Diritto e Fisco | Articoli

Carte prepagate anonime illegali

23 Marzo 2019
Carte prepagate anonime illegali

Nuove misure sulla tracciabilità dei pagamenti: conti, libretti e moneta elettronica mai più in forma anonima. 

Diventano illegali le carte prepagate anonime. A metterle al bando è la bozza di un decreto correttivo in materia di antiriciclaggio approvato dal Ministero dell’Economia e ora messo in consultazione fino al 20 aprile 2019. Quelle attualmente in circolazione potranno operare solo con importi molto bassi.

Non solo. Tra le novità si registra anche il divieto di conti e libretti di risparmio in forma anonima e, in forma speculare, il legislatore aggiunge anche un “no” assoluto anche ai prodotti di moneta elettronica anonima.

Lo scopo del ministero è quello di portare avanti la battaglia al riciclaggio e alla prevenzione del finanziamento al terrorismo. Nasce anche un registro apposito per trust e fondi patrimoniali. 

Le carte di credito prepagate anonime vengono di solito ricaricate per piccoli importi, prive di alcuna tracciabilità. Di solito sono quelle usate come un salvadanaio elettronico che viene dato o dalle aziende con somme limitate per i dipendenti in trasferta o dai genitori ai figli in gita. 

La IV direttiva comunitaria lascia libero il legislatore tra un ventaglio di scelte che vanno dai limiti all’utilizzo al totale divieto: l’Italia ha optato per il paletto più rigido e ora le carte di credito prepagate anonime diventano illegali. 

Per le monete elettroniche non anonime è previsto un limite di utilizzo massimo di 150 euro invece dei 250 attualmente previsti, stessa soglia per l’importo massimo che il dispositivo può memorizzare. Infine se l’importo massimo memorizzato è superiore ai 50 euro (attualmente 100 euro) non è possibile oltre quella soglia ritirare contanti o procedere a rimborso.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube