Diritto e Fisco | Articoli

Punti della patente: quando si perdono?

11 Marzo 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 Marzo 2019



Uno ad uno, tutti gli articoli del Codice della strada che prevedono la decurtazione dei punti in caso di violazione. Le multe da pagare, sospensione e revoca.

Un incentivo a commettere meno infrazioni alla guida e, quindi, ad aumentare la sicurezza sulle nostre strade. Questo è lo spirito con cui, nel 2003, è entrata in vigore la patente a punti [1]. Non è come la tessera del supermercato: non si vince nulla se si arriva al punteggio massimo ma si può perdere la possibilità di guidare se si azzerano i punti. E questo, quando succede? Quando si perdono i punti della patente?

Forse qualche volta ti sei accorto di avere violato un articolo del Codice della strada e ti è venuto il dubbio se, oltre alla multa, riceverai anche la sanzione accessoria della decurtazione dei punti dalla patente. Non c’è bisogno di pensare al superamento abbondante del limite di velocità, ad attraversare un incrocio con il semaforo rosso, a guidare con il telefonino in mano. In questi casi avrai ben chiaro nella testa che la tua patente piangerà e non poco. Hai pensato, invece, se si perdono punti per non accedere le luci in autostrada o per non guidare sulla corsia di destra se è libera? E per non dare la precedenza in una rotonda o per portare a bordo una persona in più rispetto al numero per cui è omologata la tua auto? Sai se ti vengono decurtati punti dalla patente se non allacci la cintura di sicurezza oppure pensi di cavartela con una semplice multa?

Insomma, i punti della patente si perdono per molti altri motivi oltre a quelli che appaiono più evidenti. Vediamo quali sono.

Indice

Patente a punti: come funziona

Ogni automobilista, al momento in cui riceve la patente, ha un punteggio iniziale di 20 punti. Se non commette delle infrazioni, la sua bravura e la sua prudenza verranno premiate con dei punti in più: 2 punti ogni 2 anni fino a raggiungere un massimo di 30 punti nel caso in cui non si sgarri di una virgola nell’arco di 5 anni.

Se invece commette qualche violazione al Codice della strada, gli verranno decurtati dalla patente tanti punti quanti previsti dalla sanzione contenuta nell’articolo che ha violato. A volte bastano un paio di violazioni per perdere tutti i punti, soprattutto nel caso dei neopatentati, verso i quali il Codice è particolarmente severo su questo fronte. Altre volte, nel caso di violazioni meno gravi, si perdono poco alla volta ma se non si tengono sotto controllo, basterà lasciare la macchina in un’area riservata agli autobus per trovarsi con i punti azzerati.

E se la macchina con cui è stata commessa l’infrazione è la tua ma non ti trovavi tu alla guida? La legge, in questo caso, ti obbliga a dichiarare entro 60 giorni dalla notifica del verbale il nominativo di chi era al volante in quel momento in modo tale da decurtare i punti al trasgressore e non al povero proprietario che, magari, non ha mai preso una multa nemmeno per divieto di sosta.

Patente a punti: la riduzione della velocità

La norma del Codice (Art. 141 co.3)

Sei tenuto a regolare la velocità:

  • quando la visibilità è limitata anche per le condizioni atmosferiche;
  • nelle curve;
  • vicino agli incroci e alle scuole o ad altri luoghi frequentati da minori indicati da appositi segnali;
  • nelle discese pronunciate;
  • nei passaggi stretti e ingombri;
  • nelle ore notturne;
  • quando si attraversa un centro abitato o nei tratti di strada fiancheggiati da edifici.

Quanti punti si perdono

Se violi questa norma perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

La norma del Codice (Art. 141 co. 5)

Non devi gareggiare in velocità.

Quanti punti si perdono

Se violi questa norma perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 168 a 674 euro.

La norma del Codice (Art. 141 co. 8)

Se superi di oltre 10 km/h e di non oltre i 40 km/ i limiti di velocità, dovrai pagare una sanzione tra 168 e 674 euro.

Se superi di oltre 40 km/h e di non oltre i 60 km/h i limiti di velocità dovrai pagare una sanzione tra 527 e 2.108 euro.

Se superi di oltre i 60 km/h i limiti di velocità, dovrai pagare una sanzione tra 821 e 3.287 euro.

Quanti punti si perdono

Per superare il limite tra 10 km/ e 40 km/h perdi 3 punti.

Per superare il limite tra 40 km/h e 60 km/h perdi 6 punti e la patente ti verrà sospesa da 1 a 3 mesi.

Per superare il limite di oltre 60 km/h perdi 10 punti e la patente ti verrà sospesa da 6 a 12 mesi.

Patente a punti: la posizione del veicolo

La norma del Codice (Art. 143)

Non puoi circolare contromano. Riveste maggiore gravità se vai in senso vietato in prossimità delle curve, di raccordi convessi o in altri punti a visibilità limitata oppure sulla corsia di marcia opposta alla tua.

Devi, inoltre, percorrere la corsia più libera a destra quando la carreggiata ha due o più corsie, poiché quelle a sinistra sono per il sorpasso.

Quanti punti si perdono

Per andare contromano perdi 4 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 162 a 646 euro.

Per farlo nei punti più pericolosi perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 318 a 1.272 euro e a vederti sospesa la patente da 1 a 3 mesi (da 2 a 6 mesi in caso di recidiva).

Per non circolare sulla corsia più libera a destra perdi 4 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Patente a punti: la precedenza

La norma del Codice (Art. 145)

Sei tenuto a fermare la macchina in corrispondenza con la linea di arresto prima di entrare in un incrocio quando è stabilito dall’autorità competente ed indicato con apposito segnale.

Sei obbligato anche a dare la precedenza:

  • a chi arriva dalla tua destra ad un incrocio (salvo diverse segnalazioni);
  • ai veicoli su rotaie (treni o tram, salvo diverse segnalazioni);
  • quando viene stabilito dall’autorità competente ed indicato con apposito segnale;
  • a chi circola sulla strada di sentieri, tratturi, mulattiere e piste ciclabili.

Quanti punti si perdono

Nel primo caso, cioè quando non si ferma la macchina sulla linea di arresto, perdi 6 punti dalla patente.

Negli altri casi perdi 5 punti dalla patente.

In ogni caso devi pagare una sanzione da 162 a 646 euro.

Patente a punti: la segnaletica stradale

La norma del Codice (Art. 146)

Sei tenuto a rispettare i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale o nelle relative norme di regolamento oppure dagli agenti del traffico.

Quanti punti si perdono

Se non osservi quelle indicazioni perdi 2 punti dalla patente (ad eccezione dei segnali di divieto di sosta e di fermata) oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Se, inoltre, prosegui la marcia nonostante il semaforo rosso o l’alt dell’agente del traffico, perdi 6 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 162 a 646 euro.

Patente a punti: i passaggi a livello

La norma del Codice (Art. 147)

Sei tenuto a controllare se arriva qualche treno quando ti avvicini ad un passaggio a livello senza barriere. Se le barriere ci sono, sei tenuto a fermarti quando sono in movimento e ci sono i segnali acustici e luminosi che avvertono del pericolo.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme perdi 6 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: i sorpassi

La norma del Codice (Art. 148)

Prima di sorpassare, devi controllare che:

  • la visibilità consenta la manovra e che questa non crei intralcio o pericolo;
  • che chi ti precede sia sulla tua stessa corsia e non abbia segnalato di voler fare qualche manovra;
  • che nessun altro conducente vicino abbia iniziato un sorpasso;
  • che la strada sia libera per lo spazio sufficiente a compiere l’intera manovra, tenuto conto della velocità del proprio veicolo, di quello da sorpassare e di quelli che arrivano in direzione opposta.

Devi rientrare sulla tua corsia appena compiuto il sorpasso senza creare intralcio o pericolo.

Se devi superare un tram, lo farai dalla parte destra se lo spazio lo consente. Se si circola su una strada a senso unico, potrai farlo su entrambi i lati.

Quanti punti si perdono

Per non controllare bene il contesto prima di sorpassare perdi 3 punti.

Per non rientrare subito in corsia perdi 5 punti.

Per non superare il tram sulla destra quando sei tenuto a farlo perdi 2 punti.

Patente a punti: la distanza di sicurezza

La norma del Codice (Art. 149)

Sei tenuto a mantenere una distanza di sicurezza rispetto al veicolo che ti precede in modo da riuscire a fermare l’auto anche in modo tempestivo senza provocare incidenti, cioè evitando il tamponamento. Fuori dai centri abitati, dove c’è in vigore un divieto di sorpasso tra alcuni veicoli (ad esempio camion o autoarticolati) la distanza minima tra essi deve essere di 100 metri.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme perdi 3 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

In caso di recidiva, se nell’arco di 2 anni provochi più di un incidente con gravi danni ai veicoli perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Se l’incidente provoca delle lesioni personali gravi, perdi 8 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 419 a 1.682 euro, salve le applicazioni delle sanzioni penali per lesioni colpose ed omicidio stradale.

Patente a punti: incroci tra veicoli ingombranti o in strade di montagna

La norma del Codice (Art. 150)

Se trovi un ostacolo sulla strada che restringe la carreggiata sulla tua corsia ed arriva un altro veicolo in senso opposto con la sua corsia libera, sei tenuto a fermarti e a farlo passare.

Sulle strade di montagna particolarmente strette, se procedi in discesa devi fermarti ed accostare a destra il più possibile per far passare chi procede in salita.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme e provochi un incidente con gravi danni ai veicoli perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro. In caso di recidiva nell’arco di due anni, la patente di verrà sospesa da 1 a 3 mesi.

Se l’incidente provoca delle lesioni personali gravi, perdi 8 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 419 a 1.682 euro, salve le applicazioni delle sanzioni penali per lesioni colpose ed omicidio stradale.

Patente a punti: le luci dei veicoli

La norma del Codice (Artt. 152 e 153)

Sei tenuto ad accendere i fari dell’auto quando la visibilità lo richiede (ad esempio in caso di nebbia o di forte pioggia), da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima del sorgere del Sole, nelle gallerie e fuori dai centri abitati. Sei tenuto a farlo nei centri abitati se sei alla guida di ciclomotori, motocicli, tricicli o quadricicli.

Quanti punti si perdono

Se non accendi i fari nei luoghi stabiliti perdi 1 punto dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Se non passi dai fari abbaglianti a quelli anabbaglianti quando segui o incroci un altro veicolo, perdi 3 punti oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: cambiamento di direzione e altre manovre

La norma del Codice (Art. 154)

È vietato fare inversione di marcia in prossimità o in corrispondenza di incroci, curve o dossi.

Se devi effettuare una qualsiasi manovra, devi accertarti di non creare intralcio o pericolo per la circolazione, avvisare per tempo del cambio di direzione con gli appositi indicatori luminosi (le frecce, per capirci) e dare la precedenza ai veicoli in arrivo quando si deve fare retromarcia.

Quanti punti si perdono

Se fai inversione nel luogo vietato perdi 8 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Se non rispetti le altre norme relative alle manovre e ai cambi di direzione, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Patente a punti: divieto di fermata e di sosta

La norma del Codice (Art. 158)

Sosta e fermata sono vietate (a effetti dei punti della patente):

  • negli spazi riservati alla fermata e allo stazionamento dei mezzi pubblici;
  • negli spazi riservati ai veicoli dei portatori di handicap;
  • in corrispondenza con scivoli o dei raccordi tra i marciapiedi, rampe o corridoi di transito e la carreggiata utilizzati dai veicoli dei disabili;
  • nelle corsie o carreggiate dei mezzi pubblici.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione:

  • da 40 a 163 euro se l’infrazione avviene con ciclomotore o motociclo;
  • da 84 a 335 euro se avviene con un altro tipo di veicolo.

Patente a punti: l’ingombro della carreggiata

La norma del Codice (Artt. 161 e 162)

Se ti si guasta l’auto mentre stai guidando e devi per forza fermarti, sei tenuto a liberare la carreggiata quanto prima in modo da non creare pericolo per gli altri automobilisti. Devi, inoltre, segnalare il pericolo o l’intralcio tramite il triangolo che poterai obbligatoriamente in auto o con qualche altro mezzo ed avvisare subito il proprietario della strada o un organo di polizia.

Se non sei riuscito ad evitare la caduta sulla strada di materiale viscido o infiammabile, devi fare in modo di adottare subito le dovute precauzioni al fine di rendere il più sicura possibile la circolazione.

Quanti punti si perdono.

Se ti si ferma l’auto e non liberi la carreggiata, perdi 2 punti dalla patente.

Se ti è caduto del materiale pericoloso e non fai nulla per evitare il pericolo per gli altri, perdi 4 punti dalla patente.

In ogni caso, devi pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Patente a punti: la sistemazione del carico

La norma del Codice (Art. 164)

Se devi trasportare un carico, devi sistemarlo in modo da evitare:

  • che cada o si disperda nella carreggiata;
  • che diminuisca la visibilità o la capacità di movimento di chi guida;
  • comprometta la stabilità del veicolo;
  • copra la targa o i dispositivi luminosi.

Il carico non può sporgere dalla parte anteriore del veicolo ma solo da quella posteriore e per 3/10 della lunghezza del veicolo stesso. Ai lati, può sporgere dalla sagoma dell’auto per non più di 30 cm per ogni lato. In questi casi, occorre segnalarlo con uno o due pannelli retroriflettenti collocati nell’estremità della sporgenza.

Infine, il carico non deve strisciare per terra, nemmeno se parzialmente appoggiato su delle ruote.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme perdi 3 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione tra 84 e 335 euro.

Patente a punti: traino di veicoli in avaria

La norma del Codice (Art. 165)

Se ti capita di dover trainare un’altra auto che, magari, si è fermata per un guasto e non c’è la possibilità di farla raggiungere da un meccanico o non vuoi pagare un carro attrezzi, puoi farlo purché rispetti queste regole:

  • utilizzare un aggancio solido tra i veicoli, come una fune, un cavo, una catena, ecc.;
  • segnalare l’aggancio utilizzato in modo che gli altri automobilisti lo identifichino subito;
  • mantenere le 4 frecce accese durante il traino oppure mantenere esposto il pannello retroriflettente.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: il trasporto di cose su veicoli a motore e su rimorchi

La norma del Codice (Art. 167)

Questo articolo del Codice della strada ti vieta di circolare con un veicolo di massa complessiva superiore a quella consentita. Questo può succedere quando carichi troppo il veicolo stesso o il rimorchio con delle cose da trasportare.

Inoltre, chi trasporta dei veicoli può circolare solo su autostrade o sulle strade con carreggiata non inferiore ai 6,50 metri e con altezza libera delle opere di sottovia.

Quanti punti si perdono

Se violi questa norma, le sanzioni dipendono dalle caratteristiche del veicolo e dal carico in eccesso.

Se la massa complessiva del veicolo a pieno carico è superiore ad oltre il 5% rispetto a quella indicata nella carta di circolazione e superiore alle 10 tonnellate, perdi:

  • 1 punto dalla patente se l’eccedenza non supera 1 tonnellata, con una sanzione da 41 a 168 euro;
  • 2 punti se l’eccedenza non supera le 2 tonnellate, con una sanzione da 84 a 335 euro;
  • 3 punti se l’eccedenza non supera le 3 tonnellate, con una sanzione da 168 a 674 euro;
  • 4 punti se l’eccedenza supera le 3 tonnellate, con una sanzione da 419 a 1.682 euro.

Se la massa complessiva del veicolo a pieno carico non è superiore a 10 tonnellate, perdi:

  • 1 punto dalla patente per un’eccedenza tra il 5% ed il 10%;
  • 2 punti se l’eccedenza non supera il 20%;
  • 3 punti se l’eccedenza non supera il 30%;
  • 4 punti se l’eccedenza supera il 30%.

Se violi la norma sul trasporto di veicoli, perdi 3 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 168 a 674 euro.

Patente a punti: il trasporto di materiali pericolosi

La norma del Codice (Art. 168)

In questo caso è vietato trasportare del materiale pericoloso su un veicolo la cui massa complessiva a pieno carico è superiore a quella indicata sulla carta di circolazione.

Inoltre, non è possibile effettuare tale trasporto senza alcuna autorizzazione o senza avere adottato le dovute condizioni di sicurezza segnalate nell’autorizzazione.

Quanti punti si perdono

Se violi la norma sulla massa complessiva del veicolo, perdi 4 punti dalla patente.

Se violi la norma sulla mancanza di autorizzazione o di condizioni di sicurezza, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione tra 1.988 e 7.953 euro, alla sospensione della carta di circolazione e alla sospensione della patente da 2 a 6 mesi. In caso di recidiva, il veicolo viene confiscato.

Se violi la normativa sulle caratteristiche tecniche dei veicoli e delle cisterne che trasportano materiali pericolosi e alle etichette di segnalazione e di identificazione, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 403 a 1.617 euro.

Se violi la normativa sui dispositivi di equipaggiamento e di protezione dei conducenti o degli accompagnatori, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 403 a 1.617 euro.

Patente a punti: il trasporto di persone, animali e cose

La norma del Codice (Art. 169)

È vietato portare a bordo più persone di quelle per cui l’auto è omologata, come indicato sulla carta di circolazione. Il conducente deve sempre avere libertà di movimento all’interno del veicolo in modo da compiere ogni manovra necessaria.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme adibendo abusivamente il veicolo ad uso di terzi, perdi 4 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 419 a 1.682 euro e la sospensione della carta di circolazione da 1 a 6 mesi.

Se violi queste norme guidando un’autovettura e non un altro veicolo adibito al trasporto di persone, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Se violi qualsiasi altra regola sul trasporto di persone o animali, come ad esempio non avere la sufficiente visibilità sugli specchietti o sul lunotto posteriore per evitare un incidente oppure non avere libertà di movimento alla guida, perdi 1 punto dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: il trasporto di persone e cose su veicoli a due ruote

La norma del Codice (Artt. 170 e 171)

Non solo in auto: anche in moto puoi perdere i punti dalla patente se violi alcune regole del Codice della strada Come ad esempio quella che riguarda il trasporto di persone o cose su un veicolo a due ruote.

Sappi che in moto sei tenuto a reggere il manubrio con entrambe le mani (tranne quando devi segnalare un cambio di direzione se non hai la freccia) e ad usare il casco e che è vietato:

  • fare le cosiddette «impennate», cioè procedere con la ruota anteriore sollevata;
  • trasportare minori di 5 anni;
  • trasportare (se si tratta di un ciclomotore) altre persone, a meno che sul certificato di circolazione sia espressamente previsto un posto per un passeggero;
  • trainare o farsi trainare da altri veicoli;
  • trasportare degli oggetti poco stabili e che sporgano di oltre 50 cm rispetto alla sagoma della moto o che ti impediscano di avere una corretta visibilità.

Puoi, invece, trasportare un animale purché custodito nella sua gabbia o contenitore.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme perdi 1 punto dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 81 a 326 euro.

Ma se la violazione consiste nella mancanza del casco, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 80 a 323 euro.

Patente a punti: le cinture di sicurezza

La norma del Codice (Art. 172)

Se hai la patente, uno dei punti fermi che sicuramente avrai è l’obbligo dell’uso delle cinture di sicurezza. A queste vanno aggiunti i sistemi di ritenuta per i bambini, omologati ed adeguati al loro peso.

Quanti punti si perdono

Se violi queste norme, perdi 5 punti sulla patente oltre a dover pagare una sanzione da 80 a 323 euro. Se a non allacciare la cintura è un passeggero minorenne, ne rispondi tu come conducente ovvero chi si deve occupare della sua custodia, se presente in auto al momento della contestazione. In caso di recidiva nell’arco di 2 anni, viene sospesa la patente da 15 giorni a 2 mesi.

Se alteri il funzionamento delle cinture di sicurezza o dei sistemi di ritenuta, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 40 a 162 euro.

Patente a punti: uso di occhiali e telefonini

La norma del Codice (Art. 173)

Se al momento di fare la patente ti sono stati prescritti degli occhiali o degli apparecchi acustici, devi utilizzarli durante la guida.

È vietato l’uso di telefonini e di cuffie sonore. Sono consentiti il viva voce e l’auricolare purché tu abbia le adeguate capacità auditive ad entrambe le orecchie.

Quanti punti si perdono

Per non indossare occhiali o apparecchi acustici obbligatori, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 80 a 323 euro.

Per l’uso del telefonino senza viva voce o auricolare, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 160 a 646 euro. In caso di recidiva nel biennio, c’è anche la sospensione della patente da 1 a 3 mesi.

Patente a punti: tempi di guida nel trasporto di persone o cose

La norma del Codice (Art. 174)

Chiunque sia alla guida di un mezzo adibito al trasporto di persone (un autobus) o di cose (un Tir, ad esempio) è tenuto a rispettare la durata dei periodi di guida prescritti dalla normativa europea e, di conseguenza, anche i tempi di riposo.

Quanti punti si perdono

Se violi la norma sui tempi di guida superandoli di oltre il 10% rispetto al limite giornaliero massimo, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 316 a 1.265 euro.

Se violi la norma sui tempi di riposo di oltre il 10% rispetto al limite minimo giornaliero, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 369 a 1.476 euro.

Se violi la norma sui tempi di guida o di riposo giornalieri superandoli del 20%, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 422 a 1.686 euro.

Se violi la norma sui tempi di guida settimanali di oltre il 10%, perdi 1 punto dalla patente olre a dover pagare una sanzione da 264 a 1.054 euro.

Se violi la norma sui tempi di riposo settimanali di oltre il 10%, perdi 3 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 369 a 1.476 euro.

Se violi la norma sui tempi di guida settimanali di oltre il 20% perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 422 a 1.686 euro.

Se violi la norma sui tempi di riposo settimanali di oltre il 20%, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 422 a 1.686 euro.

Se violi la norma sulle interruzioni durante la guida disposte dal regolamento europeo, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 163 a 653 euro.

Patente a punti: limitazioni di circolazione sulle strade principali

La norma del Codice (Art. 175)

Le autostrade e le principali strade extraurbane non sono fatte per tutti. Inoltre, prevedono delle forti limitazioni.

Non è possibile, ad esempio, circolare in bici, con una moto da 150 cc o motocarrozzella da 250 se a motore termico, con macchine agricole, con veicoli che trasportano un carico disordinato o sporgente oltre i limiti consentiti nonché a rischio di dispersione perché senza copertura. Ovviamente è vietata anche la circolazione di pedoni o di animali. Ci sono dei posti ben più sicuri per portare il cane a spasso o a fare la pipì.

Su carreggiate, rampe, svincoli, aree di servizio o di parcheggio o, comunque, in ogni pertinenza delle autostrade è vietato:

  • trainare veicoli non rimorchiati;
  • chiedere o concedere un passaggio;
  • svolgere attività commerciali o pubblicitarie non autorizzate;
  • campeggiare se non autorizzato in un’apposita area.

È anche vietato lasciare l’auto in un’area di servizio o di parcheggio per più di 24 ore, a meno che non si tratti del posteggio di un albergo.

Quanti punti si perdono

Se violi la norma sulla circolazione con carico disordinato o a rischio di dispersione, perdi 4 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 419 a 1.682 euro.

Se violi la norma sul divieto di traino, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Se violi le altre norme, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro. Se la violazione consiste nella circolazione di pedoni o animali sull’autostrada, la sanzione va da 25 a 99 euro.

Patente a punti: comportamenti in autostrada o strade extraurbane

La norma del Codice (Art. 176)

Va bene che, quando c’è poco traffico, l’autostrada o la strada extraurbana principale invita a guidare come a uno gli pare, quasi si sentisse padrone della carreggiata. Sappiamo, però, che non è così e che bisogna osservare comunque delle regole per la sicurezza di tutti, compresa la tua.

Solo per citare alcuni comportamenti previsti dal Codice della strada, specialmente quelli che interessano la decurtazione dei punti, bisogna ricordare che è vietato in carreggiata, sugli svincoli e sulle rampe:

  • fare inversione di marcia;
  • attraversare lo spartitraffico;
  • percorrere una parte di carreggiata in contromano;
  • fare retromarcia;
  • circolare senza motivo sulle corsie di emergenza;
  • circolare sulle corsie di variazione di velocità se non per entrare o uscire dalla carreggiata;
  • guidare sulla corsia di sinistra se sei alla guida di un camion di massa superiore alle 5 tonnellate o lungo più di 7 metri.

Ricorda anche se sei obbligato a:

  • dare la precedenza ai veicoli che circolano sulla carreggiata quando devi immetterti dalla corsia di accelerazione;
  • circolare con tempo sulla corsia di destra quando devi abbandonare l’autostrada (anziché farlo all’ultimo momento e tagliare la strada agli altri per portarti di colpo a destra, c’è chi lo fa abitualmente);
  • utilizzare le frecce per indicare i cambi di direzione, anche quando si sorpassa e si rientra sulla corsia di destra;
  • sostare nella corsia di emergenza solo se assolutamente necessario per il malessere di uno degli occupanti o per un guasto alla macchina, cercando di non ingombrare la carreggiata.

Quanti punti si perdono

Se violi la norma sul divieto di retromarcia in autostrada o su una strada extraurbana principale, perdi 0 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 419 a 1.682 euro.

Se violi la norma sul divieto di circolazione sulla corsia di emergenza o di variazione di velocità, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 419 a 1.682 euro.

Se violi le altre norme, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: circolazione di mezzi di polizia o di emergenza

La norma del Codice (Art. 177)

I mezzi di polizia e di soccorso hanno la precedenza quando utilizzano sia il segnale acustico (cioè la sirena) sia quello luminoso (i lampeggianti). In questi casi, sei tenuto a lasciare libero il passaggio di questi veicoli e, se necessario, a fermarti per agevolarli.

Quanti punti si perdono

Se violi questa norma, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 41 a 168 euro.

Patente a punti: documenti dei veicoli commerciali senza cronotachigrafo

La norma del Codice (Art. 178)

Questo articolo è molto simile a quello che abbiamo visto in precedenza sui tempi di guida e di riposo di chi si occupa di trasporto di persone o di cose. Tuttavia, ci sono dei veicoli commerciali che, pur dovendo rispettare e documentare questi tempi, non sono dotati di cronotachigrafo, come un pullman o un grosso camion.

In questo caso, esistono dei registri di servizio, dei libretti individuali e delle copie degli orari di servizio su cui risulta quanto è stato impegnato al volante un conducente di questo tipo di mezzi. Tale documentazione deve essere esibita su richiesta dell’autorità durante un eventuale controllo.

Quanti punti si perdono

Se violi la norma sui tempi di guida di oltre il 10% rispetto al massimo giornaliero, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 316 a 1.265 euro.

Se violi la norma sui tempi di riposo giornaliero di oltre il 10% rispetto al minimo giornaliero, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 369 a 1.476 euro.

Se violi le norme sui tempi di guida e di riposo di oltre il 20% rispetto ai limiti giornalieri, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 422 a 1.686 euro.

Se violi la norma sui tempi di guida di oltre il 10% rispetto al massimo settimanale, perdi 1 punto dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 264 a 1.054 euro.

Se violi la norma sui tempi di riposo di oltre il 10% rispetto al minimo settimanale, perdi 3 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 369 a 1.476 euro.

Se violi la norma sui tempi di guida di oltre il 20% rispetto al massimo settimanale, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 422 a 1.686 euro.

Se violi la norma sui tempi di riposo di oltre il 20% rispetto al minimo settimanale, perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 422 a 1.686 euro.

Se violi le norme sulle interruzioni di servizio previste dagli accordi internazionali, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 264 a 1.054 euro.

Patente a punti: il cronotachigrafo ed il limitatore di velocità

La norma del Codice (Art. 179)

Gli accordi comunitari impongono ad alcuni veicoli adibiti al trasporto di cose o di persone l’installazione del cronotachigrafo, in modo da controllare i tempi di guida e di riposo, ed il limitatore di velocità.

Quanti punti si perdono

Se violi la norma sull’obbligo di cronotachigrafo a bordo oppure sul divieto di manomissione del dispositivo, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 841 a 3.366 euro.

Se violi la norma sull’obbligo di limitatore di velocità a bordo oppure sul divieto di manomissione del dispositivo, perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 939 a 3.758 euro.

Patente a punti: la guida in stato di ebbrezza

La norma del Codice (Artt. 186 e 186-bis)

Il Codice della strada è particolarmente severo con chi consuma una bevanda alcolica prima di mettersi al volante.

Salvo per i neopatentati, che non devono toccare una sola goccia di alcol rima di mettersi alla guida, c’è un limite di 0,5 g/l entro il quale non c’è una sanzione. Raggiunto quel livello, cominciano i guai (sempre che non li abbia già provocati chi ha preso l’auto in quelle condizioni).

L’automobilista è tenuto a sottoporsi all’alcoltest quando richiesto dalle forze dell’ordine. Questo può avvenire anche in una struttura sanitaria se l’interessato è rimasto ferito in un incidente stradale e ci sono dei motivi per ritenere che possa aver guidato sotto l’influenza di alcol.

Quanto punti si perdono

Se guidi in stato di ebrezza o rifiuti di eseguire l’alcoltest, perdi 10 punti dalla patente.

Se sei neopatentato, perdi 5 punti ma se provochi un incidente dopo aver bevuto anche una sola birra, la decurtazione raddoppia a 10 punti.

Le sanzioni variano a seconda della quantità di alcol presente nel sangue (oltre 0,5 g/l tranne che per i neopatentati che devono avere un valore pari a 0 g/l) e alle conseguenze di un eventuale incidente provocato sotto gli effetti dell’alcol.

Se il fatto non costituisce reato più grave, la sanzione minima è da 527 a 2.108 euro e quella massima è da 1.500 a 6.000 euro più l’arresto da 6 a 12 mesi, la sospensione della patente da 1 a 2 anni (il doppio se la macchina era di un estraneo al reato) e la revoca in caso di recidiva nel biennio. La revoca scatta, comunque, in caso di incidente.

Patente a punti: la guida sotto l’effetto di droghe

La norma del Codice (Art. 187)

Vale quanto sopra: per mettersi al volante occorre essere lucidi. Quindi, oltre ad abbondare con gli alcolici è anche vietato l’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope che possano alterare lo stato psico-fisico del conducente.

Quanti punti si perdono

Se guidi sotto l’effetto di droghe, perdi 10 punti dalla patente, oltre a dover pagare una sanzione da 1.500 a 6.000 euro, all’arresto da 6 a 12 mesi e alla sospensione della patente da 1 a 2 anni. In caso di incidente, scatta anche la revoca.

Patente a punti: circolazione e sosta dei veicoli per disabili

La norma del Codice (Art. 188)

È vietato fermare o lasciare l’auto nelle aree o negli spazi di parcheggio riservati ai veicoli dei portatori di handicap.

Quanti punti si perdono

Se violi questa norma, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: il comportamento in caso di incidente

La norma del Codice (Art. 189)

Se provochi un incidente stradale, se ne rimani coinvolto o se assisti ad un sinistro, sei obbligato a fermarti e a intervenire al fine di assistere eventuali feriti (sempre che le tue condizioni lo consentano).

Occorre, inoltre, cercare di evitare intralcio e pericolo alla circolazione (quando possibile).

I conducenti coinvolti sono tenuti a fornire le proprie generalità ai fini risarcitori.

Quanti punti si perdono

Se provochi un incidente senza feriti e non ti fermi, perdi 4 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 294 a 1.174 euro.

Se dall’incidente deriva un grave danno ai veicoli, perdi 10 punti dalla patente oltre alla sospensione del permesso di guida da 15 giorni a 2 mesi.

Se provochi un incidente con feriti e non ti fermi, perdi 10 punti dalla patente oltre alla sospensione del permesso di guida da 1 a 3 anni e la reclusione da 6 mesi a 3 anni.

Se non collabori ad evitare l’intralcio e la sicurezza della circolazione o non fornisci i tuoi dati, perdi 2 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Patente a punti: il comportamento nei confronti dei pedoni

La norma del Codice (Art. 191)

È obbligatorio fermarsi quando i pedoni attraversano o sono in procinto di attraversare la strada sulle strisce pedonali.

Se le strisce non ci sono ed il pedone sta già attraversando la strada, sei obbligato comunque a fermarti ed a permettergli di raggiungere il lato opposto in sicurezza.

Sei tenuto a fermarti sempre quando una persona disabile deve attraversare la strada ed a prevenire un comportamento inaspettato da parte di una persona anziana o da un bambino (il tipico caso: «Dietro un pallone caduto sulla strada arriva sempre un bambino»).

Quanti punti si perdono

Se non ti fermi davanti alle strisce, perdi 8 punti dalla patente.

Se non consenti di finire di attraversare la strada ad un pedone fuori dalle strisce, perdi 4 punti dalla patente.

Se non ti fermi quando un disabile cerca di attraversare o non prevedi l’azione di un anziano o di un bambino, perdi 8 punti dalla patente.

In ogni caso, devi pagare una sanzione da 162 a 646 euro.

Patente a punti: obblighi verso le autorità

La norma del Codice (Art. 192)

Sei obbligato a fermarti ad un posto di controllo o di blocco quando un funzionario, un ufficiale o un agente che svolge l’attività di polizia stradale, in divisa o muniti del distintivo, te lo chiedono.

Devi inoltre esibire i documenti richiesti e ad acconsentire all’ispezione del veicolo e al fermo dell’auto quando viene riscontrata qualche irregolarità.

Quanti punti si perdono

Se non ti fermi al posto di controllo, non esibisci i documenti o rifiuti l’invito all’ispezione del veicolo perdi 3 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 84 a 335 euro.

Se non ti fermi ad un posto di blocco perdi 10 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 1.324 a 5.302 euro.

Patente a punti: l’obbligo di assicurazione RC Auto

La norma del Codice (Art. 193)

Sei obbligato a stipulare una polizza assicurativa sulla responsabilità civile (RC Auto) per poter circolare con un veicolo.

Quanti punti si perdono

Se violi questa norma perdi 5 punti dalla patente oltre a dover pagare una sanzione da 849 a 3.396 euro. In caso di recidiva nel biennio, la sanzione è raddoppiata.

note

[1] Dl n. 151/2003 del 17.06.2003.


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA