Lavoro e Concorsi | Articoli

Curriculum vitae europeo: come si compila

3 Aprile 2019 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 3 Aprile 2019



Passo dopo passo, il modo in cui scrivere il tuo cv seguendo il modello predisposto dalla Commissione Ue. Il modulo Europass da scaricare.

Quando viene richiesto un curriculum vitae da un’azienda, a volte il candidato va nel panico pensando di non averlo scritto correttamente, di avere dimenticato qualcosa oppure di averci messo dentro troppe informazioni. E, siccome anche l’occhio vuole la sua parte, teme di non avergli dato la forma adeguata. Esiste un modulo standard, tra i più utilizzati, per andare sul sicuro. Si tratta del curriculum vitae europeo. È un formato che, ovviamente, va adattato alle tue esigenze e alle tue capacità, se non altro per personalizzarlo ed evitare di inviare un cv come tanti altri. Per questo è importante sapere come si compila con un certo criterio.

Curriculum vitae europeo: Europass

Il curriculum vitae europeo, chiamato anche Europass, è stato introdotto dalla Comunità europea per agevolare la richiesta di lavoro all’interno dei Paesi dell’Unione. Un modo per standardizzare la ricerca all’interno del mercato Ue. È suddiviso in diverse sezioni che riportano:

  • le informazioni personali;
  • l’occupazione che stai cercando;
  • le esperienze professionali;
  • l’istruzione e formazione;
  • le competenze personali (lingue, capacità comunicativa, uso di strumenti informatici, ecc.);
  • altre informazioni (eventuali pubblicazioni, referenze, ecc.);
  • allegati.

Alla fine, si riporta anche il consenso obbligatorio al trattamento dei dati personali secondo la normativa in vigore.

Vediamo passo dopo passo come compilare il curriculum vitae europeo. Alla fine, quando avrai visto come si fa, potrai anche scaricare il modulo. Tieni presente che i campi sono facoltativi, quindi potrai eliminare ciò che non ti serve o aggiungerne qualcuno se non ti bastano per inserire le informazioni necessarie.

Curriculum europeo: le informazioni personali

In alto a destra dovrai inserire il tuo nome e cognome.

La prima sezione che trovi nel curriculum vitae europeo è quella relativa alle informazioni personali.

Ti vengono richiesti:

  • nome e cognome;
  • residenza (via, numero civico, Cap, città e Paese;
  • numero di telefono (fisso e cellulare);
  • indirizzo e-mail;
  • eventuale sito web personale;
  • account di messaggistica istantanea (ad esempio su Twitter);
  • sesso;
  • data di nascita;
  • nazionalità.

C’è anche uno spazio per inserire una tua foto formato tessera.

Vedrai questa sezione così:

Curriculum europeo: che cosa stai cercando

Subito dopo ti viene chiesto di indicare il lavoro che stai cercando. Puoi inserire:

  • il tipo di attività;
  • la posizione che ti piacerebbe occupare;
  • il titolo di studio che hai ottenuto inerente all’occupazione desiderata;
  • l’obiettivo professionale.

Ribadiamo che non è obbligatorio riportare tutti questi dati e che, quindi, è possibile cancellare i campi che non andrai a compilare, anche se è opportuno (pur con la dovuta brevità) dare al tuo interlocutore il maggior numero possibile di informazione sulle tue ambizioni professionali.

Vedrai questa sezione così:

Curriculum europeo: esperienza professionale

Se hai già lavorato o stai lavorando presso qualche azienda, in questa sezione del curriculum vitae europeo dovrai riportare le tue esperienze professionali. Come puoi vedere dall’immagine sotto, a sinistra va inserito il periodo in cui hai lavorato per un datore. Se questa esperienza si è già conclusa, dovrai scrivere la data di inizio e quella di fine del rapporto. Se, invece, sei ancora in forza, basta scrivere: «Dal… – presente».

Accanto, inserisci il tipo di lavoro che svolgi o che hai svolto. Ad esempio: «Tecnico di manutenzione», «programmatore informatico» «responsabile ufficio estero», ecc. Sotto, indica il luogo in cui hai svolto o svolgi quest’attività (nome dell’azienda, località e, eventualmente, il sito web) e le tue principali attività o responsabilità. Se vuoi, puoi aggiungere anche il settore produttivo a cui appartiene l’azienda.

Se hai avuto più esperienze, puoi fare «copia-incolla» di questo campo e ripetere la procedura. Normalmente, si inizia dall’esperienza più recente a quella iniziale.

Vedrai questa sezione così:

Curriculum europeo: istruzione e formazione

È il momento di parlare della tua preparazione accademica. In questa sezione, pertanto, devi inserire i tuoi titoli di studio e dove li hai conseguiti.

Anche qui, a destra vanno riportati i riferimenti temporali, cioè da quando a quando hai frequentato le varie scuole o l’università, mentre accanto devi inserire:

  • il titolo di studio o la qualifica;
  • il luogo in cui l’hai conseguito;
  • le materie trattate, nel caso di master o corsi di perfezionamento, ecc.

Come nella sezione precedente, puoi fare «copia-incolla» di questo campo e ripetere la procedura, sempre iniziando dal titolo più recente.

Vedrai questa sezione così:

Curriculum europeo: competenze personali

Questa sezione è più articolata. Nel curriculum vitae europeo è importante inserire non solo quello che hai imparato a scuola ma che altro sai fare.

Le competenze personali iniziano con le lingue. Va segnalata la tua lingua madre e le altre che sei in grado di parlare e di capire, indicando il livello di comprensione in ascolto e in letture e di interazione. C’è anche un campo relativo ad eventuali certificazioni che hai ottenuto.

Si passa, poi, ad altro tipo di competenze personali e, in particolare, a quelle che riguardano:

  • le tue capacità di comunicazione ed il contesto in cui le hai acquisite (ad esempio in un precedente lavoro);
  • le tue capacità organizzative e gestionali;
  • le tue competenze professionali che non hai indicato in precedenza (ad esempio perché non hai mai avuto modo di dimostrarle in un lavoro).

Tra le tue competenze personali non possono mancare quelle digitali. Troverai nel curriculum vitae europeo una tabella in cui dovrai fare una sorta di autovalutazione delle tue capacità nell’elaborazione dei dati, nella creazione di contenuti o nella risoluzione dei problemi. Altrimenti, puoi cancellare la tabella ed inserire altre informazioni come, ad esempio:

  • ottima conoscenza degli strumenti informatici di ufficio;
  • ottima conoscenza degli strumenti di elaborazione di immagini.

Infine, puoi aggiungere altre tue competenze personali (se sai suonare uno strumento, se dipingi, se sei bravo con il bricolage, se hai la passione per la cucina, ecc.) e devi inserire, se ce l’hai, il tipo di patente di guida.

Curriculum europeo: altre informazioni e allegati

Il curriculum vitae europeo si chiude con le sezioni «altre informazioni» e «allegati».

Nella prima, puoi inserire le tue eventuali pubblicazioni sia su carta sia su Internet. Se, ad esempio, hai scritto un libro, un manuale, se hai un blog o un sito attivo che si occupa di un determinato argomento (puoi anche indicare il numero di persone che mediamente ti leggono ogni giorno o ogni mese). Nel caso tu abbia la passione per la musica, se hai editato qualche disco o fatto dei lavori pubblicati su YouTube e quale seguito hanno auto, ecc-

La sezione degli allegati è riservata ai file (in .pdf possibilmente) che ti interessa far vedere, come la laurea, attestati, recensioni che parlano di te, referenze, ecc.

Curriculum europeo: il trattamento dei dati

Attenzione, perché senza questa frase il tuo curriculum vitae vale meno di zero. Devi autorizzare il trattamento dei tuoi dati personali ai sensi di lege. In pratica, devi chiudere il curriculum scrivendo questo:

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 20 giugno 2003, n. 196 «Codice in materia di protezione dei dati personali».

Se adesso hai le idee più chiare su come si compila il curriculum vitae europeo, puoi scaricare il modello e adattarlo alle tue esigenze e alle tue capacità. In bocca al lupo.

note

Immagine: Invio curriculum europeo, autore LightField Studios


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA