Diritto e Fisco | Articoli

L’assegno sociale rientra nell’Isee?

11 Febbraio 2019 | Autore:

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 Febbraio 2019



Nella dichiarazione Isee le prestazioni di assistenza come pensione ed assegno sociale devono essere indicate e fanno reddito?
La dichiarazione Isee, o, più precisamente, la Dsu (Dichiarazione sostitutiva unica), indispensabile per richiedere la maggior parte delle prestazioni di assistenza e delle agevolazioni, racchiude moltissimi dati, tanto da risultare, in diversi casi, addirittura più complessa rispetto alla dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi).
Dalla dichiarazione Dsu, difatti, si ricavano gli indicatori della situazione economica, reddituale e patrimoniale del nucleo familiare (Isee, indicatore della situazione economica equivalente, Isp, indicatore della situazione patrimoniale, Isr, indicatore della situazione reddituale, più ulteriori indicatori specifici che variano a seconda della prestazione richiesta, come l’Iseeu, che serve per le prestazioni di diritto allo studio universitario): perché gli indicatori siano attendibili e rispecchino realmente la situazione del nucleo familiare, bisogna riportare nella dichiarazione anche delle informazioni che non si riportano nella dichiarazione dei redditi.
Ad esempio, si devono indicare, oltre ai redditi ed agli immobili, i veicoli posseduti, la giacenza media dei conti corrente, carte prepagate, libretti ed altre forme di risparmio: questi dati vanno riportati non solo in relazione al dichiarante, ma a tutti i componenti del nucleo familiare. Devono essere riportati anche diversi trattamenti che non vanno indicati nel 730 o nel modello Redditi. In pratica, la Dsu è una sorta di maxi-dichiarazione “universale”, dei redditi, del patrimonio e dei beni posseduti da tutti i familiari.
Ma l’assegno sociale rientra nell’Isee?

Che cos’è l’assegno sociale?

L’assegno sociale è una prestazione di assistenza che spetta, a partire dei 67 anni di età, alle persone che si trovano sotto una determinata soglia di reddito. Per il diritto alla prestazione, si considera sia il reddito proprio (che non deve superare i 5.953,87 euro annui, per il 2019),  che quello del coniuge (il reddito della coppia non deve superare 11.907,74 euro annui, sempre con riferimento all’anno 2019) .
L’assegno sociale spetta, a differenza della pensione, anche se non sono stati versati contributi, ed ammonta, per il 2019, a 457,99 euro mensili; può essere maggiorato, ed è riconosciuto per 13 mensilità. Per gli invalidi, l’importo è differente, così come le condizioni per averne diritto.

Le prestazioni di assistenza vanno dichiarate nell’Isee?

Abbiamo appena osservato che l’assegno sociale è una prestazione di assistenza, ossia un trattamento che spetta a prescindere dalla contribuzione previdenziale versata: in parole semplici, l’assegno sociale spetta anche se non sono mai stati versati contributi per la pensione.
Ma le prestazioni di assistenza rientrano nell’Isee anche se non devono essere indicate nella dichiarazione dei redditi? Nella generalità dei casi, le prestazioni di assistenza, come l’assegno sociale, rientrano nella dichiarazione Isee in quanto rilevano ai fini della situazione economica della famiglia. In pratica, l’assegno sociale rientra nell’Isee perché determina, nella generalità dei casi, un incremento di ricchezza del nucleo familiare.
Fanno eccezione, però, le prestazioni di assistenza destinate ai disabili, in quanto, in questo caso, non possono essere considerate alla stregua di un reddito o, comunque, un incremento della ricchezza della famiglia, ma costituiscono un aiuto per far fronte alla situazione di bisogno determinata dalla disabilità.
Nella generalità dei casi, ad ogni modo, non è necessario indicare l’ammontare dell’assegno sociale e delle altre prestazioni di assistenza nella dichiarazione Isee, in quanto è l’Inps a riportare le prestazioni automaticamente nella Dsu, prelevandole dalle proprie banche dati.

Per ottenere l’assegno sociale ci vuole la dichiarazione Isee?

Ad oggi, non sono previste soglie massime Isee per ottenere l’assegno sociale o la pensione sociale, quindi non è necessario presentare la dichiarazione Isee per il diritto a questa prestazione. Alcune proposte di legge prevedono, però, la possibilità di subordinare il diritto all’assegno sociale ed alla pensione sociale a specifiche soglie di reddito Isee.
È invece necessario non superare specifici limiti Isee per ottenere la pensione di cittadinanza, la nuova prestazione di assistenza che spetta a chi ha almeno 67 anni, e che risulta compatibile con l’assegno sociale, integrandolo fino alla misura massima mensile di 780 euro ( l’importo è aumentato se i componenti del nucleo familiare sono più di uno, sino a un massimo di 1.473 euro mensili).
Per approfondire: Pensione di cittadinanza.

note

Immagine: donna che compila dichiarazione Isee, fonte shutterstock


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA