Diritto e Fisco | Articoli

Come pagare la Siae online per un matrimonio

14 Marzo 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 Marzo 2019



Passo dopo passo, la procedura per ottenere il permesso per musica dal vivo o diffusa ad una festa e per fare il versamento via web. Con il calcolo dei costi.

Stai organizzando il tuo matrimonio e non vuoi che manchi l’intrattenimento musicale. Vorresti un cantante che metta un sottofondo mentre si mangia, che tra una portata e l’altra riempia il tempo morto coinvolgendo i tuoi ospiti con qualche canzone che tutti conoscono, che nella pausa e dopo il caffè vi faccia divertire con balli di gruppo o musica da discoteca. Sai che il cantante o il deejay vanno pagati ed hai sentito che c’è un costo aggiuntivo: quello della Siae. Ti chiedi se va pagato per forza e, in caso affermativo, a chi devi rivolgerti per assolvere questo compito e non rischiare una multa che ti guasti la festa. Insomma, se devi recarti di persona da qualche parte oppure puoi pagare la Siae per un matrimonio anche online.

La risposta ad entrambe le domande è sì. Devi pagare la Siae per avere la musica al tuo matrimonio e puoi farlo anche via Internet. Attenzione, però: il pagamento va fatto anche se non chiami il musicista o il dj: basta che ci sia della musica di sottofondo da un cd o da un computer per essere tenuto a pagare il diritto d’autore.

Basterà che ti registri al sito della Siae, come ti spiegheremo in seguito, e che segui le istruzioni che ti verranno fornite. In questo modo potrai pagare la Siae online per il tuo matrimonio senza fare code all’ufficio competente.

Pagare la Siae: perché?

Forse la domanda che ti sei fatto a monte è questa: ma perché devo pagare la Siae per il mio matrimonio anche se non ho la musica dal vivo? La risposta è molto semplice, almeno per chi quei soldi te li chiede.

La Siae è la società che tutela gli interessi ed i diritti degli autori e degli editori. Formalmente bisogna definirla un ente pubblico a base associativa il cui scopo è la protezione e l’intermediazione dei diritti d’autore.

Quest’attività la svolge:

  • concedendo le opportune autorizzazioni per lo sfruttamento economico delle opere registrate per conto e nell’interesse degli autori aventi diritto;
  • incassare i proventi che derivano da queste autorizzazioni;
  • distribuire i proventi tra chi ha il diritto di incassarli, cioè tra gli autori.

In parole molto semplici: quando un’opera (in questo caso musicale) viene eseguita in pubblico, chi l’ha creata deve percepire una somma in qualità di diritto d’autore. La Siae si occupa di incassare quei soldi per poi distribuirli.

Non importa che al tuo matrimonio la musica sia stata eseguita dal vivo o diffusa da un qualsiasi supporto (da un cd, da Spotify, dalla cartella di un computer, da una chiavetta). Quel che conta è che c’è stato un accompagnamento o anche un solo sottofondo musicale. Anzi, si paga sempre ma con costi diversi.

Si paga sempre la Siae ai matrimoni?

Che tu chiami un musicista professionista o che tu chieda ad un amico che è bravo a cantare ed ha l’attrezzatura necessaria per animare la tua festa, per la musica al matrimonio si paga sempre la Siae. Devi considerare il fatto che un ricevimento nuziale fa parte di quelle che la società degli autori chiama «feste o eventi privati», insieme a battesimi, compleanni, cresime, feste di laurea, ecc. che si svolgono «in luoghi diversi dalla propria abitazione, offerti da privati e riservati ai soli invitati».

Così per dire: se festeggiassi il matrimonio a casa tua con qualcuno che canta, in base a questa definizione data dalla Siae non dovresti pagare i diritti d’autore.

Quanto costa la Siae per un matrimonio?

Non sarai molto contento di sapere che il costo della Siae per un matrimonio è il più alto rispetto a tutte le feste private sopra descritte. Insomma, lasciando da parte il costo del musicista (che con il pagamento della Siae non c’entra nulla se non per la compilazione del borderò con l’elenco dei brani eseguite) per il tuo ricevimento di nozze pagherai di più di diritti d’autore che per la tua laurea, il tuo compleanno o il battesimo dei futuri figli (se non ce li hai già).

Parliamo di soldi. La tariffa della Siae per un matrimonio dipende dal numero di invitati. Per la musica dal vivo:

  • fino a 200 invitati: 199 euro più Iva;
  • oltre 200 invitati: 299 euro più Iva.

Se anziché la musica dal vivo viene utilizzata della musica registrata (ad esempio se c’è un deejay), ci sono da pagare anche i diritti che spettano ai produttori fonografici che sono:

  • fino a 200 invitati: 79 euro più Iva;
  • oltre 200 invitati: 119 euro più Iva.

Siae al matrimonio: come si paga online?

Veniamo alla procedura per evitare code e pagare la Siae online per un matrimonio. La prima cosa da fare è registrarti al sito della Siae. Ti verranno chiesti tutti i tuoi dati anagrafici, di residenza, cellulare, indirizzo e-mail, ecc.

Riceverai anche un messaggio di posta elettronica ed un altro via sms con dei codici da inserire per completare la registrazione.

Una volta registrato, puoi accedere al servizio online per le feste private e ti comparirà questa pagina:

Come puoi vedere, il permesso può essere rilasciato fino a 2 ore prima dell’inizio dell’evento e non è possibile aggiungere o annullare il programma musicale trascorse 24 ore dalla fine dell’evento.

Ora puoi cliccare sul tasto «Inizia».

I primi campi da compilare riguardano la località in cui terrai la festa del matrimonio con la musica. Poi dovrai indicare e confermare il nome del locale.

Passo successivo: indicare il tipo di evento (in questo caso scegli matrimonio), la data, l’orario in cui inizierà e finirà la festa, il numero di partecipanti, e se è prevista musica dal vivo, registrata o mista con o senza ballo.

Noi in questa simulazione abbiamo scelto la musica mista con ballo e 199 partecipanti per tenerci sulla soglia di prezzo di cui parlavamo prima. Abbiamo anche ipotizzato di cominciare alle 13 e di finire alle 21.

Infine, ti comparirà il riepilogo che hai selezionato e, in baso, la cifra che devi pagare alla Siae. In questo caso, con i dati che abbiamo messo nella simulazione, il conto è questo:

Come vedi, nella parte in basso c’è il tasto «paga ora» che ti consente di pagare la Siae online.

Una volta effettuato il versamento, puoi scaricare i documenti dalla sezione «Programmi musicali», dove troverai queste sezioni:

  • da assegnare: contiene il programma musicale in attesa di assegnazione al direttore d’esecuzione, cioè al musicista o al deejay che animerà la tua festa. Per inviarlo, puoi cliccare su «Assegna». Se il musicista è già iscritto alla banca dati, ti comparirà il suo nome, altrimenti puoi inserire l’e-mail della persona che suonerà al tuo matrimonio. Cliccando, invece, su «Visualizza» potrai aggiungere o annullare un programma musicale oppure scaricare in .pdf il tuo permesso Siae associato al programma stesso. Conviene sempre stamparlo e portarlo all’evento per esibirlo in caso di controllo;
  • assegnati: contiene l’elenco dei programmi musicali assegnati all’artista, il quale dovrà riportare l’elenco dei brani eseguiti;
  • da riconsegnare: contiene il programma compilato dall’artista da inviare alla Siae. Basta cliccare su «Riconsegna»;
  • riconsegnati: contiene i programmi già inviati alla Siae;
  • trasformati in cartaceo: ti dà la possibilità di stampare i documenti in A4 per portarli a mano all’ufficio Siae di competenza.

Guarda il video


note

Immagine: Gente che balla a festa di matrimonio, autore LightField Studios.


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

4 Commenti

  1. Una volta io ed i miei amici abbiamo organizzato una serata con musica e karaoke a casa. Giusto per divertirci tra di noi… Il giorno dopo la vicina è arrivata con spavalderia dicendo di non organizzare più festini in quanto ci avrebbe denunciato per disturbo della quiete pubblica… Ma come si valuta la soglia di tolleranza dei rumori in condominio?

    1. Quando i rumori derivano da oggetti strisciati sul pavimento, da impianti non correttamente funzionanti (si pensi al condizionatore o allo scaldabagno), dallo stereo o dalla tv ad alto volume, o infine dagli schiamazzi notturni (feste, ecc.), non entrano in gioco i decibel ma un concetto più vago: la normale tollerabilità. Se la soglia dei rumori, infatti, viene ritenuta “intollerabile”, allora la causa può essere fatta contro il vicino rumoroso. Si tratta di un’azione civile volta a ottenere il risarcimento del danno. Scatta invece il reato di disturbo della quiete delle persone se, ad essere disturbato, non è solo il singolo vicino o il dirimpettaio, ma un numero indeterminabile di persone (si pensi alla molestia arrecata a tutto il quartiere da un altoparlante, installato dal bar, che diffonda musica). Se l’azione civile si inizia con un atto di citazione notificato dall’avvocato, quella penale richiede invece una semplice denuncia sporta da uno dei soggetti danneggiati alla più vicina stazione dei Carabinieri o depositata presso la Procura della Repubblica. Per maggiori informazioni leggi i nostri articoli:
      -Rumori in condominio: il danno va dimostrato? https://www.laleggepertutti.it/147334_rumori-in-condominio-il-danno-va-dimostrato
      -Rumori in condominio: per il risarcimento non serve la prova del danno https://www.laleggepertutti.it/113415_rumori-in-condominio-per-il-risarcimento-non-serve-la-prova-del-danno%EF%BB%BF%EF%BB%BF
      -Rumori molesti in condominio, che prevede la legge? https://www.laleggepertutti.it/138372_rumori-molesti-in-condominio-che-prevede-la-legge

  2. Grazie per questa guida.. Mi sarà utile . Vorrei festeggiare il mio compleanno in una saletta con musica e dj.

  3. Ottimo! Non sapevo che si potesse pagare la Siae anche online! Un modo per evitare code e lunghe attese e utilizzare il tempo risparmiato per organizzare la festa. È meraviglioso quando gli invitati si uniscono in coro ed urlano a squarciagola la canzone ahhahah

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA