini, gli eredi del responsabile multato non saranno tenuti ad alcun pagamento: la multa quindi, si dice che è intrasmissibile agli eredi. L’illecito amministrativo è infatti di natura personale e non può essere addebitato a dei soggetti del tutto estranei alla sua realizzazione. Un po’ come avviene per i reati, la cui responsabilità penale, non può certo essere trasferita, ad esempio, sui figli del reo deceduto. Detto questo, quindi, resta da chiarire cosa accade alla responsabilità del proprietario se a morire è il conducente multato. Si estingue anche la multa a carico dell’obbligato in solido oppure questa sopravvive al descritto evento?

Multa: cosa accade all’obbligato in solido se muore quello principale?

Come avrai potuto comprendere, la morte del responsabile della multa estingue la stessa sotto tutti gli aspetti. Non solo la multa non potrà essere più pagata dal responsabile ma non sarà neanche posta a carico dei suoi eredi. È la legge [3] a stabilire questa conseguenza, visto che l’illecito amministrativo è di natura personale e non può essere attribuito nei riguardi di un soggetto del tutto innocente a riguardo. Tuttavia resta da chiarire la posizione del cosiddetto obbligato in solido. È, infatti, deceduto il conducente, ma non il proprietario del veicolo, anch’esso multato per legge. Ed allora cosa accade alla multa a carico del proprietario/obbligato in solido, se muore il conducente/obbligato principale? Ebbene, come sempre accade in questi casi, si è formata una corposa posizione giurisprudenziale sull’argomento, abbastanza pacificamente orientata nel senso di prevedere l’estinzione della multa a anche a carico del proprietario. Come confermato anche in una recente sentenza della Cassazione, la responsabilità personale dell’illecito amministrativo, motivo per cui la sanzione non passa agli eredi, vale anche per l’obbligato in solido, cioè il proprietario. La multa si estinguerà persino per quest’ultimo, anche perché non avrebbe alcuna possibilità di recuperare la somma pagata, vista l’intrasmissibilità della multa agli eredi del conducente/responsabile. Ed allora, nel caso esaminato, anche il proprietario del veicolo potrà considerarsi liberato da ogni onere, persino successivo (vedasi la cartella esattoriale).

note

[1] Art. 196, co. 1 cod. della strada

[2] Art. 196, co. 4 cod. della strada

[3] Art. 7 Legge 689/1981

[4] Cass. civ. S.U. sent. n. 22082/2017


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA