Diritto e Fisco | Articoli

Praticanti avvocati su Facebook: da fame

11 Aprile 2013
Praticanti avvocati su Facebook: da fame

Insoddisfatti, sfruttati e con scarse possibilità di carriera: questo lo spaccato delle sensazioni dei praticanti avvocati intervistati su Facebook.

Un gruppo di praticanti di Genova ha effettuato un sondaggio tra gli aspiranti avvocati ricompresi tra i 25 e i 30 anni di tutta Italia. Lo scopo era quello di fotografare la situazione della pratica forense al 2013.

I dati che emergono, in circolo su Facebook, dicono che la situazione è drammatica: il 63% degli intervistati ha scarse possibilità di lavorare nello studio in cui fa pratica; il 57% non guadagna nulla; il 19% guadagna meno di 300 euro; il 53% dichiara di passare più della metà del tempo a svolgere mansioni di segreteria; il 51% lavora più di otto ore al giorno; il 63% non è soddisfatto della propria condizione di praticante. Il 98% non si considera rappresentato dalle varie sigle dell’avvocatura e si dichiara favorevole a dar vita a una forma di organizzazione che tuteli i praticanti.


note

Articolo a cura di METAPING

Articolo di Gabriella Ventura, Italia Oggi del 12.04.2013, pag. 22.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube