Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia: contributi previdenziali e prescrizione

23 Marzo 2019
Equitalia: contributi previdenziali e prescrizione

Ho una ditta individuale e alcuni anni fa ho ricevuto delle cartelle Equitalia per contributi Inps non pagati ai miei dipendenti.  È stata iscritta ipoteca da Equitalia su una mia proprietà sulla quale è avvenuto poi il pignoramento e si sono svolte più aste (riconsegna a me dell’immobile per asta andata 4 volte deserta – e non assegnazione del bene allo stato con cancellazione del pignoramento). Ora che sono decorsi 3 anni dalla chiusura del pignoramento e 7/8 anni dall’iscrizione ipoteca (ancora attiva), l’Inps può ancora vantare tali crediti che risalgono a più di 5 anni fa o posso richiederne la prescrizione di tali somme direttamente all’Inps che non mi ha mai mandato notifiche per interruzione termini di prescrizione, ma ha agito solo tramite Equitalia?

Innanzitutto una premessa.

In materia di contributi previdenziali la nota sentenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazionen. 23.397 del 2016 ha stabilito che la prescrizione di cinque anni ricomincia a decorrere, ripartendoda zero ma restando sempre di cinque anni, dopo la notifica al debitore di ogni atto interruttivo dellaprescrizione che sia diverso dalla sentenza passata in giudicato (infatti soltanto a seguito dellapronuncia di una sentenza di condanna che sia passata in giudicato la prescrizione diventa di diecianni).

Fatta questa premessa, occorre dire che anche l’atto di pignoramento (che è stato notificato annifa) è un atto che ha il potere di interrompere la prescrizione dei contributi previdenziali e di farlaripartire da zero.

Ma la legge, cioè gli articoli 2943, 1° comma, e 2945, 2° comma, del Codice civile, stabilisce anche che l’atto di pignoramento non solo interrompe la prescrizione, ma ne sospende il corso durante tutta la durata del processo esecutivo (cioè della procedura di vendita dell’immobile pignorato) e fino al momento in cui il processo esecutivo giunga a conclusione (in questo senso si è espressa la Corte di Cassazione con sentenza n. 4.203 del 25 marzo 2002).

Per spiegare meglio: la notifica al debitore dell’atto di pignoramento non solo interrompe laprescrizione di cinque anni dei contributi previdenziali, ma sospende il corso della prescrizione finoa quando il processo esecutivo si conclude per cause che non dipendono dalla volontà del creditore:

questo vuol dire che, nel caso specifico, i cinque anni di tempo necessari a prescrivere i contributi previdenziali sono stati interrotti quando fu notificato al lettore l’atto di pignoramento,ma poi hanno cominciato a ripartire (da zero) soltanto dal momento in cui la procedura di vendita dell’immobile pignorato è stata dichiarata chiusa dal Giudice dell’esecuzione a causa delle aste andate deserte (quindi durante tutta la durata della procedura di vendita dell’immobile la prescrizione, interrotta con il pignoramento, non “scorre” ma resta sospesa per legge fino a quando la procedura viene dichiarata chiusa).

Perciò i contributi previdenziali dovuti dal lettore potranno prescriversi solo se dopo la chiusura delprocesso esecutivo disposta con provvedimento dal Giudice dell’esecuzione saranno passati cinqueanni senza che nel frattempo l’ente creditore Inps o l’ex – Equitalia (che agisce per legge come entetenuto a riscuotere anche i crediti dell’Inps) abbiano interrotto la prescrizione quinquennale.

In questo senso si sono espressi il Tribunale di Salerno con sentenza n. 3.300 del 5.7.2016 ed ilTribunale di Belluno con sentenza del 12 gennaio 2016.

Si aggiunga, infine, che quando i contributi previdenziali si saranno prescritti il lettore potrà anche chiedereche venga cancellata l’ipoteca iscritta dall’ex Equitalia considerato che, in base all’articolo 2878,n. 3,del Codice civile, l’ipoteca si estingue quando si estingue (ad esempio per prescrizione) il credito inbase al quale essa è stata iscritta.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte

 



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube