HOME Articoli

Lo sai che? Fisco: sanzioni non dovute se la norma tributaria non è chiara

Lo sai che? Pubblicato il 16 aprile 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 aprile 2013

L’incertezza e la buona fede del contribuente lo salvano dalle sanzioni del Fisco.

Il contribuente non paga le sanzioni se la violazione tributaria da lui commessa dipende da norme incerte o comunque poco chiare. Ad affermarlo la Commissione Tributaria Regionale della Sardegna [1].

Lo Statuto del Contribuente [2] salva, in sostanza, la buona fede e la correttezza dell’operato del contribuente qualora questi, in presenza di una normativa tributaria complessa, commetta un errore, ma vi ponga subito rimedio, restituendo le somme all’erario, senza alcun danno per il Fisco.

Esistono dei principi generali di buona fede, lealtà e collaborazione nei rapporti tra contribuente e fisco contenuti nello Statuto del Contribuente [2] (una sorta di Costituzione per il contribuente).

Tali principi vengono spesso disattesi dall’eccessiva rigidità e burocrazie dell’Agenzia delle Entrate ed è il giudice a dover intervenire con sentenze come quella oggi citata.

Esiste, infatti, nello Statuto del Contribuente un principio generale secondo cui, quando un comportamento del contribuente è conforme alle indicazioni del Fisco, anche se successivamente modificate, questo non può essere sanzionato, proprio in ossequio alla buona fede e alla leale collaborazione. Secondo la stessa legge, poi, le sanzioni non possono essere applicate quando la violazione dipende da obiettive condizioni d’incertezza della norma tributaria o quando si tratta di mere violazioni formali senza alcun danno per l’erario.

 

note

[1] Comm. Trib. Reg. Sardegna sent. del 7.1.2013.

[2] Legge 212/2000.

Quando si riceve una cartella di pagamento per sanzioni, è bene verificare se l’Agenzia ha diffuso circolari sulla questione contestata poiché, ove così fosse, si potrà chiedere al giudice l’applicazione dello Statuto del Contribuente sull’incertezza della norma fiscale e ottenere l’eventuale annullamento delle sanzioni, essendo la norma poco chiara.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI