Moduli | Articoli

Modello scrittura privata

10 Marzo 2019 | Autore:
Modello scrittura privata

La scrittura privata quale documento per le contrattazioni tra i cittadini. Il suo valore legale e i vari tipi. Come si scrive una scrittura privata.

Ti stai chiedendo se puoi scrivere da solo un contratto o un patto con un tuo cliente? Non conosci la differenza tra scrittura privata autenticata e scrittura privata semplice? Hai bisogno di un modello di scrittura privata? Bene, ecco ciò che ti occorre: qui infatti, troverai una piccola guida in materia oltre ad un modello di scrittura privata che potrai utilizzare per sottoscrivere un preliminare di compravendita di un immobile oppure per un contratto di prestito di denaro. Andiamo con ordine. Ti spiego innanzitutto cos’è una scrittura privata. Si tratta di un documento scritto e firmato dai privati cittadini (per questo si chiama così) senza rivolgersi ad un notaio o ad un altro pubblico ufficiale, attraverso il quale questi si accordano tra loro. La scrittura privata può essere usata per un contratto preliminare di compravendita, per fare degli ordini e delle forniture, per sottoscrivere quietanze di pagamento, per la vendita di auto tra privati, per la locazione, per l’ammissione di un debito, ecc. Pertanto, tutto ciò che proviene dalla penna di un privato cittadino, con cui questi regola i propri rapporti economici, si chiama scrittura privata. Con la scrittura privata la legge concede ai cittadini la tutela dei propri interessi tramite un documento che prova l’esistenza di un particolare accordo. Negli ultimi tempi, al fine di velocizzare le contrattazioni e di rendere più snella la stipula degli accordi, si ricorre sempre più spesso alla scrittura privata. Tuttavia, il valore di prova di una scrittura privata varia a seconda delle modalità con cui è stata redatta; infatti, questa si distingue in scrittura privata autenticata se sottoscritta in presenza di un notaio o di un pubblico ufficiale, e in scrittura privata semplice se firmata dalle parti senza alcuna autenticazione.

Il valore legale della scrittura privata

La scrittura privata ha un valore legale ed è vincolante per le parti che l’hanno sottoscritta, ma non anche per i soggetti terzi.

Se ad esempio con una scrittura privata Tizio (venditore) vende a Caio (acquirente) un immobile di sua proprietà e successivamente tale scrittura privata non viene autenticata né viene seguita dalla stipula del rogito notarile, la stessa non assumerà alcun valore nei confronti di terzi soggetti. Pertanto Sempronio, creditore di Tizio, potrà pignorare l’immobile ed il pignoramento sarà pienamente efficace poiché la scrittura privata non sarà vincolante nei confronti di quest’ultimo ma solo nei confronti di Tizio e Caio.

I tipi di scrittura privata

Il valore della scrittura privata varia a seconda della forma della scrittura medesima. Esistono infatti, due tipi di scrittura privata.

La scrittura privata autenticata si ha nel caso di un documento in cui la firma delle due parti viene apposta alla presenza di un notaio o di un altro pubblico ufficiale, il quale accerta l’identità di coloro che sottoscrivono l’atto oltre che la data. I soggetti autorizzati ad autenticare una scrittura privata oltre ai notai, sono i consoli e i segretari delle istituzioni comunali e provinciali.

Il documento sottoscritto dalle parti ha pieno valore di prova, a decorrere dalla data indicata. Il valore si estende anche nei confronti di un soggetto terzo.

Tuttavia è possibile contestare la veridicità della scrittura privata autenticata tramite un procedimento detto querela di falso. Questo procedimento consiste in una causa a tutti gli effetti nella quale il soggetto che intende contestare è tenuto a provare, con ogni strumento possibile, la non veridicità della scrittura privata oggetto della contestazione.

Esempio: Tizio propone una querela di falso contro una scrittura privata autenticata, sostenendo che non è sua la firma ivi apposta; chiede quindi, al giudice la nomina di un perito il quale dovrà accertare la veridicità della firma tramite una perizia calligrafica.

La scrittura privata non autenticata o semplice si ha quando le firme vengono apposte personalmente dalle parti senza controllo da parte dei pubblici ufficiali (un esempio tipico può essere costituito dallo scambio di comunicazioni scritte tra privati).

Per aversi una scrittura privata semplice devono essere presenti alcuni elementi fondamentali:

  • la firma posta in calce o a margine del documento: deve essere fatta a penna e di proprio pugno dai soggetti interessati così da testimoniare l’identità. Per lo stesso motivo, non sono valide le firme indecifrabili;
  • la data: anche se non è un elemento essenziale è comunque importante ai fini della valutazione della prova, poiché questa non può prescindere dalla determinazione esatta del momento in cui è stata costituita.

La scrittura privata semplice può essere disconosciuta dal soggetto contro la quale è stata prodotta.

Esiste una differenza fondamentale tra i due tipi di scrittura privata: in quella autenticata è chi contesta a dover dimostrare che non è autentica, mentre nel caso della scrittura privata semplice è chi produce il documento che ha la necessità dimostrare che è veritiero. Pertanto, il sottoscrittore ne deve provare l’autenticità attraverso un procedimento detto istanza di verificazione.

Esempio: Tizio disconosce come propria, la firma apposta su una scrittura privata semplice. In questo caso spetta a Caio che intende avvalersi della scrittura privata, provarne l’autenticità. Egli potrà chiederne in giudizio la verifica tramite una perizia calligrafica e il confronto con altri documenti firmati da Tizio.

Casi in cui la scrittura privata semplice assume valore di prova

Ci sono però, due fattispecie in cui la scrittura privata semplice ha valore di prova. Si tratta:

  • riconoscimento tacito della scrittura da parte di chi l’ha prodotta, qualora nella prima udienza di contestazione la parte comparsa non la disconosce o non dichiara di non conoscerla. Esempio: Tizio chiama in giudizio Caio con il quale ha sottoscritto una scrittura privata avente ad oggetto la vendita di un’autovettura, poiché sono intervenuti dei problemi tra di loro circa la consegna della macchina e Caio contesta la scrittura privata. Alla prima udienza Caio non disconosce la scrittura privata che pertanto, viene dallo stesso tacitamente riconosciuta. Il riconoscimento tacito avviene anche quando una delle parti chiamate in causa nel documento è contumace, cioè ha rinunciato a difendersi nel giudizio che ha ad oggetto la scrittura privata. Il comportamento della parte in tal caso, equivale ad una ammissione tacita della veridicità del documento;
  • verificazione giudiziale della scrittura, se la parte che ha prodotto la scrittura contestata produce le scritture necessarie per la comparazione, cioè porta in giudizio altri documenti scritti e firmati dal soggetto che contesta l’autenticità della scrittura privata al fine di confrontarli. Per quanto riguarda la scrittura privata semplice ma presentata sotto forma di fotocopia, la legge prevede che questa ha valore probatorio solo se la parte contro cui è stata prodotta non la contesti espressamente.

Come scrivere una scrittura privata

Per prima cosa le parti devono scegliere un titolo per definire la tipologia del negozio, ossia quale risulta essere l’oggetto della scrittura privata. Successivamente, bisogna porre attenzione nel riportare tutti i dati necessari, ovvero nome e cognome delle parti, luogo e data di nascita, domicilio o residenza, codice fiscale, stato civile e eventuale regime patrimoniale familiare.

A questo punto, bisogna individuare l’oggetto dell’accordo tra le parti della scrittura privata, cioè se si tratta di compravendita di un bene immobile o di altro. Per questo, risulterà necessario, per esempio, inserire i dati relativi al bene oggetto della scrittura privata. Per esempio, se si tratta di un immobile, si dovrà riportare il comune di ubicazione, la via e il numero civico, i dati catastali, i confini, la provenienza dell’immobile.

Si dovrà poi scrivere il prezzo pattuito per la compravendita, se questo è l’oggetto della scrittura privata e le modalità di pagamento. Se si preferisce l’assegno, bisogna indicare che si tratta di titoli circolari non trasferibili e le eventuali cifre già anticipate al venditore.

Infine, si devono indicare il valore della scrittura tra le parti, le dichiarazioni di quietanza, che attestano l’avvenuto pagamento della prestazione da parte del compratore verso il venditore.

Per fare in modo che la scrittura privata abbia validità legale, non è obbligatorio che essa sia scritta di pugno da chi la sottoscrive, ma è sufficiente che questi la firmi. Quindi, la scrittura può essere nel concreto prodotta da altri soggetti o può anche essere battuta al PC o con altri mezzi.

Fac-simile di scrittura privata relativa a un preliminare di compravendita

Il modello si compone di più parti:

a) al centro del foglio va riportato il titolo per definire la tipologia del negozio, ossia quale risulta essere l’oggetto della scrittura privata “Contratto preliminare di compravendita”;

b) segue la frase “Con la presente scrittura privata, redatta tra:” che va completata con l’indicazione dei dati anagrafici delle parti del contratto ed anche con la specificazione delle qualità dagli stessi rivestite, cioè di promittente venditore e promittente acquirente;

c) quindi, va riportata la dicitura “Con la presente scrittura privata, a valersi fra le parti a tutti gli effetti di legge, i predetti convengono e stipulano quanto segue:”;

d) di seguito dopo la dichiarazione relativa alla promessa di vendita e di acquisto rispettivamente del promittente venditore e del promissario acquirente, va descritto catastalmente l’immobile oggetto della compravendita;

e) poi, va indicato il prezzo della compravendita;

f) successivamente va riportata la dichiarazione relativa allo stato dell’immobile, che va ceduto libero da qualsiasi vincolo giuridico;

g) quindi, vanno indicati le modalità e i termini per la stipula del rogito notarile e quanto avverrà in ordine al pagamento ed alla consegna del bene e all’immissione nel possesso;

h) in ultimo va riportata l’indicazione relativa all’ammontare della caparra confirmatoria;

i) la scrittura privata si conclude con la data e la firma delle parti.

Contratto preliminare di compravendita

Con la presente scrittura privata, redatta tra:

il Sig.(nome e cognome), nato/a il (data di nascita), a (luogo di nascita) e residente in (città) via (…) n.( ..), codice fiscale (…………………..) di seguito denominato promittente venditore

e

il Sig.(nome e cognome), nato/a il (data di nascita), a (luogo di nascita) e residente in (città) via … n. .. (c.f…………………..) di denominato promissario acquirente

Con la presente scrittura privata, a valersi fra le parti a tutti gli effetti di legge, i predetti convengono e stipulano quanto segue:

a) il promittente venditore promette e si obbliga a vendere al promissario acquirente, che a sua volta promette e si obbliga ad acquistare per sé o per terze persone od enti che si riserva di indicare alla stipula dell’atto notarile, l’unità immobiliare appresso descritta e che precisamente forma oggetto del presente contratto: (indirizzo e dati catastali, foglio particella, ecc.);

b) il prezzo della compravendita viene fissato nella somma di €… (indicare il prezzo della vendita);

c) il venditore dichiara che l’unità immobiliare verrà ceduta libera da qualsiasi vincolo, pignoramento o ipoteca e non occupata né oggetto di contratti di locazione;

d) l’unità immobiliare sarà venduta nello stato di fatto e di diritto in cui si trova e il trasferimento di proprietà avverrà con atto notarile da stipularsi entro e non oltre il…. (data), termine che le parti dichiarano essere essenziale.

e) la convocazione dinanzi a un notaio potrà essere fatta da una qualsiasi delle parti con un preavviso di almeno 20 giorni (…specificare se lo si desidera il nome di un notaio…)

f) il pagamento del prezzo, la consegna del bene e l’immissione nel possesso avverranno al momento del rogito notarile.

g) al momento della firma della presente scrittura viene versata una caparra confirmatoria di €…(indicare l’ammontare).

Letto, approvato e sottoscritto

Luogo e data

Firma delle parti

Fac-simile di scrittura privata relativa a un prestito tra privati

Anche in questo caso il modello si compone di più parti:

1)  innanzitutto al centro del rigo va riportato il titolo della scrittura privata e più precisamente “Contratto di prestito di denaro ex art. 1813 e ss. c.c.”;

2)  a seguire va riportata la data in cui la scrittura viene sottoscritta e i dati anagrafici delle parti con la specificazione delle loro qualità rispettivamente di mutuante e di mutuatario;

3) quindi, va riportata la dicitura “di comune volontà convengono quanto appresso:”;

4) seguono i vari articoli in cui vengono indicati l’oggetto della scrittura privata, le modalità di pagamento, il luogo del pagamento, la possibilità di estinzione anticipata del debito, le spese della scrittura privata le finalità del prestito;

5) la scrittura privata si conclude con la data e la firma delle parti.

Contratto di prestito di denaro ex art. 1813 e ss. cod. civ.

L’anno (in lettere) del mese di (in lettere), il giorno (in lettere) con la presente scrittura privata il Sig. (nome e cognome), nato a (luogo di nascita), il (data di nascita), residente in (città), via (….…) n. (….) codice fiscale (……..) da ora in avanti mutuante

e

il Sig (nome e cognome), nato a (luogo di nascita), il (data di nascita), residente in (città), via (….…) n. (….) codice fiscale (……..) da ora in avanti mutuatario

di comune volontà convengono quanto appresso:

Art. 1 – Oggetto. Il mutuante dà mutuo al mutuatario, che accetta la somma di euro … (… in lettere …) versata in data odierna a mezzo assegno circolare nt n. … emesso dalla banca … all’atto della sottoscrizione della presente scrittura privata.

Art. 2 – Pagamento rateale. Il mutuatario incassa la somma mutuata e si obbliga a restituirla in numero …. (…. in lettere …..) rate mensili/bimestrali/semestrali ciascuna di euro …… (….. in lettere ..…) determinate tramite sistema di calcolo di ammortamento francese al tasso di interesse fruttifero fisso/variabile del … % (….. in lettere ..…) annui.

La scadenza della prima rata avverrà il giorno (….) del mese (……) dell’anno (…….) .

Le successive scadenze mensili/bimestrali/semestrali decorreranno dalla data della prima scadenza.

Art. 3 – Luogo del pagamento. Il mutuatario eseguirà i pagamenti in contanti/assegno circolare presso l’indirizzo del mutuante sopra indicato, ovvero mediante bonifico bancario da effettuarsi a favore del seguente iban: ………………………….

In caso di variazione degli indirizzi delle parti rispetto quelli indicati nella presente scrittura privata e/o dell’iban la parte comunica all’altra i nuovi dati a mezzo raccomandata a/r.

Art. 4 – Estinzione anticipata. E’ permesso al mutuatario estinguere anticipatamente la somma data in mutuo. Il calcolo di estinzione avverrà secondo il sistema di ammortamento francese.

(Comma facoltativo) In caso di estinzione anticipata è dovuta al mutuante una penale pari al … % (…. in lettere …..) del capitale residuo (non indicare la penale oltre il 2%).

Art 5 – Spese della scrittura privata. Le eventuali spese, presenti e future, connesse con la presente scrittura privata sono a carico del mutuatario.

Art. 6 – (facoltativo) Finalità del prestito. La somma mutuata ha la seguente finalità: …… (indicare uno scopo, ad esempio l’acquisto di un bene strumentale, di un intervento chirurgico specialistico, ecc.) …..

La distrazione della somma mutuata per finalità difforme e/o diversa da quella indicata nel presente articolo comporta la immediata risoluzione del presente contratto con il diritto al risarcimento in capo al mutuante.

Luogo e data

Firma del mutuante e firma del mutuatario


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA