Diritto e Fisco | Articoli

Come verificare quando scade la patente

28 Febbraio 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 Febbraio 2019



Dalla data del compleanno all’applicazione per smartphone e tablet che ti ricorda tutti i dati sul permesso di guida e sulla tua auto.

L’ingegno e la tecnologia corrono in aiuto degli smemorati. Chi non ricorda nemmeno che giorno è oggi e, tra le altre cosa, si chiede come verificare quando scade la patente, ha diverse possibilità: la più ovvia, la più ingegnosa (creata, pensa un po’, dallo Stato) e la più tecnologica.

La prima è talmente scontata che risulta perfino imbarazzante citarla: basta prendere la patente e guardare, come sulla confezione di latte o di formaggio, la data di scadenza. Certo, se le cose risultassero così semplici non ci sarebbe nemmeno da porsi questa domanda. Ma metti che il tuo permesso di guida è diventato, per qualsiasi motivo, illeggibile proprio lì, dove c’è scritto il giorno, il mese e l’anno in cui la tua patente diventa un inutile pezzo di carta plastificata. Vai a memoria? Se riesci a ricordarti la data esatta, complimenti. Altrimenti, come verificare quando scade la patente?

Ecco che arriva la seconda possibilità, quella ingegnosa creata dallo Stato. Da qualche anno a questa parte, la scadenza dei nuovi permessi viene fatta coincidere con la data di nascita del titolare. Insomma, dimenticarsi quando scade la patente ci può stare, ma dimenticarsi anche di quando uno compie gli anni sarebbe da visita medica.

Il problema, però, è che il passaggio dal vecchio al nuovo sistema è graduale, quindi non tutti hanno ancora la possibilità ingegnosa di verificare quando scade la patente. Così, se hai ancora il permesso di una volta, magari rovinato «proprio in quel punto lì, dove c’è scritto il giorno, il mese e l’anno in cui la tua patente diventa un inutile pezzo di carta plastificata», c’è la terza possibilità, quella tecnologica. Cercare la data sul web? Esattamente. Ma non solo: con i tempi che corrono, oggi c’è anche un’applicazione gratuita che puoi scaricarti sul telefonino o sul tablet e sulla quale si può consultare tutto ciò che riguarda la tua auto e la tua patente. Compresa la data di scadenza.

Più di così non si può avere. Vediamo, però, come funzionano questi sistemi per verificare la scadenza della patente.

Patente di guida: quanto dura?

Si potrebbe dire che uno dei sistemi per verificare quando scade la patente è sapere quando l’hai fatta e quanto dura, cioè ogni quanto va rinnovata.

Per quanto riguarda le patenti A e B, la durata del permesso di guida cambia a seconda dell’età, e cioè:

  • fino a 50 anni la patente scade dopo 10 anni;
  • da 51 a 70 anni: la patente scade dopo 5 anni;
  • da 71 a 80 anni: la patente scade ogni 3 anni;
  • dagli 81 anni: la patente scade ogni 2 anni.

Per la patente C, i tempi di rinnovo cono:

  • ogni 5 anni fino ai 65 anni di età;
  • ogni 2 anni superati i 65 anni di età.

Infine, per la patente D le scadenze sono queste:

  • ogni 5 anni fino a 60 anni di età;
  • ogni anno superati i 60 anni di età.

Patente di guida: la data di scadenza

Dal 2012, e per venire incontro agli smemorati, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha deciso di far coincidere la scadenza della patente con la data del compleanno del titolare. In questo modo è decisamente più facile ricordare almeno il giorno in cui scade il permesso di guida. Poi bisognerà tenere a mente anche l’anno, ma per quello, come vedremo, esistono altri sistemi se proprio non puoi vedere la data di scadenza sulla patente stessa.

Come per la carta d’identità o per altri documenti di riconoscimento, dunque, anche per la patente è in vigore questa disposizione contenuta nel decreto semplificazioni del 2012 [1].

Tuttavia, questa modifica riguarda soltanto le patenti A e B, mentre per quelle di categoria C e D nulla è cambiato. Così come tutto è rimasto uguale per chi ha rinnovato la patente A e B con visita effettuata da una commissione medica locale o da medici dell’Asl specialisti in diabetologia e malattie del ricambio (cioè malattie provocate per alterazioni del metabolismo).

Le due date, vale a dire quella della scadenza della patente e quella del compleanno, vengono allineate progressivamente, man mano che i permessi verranno rinnovati. Può darsi, quindi, che qualcuno che ha rifatto la patente prima del 2012 non abbia ancora questa coincidenza di date. Ce l’avrà dal prossimo rinnovo.

Può succedere, così, che qualche automobilista abbia la patente per una durata superiore di qualche mese ai 10 anni. Ad esempio, chi è nato il 31 dicembre ed ha rinnovato la patente il 2 gennaio 2013, avrà il documento valido per quasi 11 anni, fino al 31 dicembre 2023, cioè i 10 anni di validità più i mesi che passano fino alla data del compleanno. Dopodiché, al rinnovo successivo, la patente verrà rilasciata fino al 31 dicembre 2033 coincidendo già con la data di nascita.

Patente di guida: verificare la scadenza con iPatente

Ed eccoci alla soluzione più tecnologica per verificare quando scade la patente, dopo quella «scontata» di guardare il documento stesso e quella «ingegnosa» di farla coincidere con la data del compleanno. È sempre il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a proporre, tramite il Dipartimento dei Trasporti, l’app che tiene sempre sotto controllo i dati non solo della propria patente ma anche della propria auto.

Si chiama iPatente, è gratuita. Basta scaricare l’applicazione sullo smartphone o sul tablet per consultare:

  • la validità della patente;
  • il saldo punti della patente ed eventuali variazioni con i dettagli;
  • la verifica della copertura assicurativa RC Auto;
  • la verifica della classe ambientale;
  • la sede più vicina della Motorizzazione Civile;
  • la scadenza della revisione dell’auto;
  • lo stato delle varie pratiche che riguardano l’auto e la patente.

L’applicazione è scaricabile sia da Apple Store sia da Google Play.


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA