Tech | Articoli

Google pay: cos’è e come funziona

24 Marzo 2019


Google pay: cos’è e come funziona

> Tech Pubblicato il 24 Marzo 2019



Ti sei mai chiesto cos’è e come funziona Google pay? Con questa nostra semplice ed esaustiva guida, questa utilissima funzionalità di Google non avrà più segreti per te e potrai cominciare fin da subito a pagare nei negozi fisici e online con la massima rapidità e sicurezza.

Negli ultimi mesi, avrai sicuramente sentito parlare di Google Pay, nuovo servizio di Google dedicato ai pagamenti. Avrai probabilmente letto e sentito elogi a questo servizio, da poco sbarcato in Italia, senza però comprendere nel dettaglio come esso funziona. Google pay: cos’è e come funziona? Niente paura! Con la nostra guida avrai a disposizione uno strumento semplice e funzionale per orientarti nei meandri di questa novità di casa Google, che potrebbe rivoluzionare il tuo concetto di pagamento fisico e online.

Che cos’è Google pay?

Partiamo dalle basi. Google pay è un sistema che ti permette di effettuare pagamenti fisici e online, semplificando e velocizzando questo processo. Registrando la tua carta di credito o prepagata sul tuo profilo, potrai infatti acquistare articoli nelle app o sui siti web con un semplice clic, pagare per prodotti e servizi Google ed effettuare semplicemente acquisti nei negozi fisici abilitati.

In futuro (per ora la funzionalità è attiva solo negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in India), ti sarà inoltre possibile inviare in maniera sicura e affidabile denaro ad amici e parenti, sulla scia di quanto già avviene con altre piattaforme come Paypal o Satispay.

Prima di addentrarci fra le varie possibilità di Google Pay, è giusto che tu sappia un paio di cose. La prima è che in Italia l’app di Google Pay al momento è disponibile solo per sistemi Android. La seconda è che solo le carte di alcuni istituti nostrani sono già abilitate al pagamento tramite Pos.

Puoi scoprire se la tua carta è abilitata semplicemente consultando l’elenco degli istituti di credito sulla pagina ufficiale di Google pay. Se la tua banca non rientra in questo elenco, potrai comunque utilizzare Google pay per i pagamenti online, nell’attesa che il servizio si diffonda capillarmente in tutto il territorio italiano.

Come configurare Google pay?

Per iniziare a utilizzare Google pay, ti basta eseguire alcuni semplici passaggi.

Se stai utilizzando un computer, ti basta recarti sulla pagina relativa al servizio a questo link e fare login con le tue credenziali Google. Nella barra laterale sinistra, vedrai a questo punto la voce Metodi di pagamento. Fai clic su di essa e seleziona Aggiungi metodo di pagamento dalla successiva schermata a comparsa. A questo puoi digitare le specifiche della tua carta di credito e infine premere Salva.

Se invece stai utilizzando uno smartphone o un tablet Android, comincia con scaricare e installare l’app di Google pay dal Play store. Successivamente, all’avvio dell’app, imposta il tuo account Google da utilizzare per il servizio. A questo punto, pigia sul pulsante Inizia e in seguito su Aggiungi una carta.

Imposta quindi tutte le specifiche della tua carta, facendo attenzione a non commettere errori per non compromettere l’utilizzo della stessa, e infine premi su Salva. Se vuoi, invece di compilare i campi a mano, puoi utilizzare la tecnologia Nfc, pigiando sull’apposita icona blu accanto alla carta, la quale, semplicemente avvicinando la carta al tuo dispositivo, leggerà automaticamente tutte le sue specifiche.

Adesso, ti verrà mostrata una schermata di riepilogo sulle funzionalità della tua carta, alla quale seguirà una serie di richieste di permessi per utilizzare tutti i servizi dell’app.

Dopo aver dato tutte le autorizzazioni del caso, accertati che sul tuo dispositivo sia abilitata la tecnologia Nfc, che ti permetterà di utilizzarlo per i pagamenti Pos. Per fare ciò, recati sulle Impostazioni di Android pigiando sulla relativa app, riconoscibile dal simbolo dell’ingranaggio, poi seleziona Connessione dispositivo e infine pigia su Nfc, accertandoti dalla successiva schermata a comparsa che la relativa levetta sia attivata.

Per utilizzare Google pay sul telefono per i pagamenti nei negozi fisici, per ragioni di sicurezza è inoltre necessario impostare il blocco schermo. Per farlo, avvia nuovamente l’app delle impostazioni dello smartphone, poi seleziona in successione Schermata di blocco e sicurezza, Impostazioni di blocco sicuro e Blocca automaticamente.

A questo punto, per effettuare acquisti ti verrà richiesto di sbloccare lo schermo del tuo smartphone. Tuttavia, per pagamenti di piccole entità, ovvero minori o uguali a 25 euro, tale sblocco non sarà necessario, per cui ti basterà semplicemente avvicinare il tuo smartphone al Pos per pagare quanto richiesto.

Come eseguire pagamenti con Google pay?

Adesso che abbiamo configurato al meglio il nostro account e il nostro smartphone, siamo pronti per cominciare a utilizzare concretamente Google pay.

I servizi principali che possiamo pagare sono ovviamente quelli della società che ci mette a disposizione questa piattaforma, ovvero la stessa Google. Di conseguenza, possiamo utilizzare Google Play per acquistare tutti gli oggetti presenti nel Google store, come telefoni, dispositivi per domotica o la celeberrima chiavetta Chromecast.

Possiamo inoltre utilizzare Google play anche per il pagamento di servizi come Google Ads, pensato per la pubblicità sul web, o lo stesso Google drive, piattaforma cloud con la quale archiviare con la massima sicurezza i nostri dati.

Un’altra valida funzionalità di Google pay consiste nel pagamento di beni e servizi su app e siti web compatibili con questa tecnologia. Celeberrime piattaforme come Uber e Airbnb consentono già di pagare i loro servizi con Google Pay, e presto saranno seguite da tante altre realtà del web.

Il sistema per apprendere se un sito consente il pagamento tramite questa tecnologia è semplicissimo: al momento del pagamento, sui siti che lo consentono, accanto ad altre icone che ti saranno certamente note come quelle di Visa, Mastercard, Paypal, Apple pay o Satispay, vedrai infatti una piccola icona con una G, con su scritto Buy with G pay. Questo è il segnale incontrovertibile che ci è permesso di pagare con Google Pay, semplicemente accedendo al nostro account e dando il tuo consenso al pagamento.

La funzionalità più interessante che ci fornisce Google pay è però probabilmente rappresentata dal pagamento degli acquisti nei negozi fisici. Puoi riconoscere gli esercenti che consentono tale pagamento dalle icone relative a Google Pay o al pagamento contactless (riconoscibile da un simbolo di onde simili al Wi-Fi), che dovrebbero essere esposte in bella vista alla cassa o all’ingresso del negozio.

Una volta verificata la possibilità di pagare con Google pay, innanzitutto devi sbloccare il telefono, anche senza lanciare la relativa app. A questo punto devi avvicinare per qualche secondo la parte posteriore del tuo dispositivo allo schermo del pos, e attendere che compaia un segno di spunta blu sul monitor del tuo smartphone. Se questo non accade, prova a ripetere l’operazione cambiando l’impugnatura o l’orientamento del tuo smartphone, che potrebbe avere l’antenna Nfc in una posizione diversa da quella da te ipotizzata.

A seconda della versione del firmware del dispositivo utilizzato nel negozio, potrebbero essere inoltre necessarie alcune azioni aggiuntive, come l’inserimento del pin per le carte di debito o la firma in un’apposita casella su schermo per quanto riguarda la carta di credito. Segui scrupolosamente le indicazioni che ti vengono fornite sullo schermo per completare il pagamento con il massimo livello di sicurezza.

Puoi compiere la stessa identica operazione anche con il tuo smartwatch, su cui ovviamente devi avere preventivamente installato l’app di Google pay. Dal momento che l’Italia fa parte dell’elenco dei paesi che consentono tale funzionalità, ti basterà avvicinare il tuo smartwatch al dispositivo per il pagamento contactless dell’esercente, e attendere un segnale acustico o una piccola vibrazione da parte dell’orologio che tieni al polso.

Se ti dovesse essere richiesto, seleziona la voce credito, indipendentemente dalla tipologia della tua carta, ed eventualmente inserisci il pin. Anche in questo caso, nel giro di pochi secondi avrai effettuato un pagamento in maniera rapida e affidabile.

Google pay: informazioni e funzionalità aggiuntive

Accedendo al tuo account Google Pay da computer, avrai accesso a una serie di utili funzionalità per tenere monitorati i tuoi acquisti e le tue spese. Dal menu Attività del tuo profilo su questa piattaforma, per esempio puoi scorrere lo storico delle tue transazioni, mentre su Metodi di pagamento, oltre a modificare o aggiungere le tue carte associate a Google Pay, puoi anche visualizzare il tuo estratto conto mensile, semplicemente selezionando la voce Estratti conto dal menu Saldo di Google pay.

Potrebbe inoltre esserti utile usare o verificare la sezione Abbonamenti, all’interno della quale avrai il quadro dei tuoi pagamenti ricorrenti a qualche tipo di servizio, che possono essere mensili, annuali o automatici (se il pagamento previsto non ha una cadenza fissa). Selezionando uno specifico abbonamento e cliccando sul tasto Gestisci, puoi inoltre modificare il metodo di pagamento associato a questo pagamento o anche, se lo ritieni necessario, annullare lo stesso, selezionando l’apposita voce che vedrai nel successivo menu a comparsa.

Per i più disparati motivi, come il rimborso per una transazione annullata o una somma ricevuta, potresti inoltre avere un saldo residuo sul tuo account Google Pay, che per tua scelta vorresti trasferire sul tuo conto bancario. Per fare ciò, ti basta recarti sulla sezione Metodi di pagamento e poi selezionare Saldo di Google pay. A questo punto, dal successivo menu, puoi selezionare l’opzione Trasferisci saldo e selezionare l’importo che desideri trasferire sul tuo conto e il rispettivo metodo di pagamento.

Quando hai deciso come procedere, seleziona quindi Trasferisci, in modo da beneficiare almeno per una volta delle funzionalità di Google pay anche per le tue entrate, oltre che per i pagamenti da te effettuati per beni o servizi.

note

Autore immagine: Google pay di dennizn


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA