Diritto e Fisco | Articoli

Come tutelare i risparmi

18 Febbraio 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Febbraio 2019



Come proteggere i risparmi dalla crisi economica? Come evitare che i propri soldi vadano perduti in caso di fallimento di una banca?

In tempi di crisi economica la cosa migliore da fare è conservare i propri risparmi nel materasso: le pericolose oscillazioni della finanza, le bolle speculative, lo spread crescente e i crack in borsa pongono gli istituti di credito in una situazione di precarietà finora quasi sconosciuta. Il punto è che, se la banca naufraga, con essa affondano tutti i soldi che le avevi affidato. D’altro canto, però, la scelta del materasso non sembra essere molto più affidabile: se volessi optare per questa soluzione, faresti bene a munire la tua abitazione di sofisticati antifurti e impianti di allarme. Se però intendi davvero proteggere i tuoi risparmi, puoi pensare di affidarti ad una delle soluzioni che sto per consigliarti. Se pensi che l’argomento ti possa interessare, allora ritagliati cinque minuti di tempo: ti spiegherò, in modo molto semplice e chiaro, come tutelare i risparmi.

Come proteggere i risparmi: no conti correnti elevati

Il primo consiglio da dare a chi intende tutelare i propri risparmi da pericolose crisi finanziarie è quello di non tenere più di centomila euro sul proprio conto corrente. Si tratta di un metodo per proteggersi sia dal fallimento delle banche, sia dal prelievo forzoso sui conti: devi sapere, infatti, che nel caso di crisi bancaria la legge prevede l’attivazione del cosiddetto bail-in (in italiano, cauzione interna), che consiste nella risoluzione della crisi mediante l’esclusivo e diretto coinvolgimento di azionisti, obbligazionisti e correntisti della banca stessa. In pratica, le banche possono operare un prelievo forzoso sui depositi superiori ai centomila euro.

Per tale ragione, per tutelare i risparmi sarebbe opportuno evitare conti correnti superiori ai centomila euro, o comunque diversificare i depositi, poiché la banca, in caso di crisi, non può intaccare nemmeno le azioni, le obbligazioni o i titoli di fondi che essa ha in gestione. In pratica, quindi, bisogna diversificare gli investimenti.

Ricorda, inoltre, che l’apertura di un conto corrente all’estero è assolutamente legale, purché tale operazione sia riportata nella dichiarazione dei redditi. Il nuovo conto potrà essere aperto indifferentemente in un Paese dell’Unione Europea oppure in uno extra Ue: l’importante è scegliere un istituto di credito affidabile.

Come tutelare i risparmi investendo in titoli

Per tutelare i risparmi è utile diversificare i propri capitali, evitando di investire tutto in titoli di Stato italiani, dei quali le banche sono piene, e i titoli azionari delle banche italiane, che in caso di fallimento italiano sarebbero ugualmente coinvolti. Un fondo azionario globale può rappresentare l’investimento più sicuro: si tratta di un fondo di investimento la cui prerogativa è quella di investire in titoli azionari, pertanto è caratterizzato da un maggiore rendimento atteso rispetto a un fondo obbligazionario, ma anche da un maggior rischio. All’interno dei fondi azionari è possibile individuare diverse tipologie di fondi che si distinguono per le categorie di azioni che sottoscrivono.

Tutelare i propri risparmi con il trust

Come tutelare i risparmi? Oltre ai metodi che abbiamo già visto, è possibile ricorrere al trust, un noto istituto giuridico di origine anglosassone che ha come finalità quella di separare dal patrimonio di un soggetto alcuni beni, con lo scopo di raggiungere interessi specifici a favore di determinati beneficiari o per il raggiungimento di uno scopo particolare. In pratica, con il trust si blinda una parte del proprio patrimonio, sottraendolo così ai creditori e destinandolo alla realizzazione di specifici obiettivi.

Un’operazione di tal genere può essere affidata ad un solido istituto di credito, al quale è possibile affidare una parte del proprio patrimonio perché possa essere destinato a specifici affari (ad esempio, investimenti azionari), sottraendolo alle pretese creditorie comuni.

È possibile tutelare i propri risparmi anche attraverso le fondazioni, persone giuridiche che destinano il loro patrimonio al raggiungimento di specifici scopi, in genere di interesse sociale.

Tutelare i risparmi investendo negli immobili

È possibile tutelare i risparmi investendo in beni immobili. Il mattone resta ancora oggi un buon investimento: sebbene questo sia il momento peggiore per vendere, non lo è per acquistare. I prezzi degli immobili, complice la crisi, sono nettamente calati, poiché ci sono molte case in vendita e pochi acquirenti: le persone non hanno il denaro sufficiente e neanche la possibilità di accendere un mutuo. Questo é il periodo in cui, chi vuole comprare una casa e i soldi ce li ha, può fare dei veri affari.

Investire i risparmi comprando oro

Infine, per tutelare i risparmi è possibile investire la propria liquidità nell’acquisto di beni preziosi, in primis oro e gioielli. Può sembrare una scelta anacronistica ma, in realtà, l’oro sembra non subire alcuna svalutazione; anzi, il suo prezzo cresce sempre più. Questo potrebbe rappresentare un problema al momento dell’acquisto, visto che investire in beni preziosi è molto costoso; alla lunga, però, potrebbe rivelarsi un’operazione molto conveniente.

note

Autore immagine: Unsplash.com


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA