Diritto e Fisco | Articoli

Sacerdote consiglia di non denunciare pedofilo: è favoreggiamento

15 Aprile 2013 | Autore:
Sacerdote consiglia di non denunciare pedofilo: è favoreggiamento

Porgi l’altra guancia, ma non certo ai criminali: il prete che suggerisce di non denunciare il confratello pedofilo è reo di favoreggiamento.

Il sacerdote che consiglia alla madre di una vittima di pedofilia di non denunciare un confratello commette il reato di favoreggiamento personale [1] aggravato. La particolare influenza che un sacerdote può esercitare su di un fedele comporta infatti che il suggerimento rappresenti non soltanto un innocuo consiglio, ma un reale impedimento alla giustizia.

Lo ha affermato la Corte di Cassazione [2] che ha condannato un sacerdote dopo aver consigliato una signora di non denunciare gli atti di pedofilia compiuti da un altro prete sulla figlia. In particolare, il sacerdote aveva avvertito la fedele che denunciare tali fatti era un atto contrario alla Chiesa.

Il reato di favoreggiamento richiede che l’autore del crimine sia aiutato a sottrarsi alle indagini. L’aiuto può consistere anche nella pressione esercitata su di una persona che abbia la possibilità di denunciare la violenza subita, anche se le indagini sono già avviate o addirittura concluse. Questa pressione è particolarmente forte e può costituire violenza morale quando è esercitata da una personalità dotata di riconosciuto prestigio o autorità, come accade per un sacerdote nei confronti di un fedele.

Il reato è inoltre aggravato poiché l’autore ha strumentalizzato il legame di fiducia e di autorità che lo lega al fedele, violando così i propri doveri di ministro di culto.


note

L’immagine in copertina è prelevata dal sito “Bastardidentro”

[1] Art. 378 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 574/2013.


1 Commento

  1. se dalla tua altezza in un caso del genere o simili,vedi un punto nero schiaccialo o è un prete o un pretaccio

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube