Business | Articoli

Terre colte al Sud: il bando da 3 milioni di euro

16 Dicembre 2017
Terre colte al Sud: il bando da 3 milioni di euro

Bando da 3 milioni di euro per valorizzare i terreni incolti o abbandonati nel Mezzogiorno

Il Sud Italia è caratterizzato da meravigliose distese di terreni agricoli dal valore paesaggistico inestimabile. Molte volte, però, queste realtà rurali soffrono “il fascino” dell’abbandono. Da qui è nata l’idea di valorizzare i terreni incolti o abbandonati nel Mezzogiorno. Proprio a tal fine, infatti, è stato indetto un bando da 3 milioni di euro promosso da Fondazione Con Il Sud in collaborazione con Enel Cuore Onlus e rivolto alle organizzazioni del Terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Bando “Terre colte”: di che si tratta

Il Bando “Terre colte” si inserisce nell’ambito  di una serie di  interventi denominati “Progetti Speciali e Innovativi”. L’iniziativa “Terre colte 2017” è   finalizzata a mettere a coltura i terreni agricoli abbandonati o non adeguatamente utilizzati  in:

  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Campania;
  • Puglia;
  • Sardegna;
  • Sicilia.

Bando “Terre colte”: finalità

Con l’Iniziativa “Terre Colte 2017” le organizzazioni del terzo settore sono invitate a presentare proposte progettuali finalizzate a recuperare e mettere a coltura i terreni agricoli incolti, abbandonati o non adeguatamente utilizzati.

L’obiettivo è quello di rivitalizzare la tradizione agricola del Mezzogiorno, anche attraverso l’inserimento sociale e lavorativo di soggetti svantaggiati, innervandola delle innovazioni tecnologiche e colturali che possono aiutarla a consolidarne il posizionamento nei relativi mercati.

Terre incolte: a disposizione 3 milioni di euro

La Fondazione Con Il Sud ed Enel Cuore Onlus mettono a disposizione delle organizzazioni del terzo settore un importo massimo complessivo di 3 milioni di euro (di cui 2 milioni messi a disposizione della Fondazione Con Il Sud e 1 milione da Enel Cuore), che saranno utilizzati in funzione della qualità delle proposte ricevute. Il contributo per ogni singola proposta è di massimo 500mila euro.

Terre incolte: come fare domanda

L’iniziativa prevede la presentazione esclusivamente on line delle proposte di progetto,  che dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 13:00 del 23 febbraio 2018. Saranno selezionate le proposte ritenute più valide e capaci di generare valore sociale ed economico sul territorio.

Bando “Terre colte”: a chi è rivolto

Il Bando “Terre colte” è rivolto alle organizzazione senza scopo di lucro costituite nella forma di:

  • associazione (riconosciuta o non riconosciuta);
  • cooperativa sociale o consorzio sociale;
  • ente ecclesiastico;
  • fondazione;
  • impresa sociale.

In particolare le organizzazioni di cui sopra, devono:

  • svolgere attività coerenti con la missione della Fondazione Con Il Sud e di Enel Cuore Onlus;
  • essere costituite, da almeno due anni, in forma di atto pubblico oppure di scrittura privata autenticata o registrata;
  • essere composte in prevalenza da persone fisiche e/o da associazioni, cooperative sociali o loro consorzi, imprese sociali, enti ecclesiastici e/o fondazioni (non di origine bancaria);
  • avere la sede legale e/o operativa 6 nelle regioni di intervento della Fondazione (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia).

 

Bando Terre incolte: cosa prevede

L’iniziativa prevede la concessione, da parte di uno o più proprietari, di uno o più fondi, ad uno o più dei componenti privati del partenariato proponente. Le concessioni dovranno obbligatoriamente prevedere:

  • una durata minima del contratto di 10 anni;
  • un canone d’affitto non oneroso o puramente simbolico per un periodo iniziale non inferiore a 5 anni;
  • un canone annuale concordato, anche progressivamente crescente, per il periodo successivo a quello ‘iniziale’ di cui al precedente punto;
  • il diritto di recesso non oneroso per il conduttore.

Le partnership di progetto dovranno essere composte da almeno tre soggetti, di cui almeno due di Terzo settore. Potranno, inoltre, essere coinvolti il mondo economico, delle istituzioni, dell’università, della ricerca. Le proposte potranno prevedere, oltre alle attività di coltivazione e di allevamento, iniziative di tipo artigianale, commerciale, sociale, turistico-ricettivo, ecc., purché strettamente connesse e accessorie a quelle di carattere agricolo.

Per tutte le informazioni ed i dettagli è possibile consultare il bando al seguente link: Bando “Terre colte”.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube