Diritto e Fisco | Articoli

Patto di famiglia: donazione e mantenimento della partita Iva

23 Marzo 2019
Patto di famiglia: donazione e mantenimento della partita Iva

Sono un commerciante pensionato e vorrei fare un patto di famiglia con mia moglie e la mia unica figlia per donarle l’attività. Sono titolare di ditta individuale. Posso mantenere la stessa partita iva in capo a me? Questo è importante al fine di non modificare alcuni contratti commerciali con i miei fornitori, che diversamente dovrei rifare nuovi e magari a condizioni meno vantaggiose.

Purtroppo la normativa non consente di mantenere la stessa partita Iva in capo alla donataria dell’azienda.

Inoltre i patti di famiglia sono uno strumento davvero utile quando potessero presentarsi problemi fra eredi a proposito del diritto di legittima, ma non sempre essi sono lo strumento adatto a tutte le situazioni, potendo essere sufficiente probabilmente, nel caso indicato nel quesito, anche la semplice donazione.

In ogni caso, se il problema è il mantenimento della stessa partita iva in capo alla donataria, esistono anche altri strumenti giuridici che consentono di evitare un cambiamento di numero identificativo iva, ad esempio il conferimento dell’impresa individuale in società, di persone o di capitali.

Articolo tratto dalla consulenza resa dal dott. Mauro Finiguerra



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube