Moduli | Articoli

Lettera di presentazione: esempi

24 Aprile 2019


Lettera di presentazione: esempi

> Moduli Pubblicato il 24 Aprile 2019



Oggi uno dei principali canali attraverso i quali si incontrano domanda ed offerta di lavoro è la Rete. E’ molto importante presentarsi bene per avere chance di essere scelti.

Sei in cerca di lavoro e non sai da che parte cominciare? Ti chiedi se sia sufficiente inviare il tuo curriculum vitae all’azienda presso cui vorresti lavorare o se sia preferibile anche allegare una lettera di presentazione? In questo articolo cercheremo di darti dei consigli a riguardo e di fornirti maggiori informazioni sulla lettera di presentazione: esempi. Secondo i più recenti studi e statistiche, infatti, solo una minima parte di coloro che cercano lavoro inviano una lettera di presentazione nonostante questo passaggio sia considerato molto importante da chi si occupa di ricerca e selezione del personale.

Ricerca del lavoro: qualche consiglio

La ricerca del lavoro è un’attività impegnativa che richiede molto tempo, molto impegno e anche uno specifico metodo da seguire.

Questa attività è importante sia per il lavoratore che cerca una prima occupazione o che, pur essendo occupato, vuole cambiare lavoro sia per le aziende che, ovviamente, devono cercare di attrarre i migliori talenti in base alle loro esigenze se vogliono contare su una forza lavoro dinamica, performante e in grado di portare a casa gli obiettivi fissati dall’azienda stessa.

Non a caso le aziende più strutturate si dotano di una struttura interna all’ufficio del personale che si occupa proprio di ricerca e selezione del personale, un’attività che non si improvvisa ma che richiede percorsi di studio e di formazione specifici.

Si deve innanzitutto premettere che, a differenza di ciò che è avvenuto per tutto il corso del Novecento, oggi in Italia non esiste un sistema pubblico centralizzato che gestisce la domanda ed offerta di lavoro.

Nel Novecento, invece, lo Stato considerava il cosiddetto collocamento al lavoro una propria prerogativa e, dunque, le aziende in cerca di personale e i lavoratori in cerca di lavoro dovevano tutti rivolgersi agli uffici di collocamento per trovare un punto di incontro.

Il sistema del collocamento pubblico, che presentava grossi limiti di efficienza e di eccessiva burocrazia, è stato progressivamente smantellato e oggi esistono i centri per l’impiego pubblici ai quali continuano ad essere affidati alcuni compiti dalla legge ma, in generale, aziende e lavoratori sono liberi di incontrarsi nel mercato privato e di accordarsi autonomamente sull’avvio di un nuovo rapporto di lavoro.

A conferma di ciò, i dati ci dicono che solo il 3% dei nuovi contratti di lavoro viene sottoscritto grazie all’attività svolta dai centri per l’impiego. Il restante 97% dei nuovi posti di lavoro nasce, invece, dal libero incontro tra  domanda ed offerta di lavoro nel mercato.

Spesso si dice che cercare un lavoro è esso stesso un lavoro. In effetti se si vuole porre in essere una ricerca del lavoro seria e che abbia qualche chance di condurre a dei risultati concreti non si deve lasciare nulla al caso.

Di seguito alcuni consigli per impostare al meglio la ricerca del lavoro:

  1. focalizzare la propria attenzione su una specifica area di interesse che sia collegata al proprio percorso di formazione e/o professionale e non rivolgersi in maniera confusionaria a settori disparati che non hanno nulla a che fare con il proprio percorso;
  2. evitare di inviare curriculum vitae via e-mail a tutte le aziende di un certo settore senza alcun elemento di personalizzazione dell’invio;
  3. enfatizzare nel proprio curriculum vitae la linearità del proprio percorso di studi e/o professionale;
  4. se si è già occupati, far emergere gli aspetti positivi che spingono il lavoratore al cambiamento come, ad esempio, la ricerca di nuovi stimoli professionali, la volontà di assumere maggiori responsabilità, etc.;
  5. dimostrare, senza esternazioni eccessive e patetiche, l’interesse specifico per quell’azienda e per il settore in cui opera;
  6. rispondere ad annunci di lavoro solo se si possiedono realmente i requisiti richiesti dall’annuncio stesso.

Lettera di presentazione: sì o no?

Una domanda ricorrente tra chi è in cerca di un nuovo lavoro è se sia opportuno inviare, oltre al curriculum vitae, anche la lettera di presentazione.

Innanzitutto occorre premettere che, a volte, la lettera di presentazione è richiesta direttamente nell’annuncio di lavoro e in questo caso se si invia la candidatura senza la lettera di presentazione è probabile che la candidatura non venga nemmeno considerata, posto che il candidato pone già in essere un comportamento contrario a quanto richiesto dall’azienda.

Quando la lettera di presentazione non è richiesta espressamente oppure quando si invia il curriculum vitae sotto forma di candidatura spontanea è comunque consigliabile inviare anche la lettera di presentazione.

Cos’è una lettera di presentazione?

La lettera di presentazione è una sorta di spiegazione discorsiva del curriculum vitae. Nel cv, infatti, viene indicata una lista di esperienze formative e professionali insieme ad un elenco di competenze tecniche, linguistiche, relazionali, etc.

Per sua natura il cv può risultare freddo, asettico, tecnico. La lettera di presentazione serve dunque a dare un’anima al cv, a personalizzarlo, a svelare la personalità del candidato.

Per questo occorre prestare molta attenzione alla scrittura della lettera di presentazione, la quale deve essere redatta in maniera specifica per ogni singola azienda alla quale viene inviata.

I recruiter, cioè le persone addette alla selezione del personale nelle aziende, sanno capire benissimo se la lettera di presentazione è un modello standard inviato a tutte le aziende oppure se è stata scritta di polso per quella singola azienda.

Il consiglio è dunque quello di scrivere sempre la lettera di presentazione.

Lettera di presentazione: come scriverla? 

Come abbiamo detto, la lettera di presentazione assolve ad alcuni compiti fondamentali:

  • spiegare il cv e dargli una personalità;
  • spiegare perché il proprio profilo professionale è del tutto in linea con la figura ricercata dall’azienda;
  • mostrare come il proprio profilo sia in linea con i valori ed i principi dell’azienda;

Prima di iniziare a scrivere la lettera di presentazione, è bene che il candidato analizzi a fondo l’azienda alla quale la deve inviare e raccolga più informazioni possibili sul suo conto.

La lettera di presentazione deve mostrare al recruiter che il candidato è veramente affascinato dall’azienda ed è molto interessato all’offerta di lavoro oltre ad avere i requisiti tecnico-professionali e caratteriali richiesti.

Per questo è assolutamente sconsigliato impostare una lettera di presentazione standard da inviare, cambiando solo il nome del destinatario, a tutte le aziende alle quali si invia il proprio cv.

I recruiter, che sono esperti e formati per selezionare il personale, capirebbero subito che quella lettera è uguale per tutti, è un format e non è stata scritta su misura per l’azienda alla quale viene inviata.

Per questo è di fondamentale importanza differenziare di volta in volta la lettera di presentazione e non riproporre sempre la stessa.

Questa fase è molto delicata in quanto solo pochissimi tra coloro che inviano la candidatura vengono, di solito, selezionati per un colloquio ed è quindi importante giocarsi al meglio questa carta.

Lettera di presentazione

La prima lettera di presentazione riguarda un profilo medio-alto.

Roma, 1 aprile 2019

Sppett.le Società Alfa

Via Beta n. 1

00187 – Roma

Oggetto: Lettera di presentazione

Spettabile Società,

con riferimento all’annuncio di lavoro pubblicato nella sezione Career del Vostro sito web e relativo alla figura professionale di impiegato amministrativo, con la presente, sono a presentare la mia candidatura.

Sono particolarmente interessato alla posizione da Voi ricercata per due ragioni. Innanzitutto il ruolo da Voi offerto è, a mio avviso, del tutto in linea con il percorso professionale e formativo che ho seguito e che potete più diffusamente apprezzare nel curricum vitae allegato alla presente.

Inoltre, anche a seguito della lettura di numerose informazioni relative alla Vostra società, sono particolarmente interessato alla posizione in quanto sarebbe per me motivo di particolare soddifazione poter collaborare con una realtà aziendale come la Vostra di cui condivido la mission ed i valori.

Come scritto nel curriculum vitae, svolgo la professione di impiegato amministrativo da oltre dieci anni, come da Voi richiesto nell’annuncio di lavoro.

Sempre sulla base delle Vostre richieste, confermo di avere una conoscenza medio-alta della lingua inglese, che utilizzo quotidianamente dal punto di vista lavorativo.

Per quanto riguarda le competenze relazionali richieste, confermo di avere una particolare predisposizione per il lavoro di squadra. Ho sempre pensato, infatti, che i risultati migliori si raggiungono con la sinergia del gruppo e non solo con l’azione del singolo.

Confermo, infine, la mia disponibilità immediata a prendere servizio presso di Voi, qualora, come da me auspicato, mi venisse da Voi offerta la possibilità di dimostrare le mie competenze e la mia professionalità.

Nell’auspicio di poter sostenere un colloquio di persona, Vi ringrazio sin da ora per l’opportunità che intederete offrirmi e, restando a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, porgo

Cordiali saluti.

Mario Rossi

In questa seconda lettera di presentazione, invece, il candidato si propone per una posizione professionale più esecutiva.

Roma, 1 aprile 2019

Sppett.le Società Alfa

Via Beta n. 1

00187 – Roma

Oggetto: Lettera di presentazione

Spettabile Società,

con riferimento all’annuncio di lavoro pubblicato di recente nel vostro sito con il quale ricercate un operaio addetto alla logistica vi sottopongo la mia candidatura allegandovi il mio curriculum vitae e la presente lettera di presentazione.

Come evidenziato nel cv, sin da quando avevo 18 anni mi sono sempre occupato di logistica ed ho lavorato presso l’area logistica di diverse società sempre con mansioni di operaio.

Ho, nel tempo, acquisito tutti i titoli necessari a svolgere al meglio questa professione (patente del muletto, etc.) e sono a conoscenza della gran parte dei software che vengono utilizzati nelle società per la gestione logistica.

Oltre alle competenze tecniche, garantisco un carattere aperto e socievole e tendente al lavoro di gruppo, oltre che uno spiccato senso del dovere e spirito di sacrificio.

Un cordiale saluto,

Mario Rossi

note

Autore immagine: lettera di presentazione lavoro di fizkes


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA