L’esperto | Articoli

Conflitto di interessi in condominio: ultime sentenze

3 Aprile 2019
Conflitto di interessi in condominio: ultime sentenze

Il conflitto di interessi in condominio ricorre quando c’è divergenza tra le ragioni personali dei singoli condomini e l’interesse del condominio. In questo articolo, troverai le più recenti pronunce su: assemblea di condominio e delibera assembleare; esercizio del diritto di voto; impugnazione della delibera e conflitto di interessi.

Conflitto di interessi e avviso di convocazione

L’invalidità della delibera assembleare discende non solo dalla positiva verifica del voto determinante dei condomini aventi un interesse in conflitto ma altresì dalla dannosità, seppure potenziale, della deliberazione in particolare laddove sia diretta a soddisfare interessi extracondominiali o esigenze lesive dell’interesse condominiale alla gestione dei beni comuni. Emergenze da accertare in concreto come da accertare in concreto il fatto se la partecipazione al voto del condomino in conflitto di interessi sia risultata essenziale per raggiungere la maggioranza di legge.

Tribunale Roma sez. V, 10/10/2018, n.19275

Impugnazione della delibera: occorre provare il conflitto di interessi

Per quanto riguarda la comunione non vi sono disposizioni specifiche che disciplinino le ipotesi di conflitto di interessi le quali però sono mutuabili dal punto di vista sistematico da tutto un insieme di norme (l’art. 1394 c.c. che prevede che il contratto concluso dal rappresentante in conflitto di interessi col rappresentato può essere annullato su domanda del rappresentato se il conflitto era conosciuto o riconoscibile dal terzo, l’art 1395 c.c. che prevede che è pure annullabile il contratto che il rappresentante conclude con se stesso a meno che il rappresentato lo abbia autorizzato specificatamente o il contenuto del contratto sia determinato in modo da escludere la possibilità di conflitto, l’art. 2373 il quale – in materia societaria – stabilisce che il socio non può votare nelle deliberazioni in cui ha per conto proprio o di terzi un interesse in conflitto con quello della società e che in caso di inosservanza la delibera è impugnabile a norma dell’art. 2377 c.c. nel caso in cui senza il voto del socio che avrebbe dovuto astenersi non si sarebbe raggiunta la maggioranza necessaria, così come deve astenersi l’amministratore in conflitto ai sensi dell’art. 2391 c.c., salvi i diritti acquistati in buona fede dai terzi in base ad atti compiuti in esecuzione della deliberazione nonché tutta una serie di norme in ambito familiare) le quali mirano ad evitare che un soggetto portatore di un interesse proprio possa partecipare ad una decisione comune favorendo lo stesso rispetto a quello del gruppo.

Tuttavia non è sufficiente rilevare semplicemente un conflitto di interessi in astratto mutuabile dall’essere il condividente portatore anche di un interesse proprio nella materia oggetto della deliberazione. È infatti onere di chi propone l’impugnativa non solo provare l’esistenza del conflitto e la decisività del voto espresso ma anche la dannosità della delibera medesima per la comunione, pertanto restando irrilevante chela delibera realizzi il conseguimento di un personale interesse del comunista se nel contempo non risulti provato il pregiudizio per l’interesse comune.

Tribunale Parma sez. II, 05/02/2018, n.179

Potenziale conflitto di interessi con il condominio e voto

I condomini in potenziale conflitto di interessi con il condominio possono, e non devono, astenersi dall’esercitare il diritto di voto.

Cassazione civile sez. VI, 25/01/2018, n.1853

Notifica del decreto ingiuntivo dell’amministratore verso il condominio

La notifica di un decreto ingiuntivo volto al recupero di somme dovute dal condominio all’amministratore effettuata a sé stesso presso l’indirizzo di residenza – e non a un curatore speciale nominato dal tribunale allo scopo – è inesistente perché intervenuta nei confronti di persona in palese conflitto di interessi.

Tribunale Milano sez. III, 30/11/2017

Esecuzione interventi edilizi necessari

E’ legittima la pretesa del disabile con invalidità al 100 % ad eseguire interventi edilizi necessari anche senza l’assenso del condominio, tenendo conto peraltro che l’eventuale conflitto di interessi conseguente all’esecuzione dell’opera è di competenza del giudice ordinario e non di quello amministrativo.

Consiglio di Stato sez. IV, 27/01/2017, n.353

Verbale dell’assemblea condominiale e validità della delibera

L’individuazione dei condomini assenti e dissenzienti ed i valori delle rispettive quote millesimali è indispensabile per la verifica della esistenza della maggioranza prescritta dall’art. 1136 c.c.. secondo, terzo e quarto comma, ai fini della validità dell’approvazione delle deliberazioni con riferimento all’elemento reale. Si rende altresì necessaria la identificazione dei condomini consenzienti e di quelli dissenzienti, soprattutto ove si consideri l’interesse dei partecipanti a valutare, tra l’altro, l’ esistenza di un eventuale conflitto di interessi.

Tribunale Bari sez. III, 03/05/2016, n.2460

Delibera assembleare e conflitto di interessi

In materia di condominio, ai fini della invalidità della delibera assembleare, il conflitto di interessi può essere riconosciuto solo ove risulti dimostrata una sicura divergenza tra specifiche ragioni personali di determinati singoli condomini ed un parimenti specifico contrario interesse istituzionale del condominio.

Cassazione civile sez. II, 24/05/2013, n.13011

Conflitto di interessi tra rappresentante e rappresentato

In tema di assemblea condominiale, laddove l’amministratore in carica sia stato munito di delega cd. “vincolata” al voto di conferma dell’amministratore medesimo e, dunque, non agisca nell’esercizio di un potere discrezionale, attenendosi – piuttosto – alla puntuale osservanza della scelta specificamente effettuata a monte dal condomino delegante, non può ravvisarsi la sussistenza di un conflitto di interessi tra rappresentante e rappresentato.

Tribunale Roma sez. V, 15/03/2012, n.5411

Esercizio del diritto di voto e conflitto di interessi

In tema di condominio negli edifici, con riferimento a delibera avente a oggetto la locazione a un singolo condomino di un locale condominiale, va affermato che il diritto di voto non può essere esercitato da un condomino che abbia un interesse proprio in conflitto con quello del condominio.

Cassazione civile sez. II, 12/03/2012, n.3891

Quando c’è conflitto di interessi?

In tema di validità delle delibere assembleari condominiali, sussiste il conflitto d’interessi ove sia dedotta e dimostrata in concreto una sicura divergenza tra specifiche ragioni personali di determinati singoli condomini, il cui voto abbia concorso a determinare la necessaria maggioranza ed un parimenti specifico contrario interesse istituzionale del condominio.

(Principio affermato dalla S.C. con riguardo alla delibera di sistemazione del tetto e ripulitura del canale di gronda, motivatamente apprezzati nella sentenza impugnata come attività inquadrabili nella manutenzione ordinaria del fabbricato e non coinvolgenti la responsabilità del costruttore — anche condomino votante — per presunti vizi dell’edificio, tra l’altro in assenza di specifica contestazione di difetti costruttivi).

Cassazione civile sez. II, 16/05/2011, n.10754


note

Autore immagine: conflitto interessi di Robert Kneschke


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube