HOME Articoli

Miscellanea Attentato a Boston: Google mette “Finder” a disposizione delle vittime

Miscellanea Pubblicato il 16 aprile 2013

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 16 aprile 2013

Grazie a Finder, i familiari potranno avere notizie sui loro cari.

Bombe a Boston. Ancora una volta l’America si stringe nel dolore e, ancora una volta, si dimostra, in questo, un popolo estremamente unito.

Con l’occasione, anche i nuovi media hanno messo a disposizione le proprie energie. Lo stesso Google ha riattivato “Finder”, una piattaforma “cercapersone” inaugurata dal colosso di Mountain View dopo il terremoto di Haiti. “Finder” serve per mettere in contatto i cari che non hanno accesso alle notizie, per poter avere o dare informazioni sulle vittime o sui superstiti.

Con le sue due interfacce: “sto cercando qualcuno” e “ho informazioni su qualcuno”, Finder servirà a mettere in contatto maratoneti e pubblico con i loro familiari.

Finder si trova a questo indirizzo:

http://google.org/personfinder/2013-boston-explosions


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI