Diritto e Fisco | Articoli

Dove si pagano le multe della polizia stradale

25 Febbraio 2019


Dove si pagano le multe della polizia stradale

> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 Febbraio 2019



Contravvenzione polstrada o stradale: come fare a pagare la multa? Gli uffici dei Comandi di polizia stradale e il bollettino postale.

Se hai ricevuto una multa della polizia stradale e ti stai chiedendo dove pagare è probabilmente perché hai con te solo il verbale mentre hai smarrito il bollettino postale allegato ad esso e che ti è stato recapitato nella stessa busta. Difatti, ogni volta che la polstrada sanziona un automobilista e gli consegna o gli spedisce a casa la raccomandata con la contravvenzione, gli fornisce anche le indicazioni su come estinguere il debito al più presto e senza aggravi.

Se ti trovi in questa situazione o in un’altra simile e ora ti stai chiedendo dove si pagano le multe della polizia stradale, qui di seguito ti forniremo tutte le indicazioni di cui hai bisogno.

Peraltro, è anche probabile che, se sei arrivato alla decisione di corrispondere l’importo alla stradale, è perché hai già valutato l’opzione del ricorso e non l’hai ritenuta conveniente. Non posso darti torto: oggi fare una causa per una contravvenzione è antieconomico. Anche se hai un avvocato disposto a difenderti gratis, le sole tasse da versare per l’avvio del giudizio (il cosiddetto “contributo unificato”) sono spesso pari all’importo di un divieto di sosta. Se c’è di mezzo l’autovelox, il tutor o il passaggio al semaforo rosso il ricorso è spesso la scusa per salvare i punti della patente. Ma sul suo esito nulla è più scontato, a meno di avere validi motivi.

A rendere poi ancora più vantaggioso estinguere subito la contravvenzione c’è la possibilità, per chi paga nei primi 5 giorni, di usufruire di uno sconto del 30% sull’importo riportato in verbale, che è già pari al minimo della sanzione. Al compimento del 60° giorno, invece, ed a partire dal 61°, la sanzione diventa in misura piena e l’importo cresce considerevolmente (quasi del doppio).

Dove si pagano le multe della polstrada

Detto ciò, possiamo scoprire dove si pagano le multe della polizia stradale. A differenza però delle contravvenzioni della polizia municipale, che si estinguono presso il comando locale dei vigili e anche con il sistema Lottomatica o Sisal presso i comuni tabacchini, in questo caso hai solo tre modi per estinguere il debito. Vediamo quali sono.

Sezione provinciale della polizia stradale

Il primo modo per pagare la multa della polstrada è recarti presso uno degli sportelli delle sezioni provinciali della polizia stradale. Per ogni provincia esiste un proprio sportello. Puoi rivolgerti solo alla sezione provinciale da cui dipende l’agente che ha elevato il verbale e non a quella di un’altra provincia.

Chiaramente dovrai presentarti ai relativi sportelli in orario d’ufficio di solito fissati dalle 9 alle 13.

Bollettino postale

Se però la sezione provinciale più vicina a te dista parecchi chilometri puoi servirti del bollettino postale. A tal fine dovrai recarti presso qualsiasi ufficio postale con il bollettino postale che ti è stato allegato alla multa. Se non lo possiedi più, ne puoi compilare uno in bianco. Dovrai però prima conoscere il numero di conto corrente della sezione provinciale della polizia stradale che ha elevato il verbale. A tal fine puoi chiamare agli stessi uffici per conoscere quali sono gli estremi a cui effettuare il pagamento.

Dovrai poi indicare, nella causale del bollettino, il numero di verbale, il giorno dell’infrazione e la targa del veicolo multato.

Bonifico bancario

In alternativa al bollettino postale puoi avvalerti anche del bonifico bancario utilizzando sempre le medesime coordinate di conto e specificando la causale per come abbiamo appena chiarito.

In tal caso devi quindi conoscere gli estremi del conto di appoggio dell’amministrazione, ossia l’Iban. Di solito esso è indicato sullo stesso verbale. Diversamente, potrai telefonare agli agenti accertatori o collegarti con il relativo sito ove vengono fornite tali informazioni.

Occhio ai termini di pagamento

Se ancora stai tentando di sapere come pagare la multa, magari senza muoverti da casa, potrai farlo anche con bonifico bancario online. In questo caso, però, devi prestare molta attenzione al calcolo dei giorni necessari per non uscire fuori dai termini di scadenza (che, come noto, sono di 5 giorni per ottenere lo sconto del 30%, o di 60 giorni per pagare la multa in misura ridotta). Spesso succede infatti che l’ordine di bonifico partito in un determinato momento arrivi al destinatario solo dopo due o tre giorni (si pensi a un bonifico fatto il venerdì pomeriggio che arriva solo il lunedì o, se tale giorno è festa, il martedì). Insomma, chi usa la banca online si trova spesso svantaggiato poiché la data di valuta non corrisponde a quella in cui viene materialmente eseguita l’operazione dall’istituto di credito. Per evitare questa discriminazione un decreto legge ha stabilito che, in tali ipotesi, per usufruire dello sconto del 30%, si hanno non più 5 giorni ma 7. Così, per avere lo sconto del 30% è necessario che l’accredito arrivi sul conto corrente dell’amministrazione non entro il 5° ma il 7° giorno dalla notifica del verbale; per poter pagare la misura ridotta della contravvenzione è necessario che l’accredito arrivi non entro il 60° giorno dalla notifica ma entro il 62° giorno.


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA