Lavoro e Concorsi | Articoli

Lavoro e concorsi, la guida per essere sempre aggiornati

18 Giugno 2019 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 18 Giugno 2019



Ultimi aggiornamenti in materia di concorsi pubblici e assunzioni presso le grandi aziende: come trovare lavoro nel pubblico e nel privato.

Quando si parla di lavoro e concorsi, essere costantemente aggiornati è d’obbligo: i bandi di concorso e le procedure di reclutamento, difatti, hanno delle tempistiche abbastanza strette per presentare la propria candidatura. Scaduti i termini, l’occasione di lavoro sfuma definitivamente. Ma come ci si può aggiornare regolarmente riguardo a tutte le procedure di reclutamento effettuate dagli enti pubblici e dalle grandi aziende? Per quanto riguarda i concorsi pubblici, questi sono pubblicati, a cadenza bisettimanale, nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami. Tramite questa sezione della Gazzetta, consultabile gratuitamente online, è possibile sapere quali sono le ultime procedure di reclutamento indette dalle Pubbliche amministrazioni e scaricare i relativi bandi. Tuttavia, i concorsi non sono raggruppati per rilevanza, così si rischia di perdere parecchio tempo visionando bandi in cui i posti a concorso sono pochissimi. Come fare, allora, per conoscere le procedure di reclutamento indette dalle grandi aziende? Esiste, in materia di lavoro e concorsi, la guida per essere sempre aggiornati sulle possibilità di trovare un nuovo impiego? Purtroppo, ancora non esiste un sito internet istituzionale che raggruppi le procedure di reclutamento maggiormente rilevanti, sia nel pubblico che nel privato.

Per un aggiornamento completo sulle migliori occasioni di lavoro, dunque, oltre a visionare la Gazzetta Ufficiale, ci si dovrebbe “armare di pazienza”, e visionare, a cadenza praticamente giornaliera, i siti web delle maggiori aziende, o i siti di offerte di lavoro (ne abbiamo parlato in: Siti per trovare lavoro), o la piattaforma Anpal.

In questo articolo cercheremo di fornire, costantemente, un quadro sui bandi di concorsi e le procedure di reclutamento più rilevanti, in modo da poter tenere quotidianamente informato il nostro lettore. Non dovrai quindi trovare altri link su Google: potrai mettere questa pagina tra le preferite del tuo browser in modo da richiamarla, di tanto in tanto, e scoprire cosa di nuovo è successo in materia di lavoro e concorsi.

Indice

Ministero Giustizia: concorso per 1850 funzionari

Il Ministero della Giustizia ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.136 del 12 giugno 2019, il decreto [2] che disciplina le modalità di reclutamento di personale amministrativo da inquadrare, con contratto a tempo indeterminato, nei ruoli dell’Amministrazione giudiziaria.

Il decreto prevede l’indizione di un concorso per 1850 assunzioni negli uffici giudiziari, più 903 assunzioni tramite scorrimento delle graduatorie. I nuovi assunti saranno collocati nella seconda e nella terza area funzionale.

Ecco, in particolare, chi sarà assunto:

  • 903 assistenti giudiziari, area funzionale seconda, fascia retributiva F2, che saranno inseriti mediante scorrimento dalla graduatoria del concorso pubblico per 800 posti di assistente giudiziario indetto nel 2016, nei limiti dei candidati che risultano dichiarati idonei dalla predetta graduatoria;
  • 1850 funzionari giudiziari, area funzionale terza, fascia retributiva F1, che saranno inseriti mediante procedura concorsuale.

Per assumere i 1850 funzionari giudiziari potrà essere organizzato un concorso unico dal Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri, tramite la Commissione Ripam, anche con modalità semplificate. Oltre ai titoli di preferenza previsti nella generalità dei casi, costituisce titolo preferenziale l’aver svolto tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari.

I requisiti generali sono i seguenti:

  • aver conseguito una laurea triennale o magistrale o diploma di laurea (vecchio ordinamento) in Giurisprudenza, Economia e Commercio o Scienze Politiche, oppure un titolo di studio equipollente;
  • conoscenza di una lingua straniera;
  • conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche di office automation più diffuse.

Scuola: 3 concorsi per 66mila docenti e nuovi percorsi abilitanti speciali

In base all’intesa firmata dal Miur e dalle organizzazioni sindacali l’11 giugno 2019, saranno a breve banditi i seguenti concorsi:

  • concorso straordinario e abilitante per 24mila insegnanti di scuola secondaria: è rivolto ai docenti con almeno 3 anni di insegnamento nella scuola statale, di cui uno nella classe di concorso per cui intendono concorrere; la valutazione avverrà sulla base dei titoli di servizio e di due prove, una scritta, da svolgere su pc, e una orale non selettiva; chi si collocherà utilmente in graduatoria acquisirà l’abilitazione alla relativa classe di concorso;
  • concorso ordinario per 24mila insegnanti di secondaria: questo bando è rivolto a laureati in possesso dei requisiti previsti per accedere all’insegnamento, compresi 24 crediti universitari (CFU) in settori formativi psico antropo pedagogici e nelle metodologie didattiche; nel complesso, tra i due concorsi è prevista l’assunzione di 48.539 docenti;
  • concorso ordinario per 17mila (16.959 posti)  insegnanti da assumere nella scuola dell’infanzia e primaria; a questa selezione potranno partecipare i diplomati magistrali ante 2001/2002, e i laureati in scienze della formazione primaria.

Scuola: percorsi abilitanti speciali

I nuovi concorsi per l’assunzione degli insegnanti saranno banditi contemporaneamente all’attivazione, entro il 2019, dei nuovi PAS, percorsi abilitanti speciali. Questi percorsi saranno riservati al personale docente della scuola secondaria che abbia maturato almeno 3 anni di servizio, sia presso scuole statali che presso scuole paritarie, saranno organizzati in più cicli annuali, e saranno aperti anche ai  docenti di ruolo e ai dottori di ricerca.

Come lavorare nella scuola?

Dal 2019, per lavorare nella scuola come docenti sono previste nuove modalità di reclutamento:

  • per l’immissione in ruolo dovranno essere indetti dei concorsi, ai quali potranno partecipare:
    • per i posti comuni:
      • candidati abilitati;
      • laureati in possesso di 24 crediti universitari (CFU) in settori formativi psico antropo pedagogici e nelle metodologie didattiche;
      • docenti con 3 anni di servizio svolto negli ultimi 8 anni;
    • per i posti ITP (insegnanti tecnico pratici):
      • fino al 2025, candidati con diploma valido per accedere alle classi di concorso;
      • dopo il 2025, docenti abilitati o laureati in possesso di 24 CFU in settori formativi psico antropo pedagogici e nelle metodologie didattiche;
    • per i posti di sostegno:
      • candidati in possesso dei requisiti previsti per gli altri posti e della specializzazione sul sostegno.
  • ciascun concorso sarà articolato in 3 prove d’esame, 2 scritte e una orale;
  •  per gli insegnanti di sostegno sono previsti 2 esami, ossia uno scritto e un colloquio.

I vincitori dei concorsi saranno inseriti in un percorso di formazione iniziale e prova, superato il quale saranno confermati in ruolo.

Poste italiane: posizioni aperte

La società Poste italiane S.p.A. è spesso alla ricerca di nuove professionalità, in tutte le regioni d’Italia: le posizioni aperte si possono visionare, in tempo reale, nella sezione Lavora con noi del sito, dalla quale è possibile anche inserire il proprio curriculum per le candidature.

Attualmente, Poste Italiane è alla ricerca di:

  • figure di front end, da inserire presso i suoi uffici postali nella Provincia di Bolzano (Val Venosta, Val Pusteria, Val Passiria, Val Gardena), con iniziale contratto a tempo determinato e possibilità di conversione a tempo indeterminato; i lavoratori svolgeranno attività di promozione e vendita di prodotti e servizi di competenza; è richiesto il diploma di scuola superiore, assieme al patentino di bilinguismo; l’iter di selezione prevede 2 test di ragionamento, un test d’inglese e un colloquio individuale;
  • giovani laureati in discipline economiche, per consulenza in ambito finanziario e commerciale; i candidati individuati saranno inseriti, con contratto di apprendistato, nella rete degli uffici postali su tutto il territorio nazionale; è richiesta una laurea magistrale in discipline economiche (Economia e Commercio, Economia Aziendale, Economia Istituzioni e Mercati Finanziari, Scienze Bancarie ed Assicurative, Economia Intermediari Finanziari e Scienze Statistiche) conseguita con votazione finale non inferiore a 102/110;
  • esperti  nel settore bancario/assicurativo in ambito commerciale, in attività di consulenza e vendita in materia di servizi d’investimento, prodotti assicurativi e di finanziamento; l’inserimento avverrà con contratto a tempo indeterminato.

1500 allievi agenti della Polizia di Stato

Il ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico, per esame e titoli, per il reclutamento di 1515 allievi agenti della Polizia di Stato, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale, o in rafferma annuale.

In particolare, possono partecipare al concorso i cittadini italiani che, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, ossia al 4 luglio 2019, si trovino in una delle seguenti
condizioni:

  • volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio da almeno sei mesi continuativi o in rafferma annuale;
  • volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) collocato in congedo al termine della ferma annuale;
  • volontario in ferma quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.

Per la partecipazione è richiesta un’età tra 18 e 26 anni, ed il diploma di scuola secondaria di 1° grado (di 2° grado per chi non ha svolto il servizio militare).

Maggiori informazioni sulla Gazzetta Ufficiale, IV serie concorsi ed esami, n.44 del 4 giugno 2019:
Concorso 1515 allievi Polizia di Stato
.

Navigator, prova ed elenco ammessi

Pubblicati, nel sito Anpal, gli elenchi degli ammessi e le date delle prove. Nel dettaglio, la prova selettiva si svolgerà in sessioni distinte, dal 18 al 20 giugno 2019, presso la Fiera di Roma – Via Portuense 1645-1647 – Roma.
I candidati ammessi dovranno utilizzare l’ingresso Nord della fiera e recarsi al Padiglione 9 per il check-in.
Il giorno, l’ora e il punto di identificazione sono indicati, per ciascun candidato, nell’elenco degli ammessi.

Selezione navigator: quando il concorso e le graduatorie?

In molti si chiedono quando saranno pubblicate le graduatorie per gli ammessi a partecipare al bando di selezione dei 3mila navigator, e dove e quando si terranno le prove. In base al contenuto dell’avviso di selezione per l’ente che si occuperà della gestione del concorso, le selezioni dovrebbero tenersi in una location unica a Roma, molto probabilmente all’Eur o alla Fiera di Roma.

Quando sarà il concorso? L’avviso con le date di svolgimento della prova può essere pubblicato con un minimo di 10 giorni di anticipo: potrebbe dunque tenersi a giugno, al più tardi a luglio.

E le graduatorie?

In base al contenuto del bando, gli elenchi provinciali degli ammessi alla prova saranno pubblicati all’indirizzo web
Selezione navigator, oltre che sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sul sito dell’Anpal.
La sede, il giorno e l’ora di svolgimento della prova selettiva sono pubblicati all’indirizzo web Selezione navigator, oltre che sul sito del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sul sito dell’Anpal, contestualmente alla pubblicazione degli elenchi degli ammessi e almeno 10 giorni prima della data della prova.
Queste pubblicazioni assumono valore di notifica a ogni effetto di legge.

Comune di Venezia: 266 assunzioni

Agenti di polizia locale, insegnanti, giuristi, tecnici, amministrativi, ingegneri, architetti, geometri, assistenti sociali e giornalisti: sono questi i profili che la giunta Comunale di Venezia inserirà a breve, grazie al nuovo piano di occupazione per il prossimo triennio che, tra nuovi concorsi e stabilizzazioni di personale, porterà all’assunzione di 266 persone.

In particolare, il Comune di Venezia assumerà le seguenti figure:

  • 85 agenti di polizia locale, di cui 25 di categoria D;
  • 28 insegnanti;
  • 2 psicopedagogiste;
  • 8 giuristi, avvocati, esperti finanziari;
  • 14 assistenti sociali;
  • 22 ingegneri, architetti, geometri;
  • 33 amministrativi;
  • 2 giornalisti.

Per candidarsi è necessario attendere l’uscita dei bandi di concorso, che saranno pubblicati attraverso la pagina riservata ai concorsi del sito web del Comune di Venezia.

Bando aggiornamento GAE docenti

C’è tempo sino al 20 maggio, per i docenti, per la presentazione delle domande utili:

  • alla permanenza nelle GAE (graduatorie ad esaurimento);
  • ad aggiornare la propria posizione nelle GAE;
  • a confermare o a sciogliere l’iscrizione con riserva alle GAE.

Il termine per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento,e della prima fascia delle graduatorie di circolo e di istituto del personale docente ed educativo, è stato infatti recentemente prorogato al 20 maggio da un nuovo DM [1] , con validità per gli anni scolastici 2019 / 2020, 2020 / 2021 e 2021 / 2022.

La presentazione della domanda di aggiornamento delle GAE deve essere effettuata, pena la cancellazione, dal personale docente ed educativo inserito, a pieno titolo o con riserva, nella 1°, 2°, 3° fascia o nella fascia aggiuntiva delle graduatorie ad esaurimento costituite in ogni provincia.

Camera dei deputati: 300 posti a concorso

In arrivo centinaia di posti di lavoro a Roma, presso la Camera dei Deputati,: sono previsti, in base a quanto riportato dal quotidiano Il Tempo e da Sky Tg24, un totale di 4 bandi di concorso entro il 2020, dei quali il primo uscirà non più tardi di luglio 2019 e sarà finalizzato al reclutamento di circa 300 laureati, da inserire come consiglieri parlamentari.
Il maxi concorso sarà infatti rivolto a candidati in possesso di laurea quinquennale, da inserire nel profilo professionale di consigliere parlamentare. Lo stipendio iniziale previsto è di 65mila euro annui.

La selezione prevede due prove scritte e due orali:

  • tra le materie d’esame, per la parte scritta, ci saranno diritto, politica economica e storia d’Italia;
  • la parte orale verterà sulle materie delle prove scritte, con l’aggiunta di una prova linguistica in cui il candidato dovrà dimostrare la conoscenza di una lingua straniera a scelta tra inglese, francese e spagnolo.

Quali sono le funzioni dei consiglieri parlamentari?

Queste figure hanno compiti di direzione amministrativa, di revisione e controllo delle procedure contabili, di certificazione, di consulenza procedurale, di studio e di ricerca, di assistenza giuridico-legale, di organizzazione e direzione delle attività connesse alle relazioni istituzionali con enti nazionali e internazionali.

Presso la Camera dei Deputati ci sarà, poi, una seconda selezione, che riguarderà i documentaristi: si tratta di figure che si occupano di istruire e formulare documenti ed elaborati tecnici e contabili, e di redigere resoconti delle sessioni parlamentari.

Il terzo concorso sarà rivolto ai segretari parlamentari: si tratta di figure che si occupano della gestione di documenti, archivi e altre attività d’ufficio. Infine, il quarto concorso sarà finalizzato al reclutamento di assistenti parlamentari.

Per potersi candidare a uno dei quattro concorsi, è necessario attendere la pubblicazione dei bandi ufficiali di selezione. Nello specifico, i bandi di concorso saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, e sulla sezione Concorsi del sito web della Camera dei Deputati.

100mila nuovi posti pubblici

In arrivo 100mila assunzioni pubbliche, con lo sblocco del turnover: a causa delle numerosissime domande di pensione dei dipendenti pubblici, presentate sia grazie ai trattamenti ordinari Fornero (pensione di vecchiaia e anticipata ordinarie), sia grazie alle nuove possibilità di uscita (Quota 100 e opzione Donna), il numero dei posti da coprire è veramente alto.

Per far fronte ai buchi di organico dovuti ai pensionamenti di massa, nei prossimi 5 anni sono previste decine di migliaia di assunzioni: 66mila insegnanti, 33mila tra personale della Polizia, dei Vigili del fuoco, dell’università, dell’Ispettorato del Lavoro e dei ministeri.

In sostanza, sono previsti per i concorsi pubblici 100 mila posti: scuola, ministeri, Polizia, Vigili del fuoco. Oltre a questi maxiconcorsi, sono previste procedure di reclutamento, come di consueto, presso Asl, Comuni ed enti locali.

Senza contare le 5mila assunzioni previste all’Inps e le migliaia di assunzioni dei navigator da parte dell’Anpal e delle regioni.

Chi sarà assunto?

Per approfondire: Concorsi pubblici, 100mila assunzioni.

Guardia di finanza: concorso 965 allievi

Il comando generale della Guardia di Finanza ha indetto un concorso, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di 965 allievi finanzieri per l’anno 2019.

805 posti sono per il contingente ordinario, e 160 per quello di mare. 676 posti sono riservati ai volontari in ferma prefissata delle Forze armate, 263 ai cittadini italiani e 26 ai candidati in possesso dell’apposito attestato linguistico.

Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che:

  • abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda (ore 12 di lunedì 27 maggio), compiuto il 18° anno e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età; il limite anagrafico massimo così fissato è elevato di un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato e, comunque, non superiore a tre anni per coloro che, alla data del 6 luglio 2017, svolgevano o avevano svolto servizio militare volontario, di leva o di leva prolungato;
  • godano dei diritti civili e politici;
  • siano in possesso del diploma di istruzione secondaria:
    • di primo grado, per i posti riservati ai volontari delle Forze armate;
    • di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento della laurea, se concorrenti per i posti destinati ai cittadini italiani; possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma, lo conseguano nell’anno scolastico 2018/2019;
  • non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza ovvero abbiano rinunciato a tale status;
  • non siano, alla data dell’effettivo incorporamento, imputati o condannati ovvero non abbiano ottenuto l’applicazione della pena per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • non si trovino, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato giuridico di finanziere;
  •  siano in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria; a tal fine, il Corpo della guardia di finanza accerta, d’ufficio, l’irreprensibilità del comportamento del candidato in rapporto alle funzioni proprie del grado da rivestire. S; sono causa di esclusione dall’arruolamento anche l’esito positivo agli accertamenti diagnostici, la guida in stato di ebbrezza costituente reato, l’uso o la detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope a scopo non terapeutico, anche se saltuari, occasionali o risalenti;
  • non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica amministrazione ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, a esclusione, per il contingente ordinario, dei proscioglimenti per inattitudine al volo o alla vita di bordo e, per il contingente di mare, dei proscioglimenti per inattitudine al volo;
  • non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole o istituti di formazione delle Forze armate e di polizia.

Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito Concorsi Online della Guardia di finanza e nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n. 33/2019. Le domande di partecipazione al concorso vanno inviate, dal  portale web Concorsi Online della Guardia di finanza, entro le ore 12 di lunedì 27 maggio 2019.

Inps: 5000 nuove assunzioni

Il nuovo piano dei fabbisogni dell’Inps, firmato da Pasquale Tridico, prevede 4.728 nuove assunzioni per il 2019.

Nel dettaglio, il nuovo piano di assunzioni prevede l’immissione in servizio di:

  • 35 medici di secondo livello;
  • 4598 impiegati da inquadrare nell’area C;
  • 88 impiegati da inquadrare nell’area B;
  • 16 impiegati da inquadrare nell’area A.

Ancora non sono state rese note le date entro le quali sarà possibile candidarsi per le nuove posizioni.

In ogni caso, è possibile sapere, in tempo reale, quando saranno indetti i nuovi concorsi:

  • accedendo al portale web dell’Inps e seguendo il percorso: Avvisi, bandi e fatturazione, concorsi, Elenco concorsi;
  • consultando la Gazzetta Ufficiale, IV Serie Concorsi ed esami.

Per approfondire: Inps, 5mila nuove assunzioni.

Inail: maxi concorso da 420 posti

L’Inail ha indetto nuovi concorsi, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo pieno e indeterminato di 420 posti:

  • 202 collaboratori di amministrazione;
  • 97 ricercatori;
  • 67 collaboratori tecnici di enti di ricerca;
  • 40 tecnologi;
  • 9 operatori tecnici;
  • 5 operatori di amministrazione.

I candidati devono:

  • essere titolari di un rapporto di lavoro flessibile con l’Inail;
  • aver maturato, al 31 dicembre 2017, almeno 3 anni di contratto, negli ultimi 8 anni, con l’Istituto;
  • avere la cittadinanza italiana o europea e godere dei diritti civili e politici;
  • avere l’idoneità fisica all’impiego;
  • non aver riportato condanne penali;
  • non essere stati destituiti da pubblici uffici, o decaduti da precedenti incarichi presso altre amministrazioni;
  • avere una posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari, se soggetti;
  • il titolo di studio richiesto varia a seconda della posizione per la quale si concorre.

I testi dei singoli bandi di concorso sono disponibili nel sito istituzionale dell’Inail; le domande di partecipazione al concorso devono essere inviate entro il 16 maggio 2019.

Lavorare da Mc Donald’s: le prossime selezioni

Lavorare da Mc Donald’s non significa ottenere un impiego temporaneo o precario: negli ultimi 2 anni, difatti, Mc Donald’s Italia ha assunto circa 3mila persone, delle quali il 92% con contratto stabile.

Nello specifico, tutti i dipendenti McDonald’s sono regolarmente assunti con contratto collettivo nazionale del lavoro (Ccnl) del Turismo: il 71% è assunto con contratto a tempo indeterminato e il 23% con contratto di apprendistato (con una durata di 36 mesi: al termine del periodo di formazione, nella quasi totalità dei casi l’apprendista è confermato a tempo indeterminato). Solo per il 6% dei dipendenti sono utilizzati contratti a tempo determinato.

I dipendenti assunti in tutta Italia sono 23mila. Ai lavoratori sono offerte ogni anno, nel complesso, 900mila ore di formazione, a tutti i livelli. Inoltre, le possibilità di crescita sono ottime.

Per selezionare il personale, Mc Donald’s ha realizzato un evento itinerante, McItalia Job Tour.
Dopo una prima fase di selezioni online, in pratica, la società “si sposta” per conoscere candidati, allestendo un villaggio con spazi riservati ai colloqui e un’area informativa a disposizione di tutti. Soltanto i candidati selezionati nella fase online possono accedere ai colloqui e, in questa occasione, ottenere anche tutte le informazioni sull’azienda e sul lavoro da Mc Donald’s.

Le prossime tappe si terranno a:

  • Nembro (BG) : è necessario candidarsi entro il 1 maggio 2019;
  • Avigliana (TO) : è necessario candidarsi entro il 6 maggio 2019.

Le candidature devono essere inviate tramite il sito web di Mc Donalds Italia, presso la sezione Lavora con noi.

Formez PA: nuovi bandi di selezione

L’ente Formez PA, centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle pubbliche amministrazioni, assume periodicamente personale, tramite selezione pubblica, da impegnare nell’ambito dei progetti formativi.

I bandi attivi in questo periodo per lavorare in Formez PA sono finalizzati al reclutamento delle seguenti figure, inquadrate con contratto di collaborazione:

  • un laureato (laurea specialistica), con esperienza di oltre 10 anni; sede di lavoro: Cagliari; durata incarico: 17 mesi; stipendio: 12.096 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ Campus Sardegna – Cultura del paesaggio e uso consapevole del territorio”; è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 29 aprile 2019;
  • un laureato (laurea specialistica), con esperienza da 5 a 10 anni; sede di lavoro: Catanzaro; durata incarico: 32 mesi; stipendio: 92.160 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ SproNaCal – supporto tecnico alla programmazione nazionale della regione Calabria”;è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 3 maggio 2019;
  • un laureato (laurea specialistica), con esperienza da 5 a 10 anni; sede di lavoro: Catanzaro; durata incarico: 32 mesi; stipendio: 92.160 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ SproNaCal – supporto tecnico alla programmazione nazionale della regione Calabria”; nello specifico, la risorsa dovrà contribuire a potenziare il sistema di governance multilivel e il coordinamento inter-istituzionale, per migliorare l’integrazione delle politiche e l’efficacia dei programmi e degli interventi;  è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 3 maggio 2019;
  • un laureato (laurea specialistica), con esperienza da 5 a 10 anni; sede di lavoro: Catanzaro; durata incarico: 32 mesi; stipendio: 82.944 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ SproNaCal – supporto tecnico alla programmazione nazionale della regione Calabria”; nello specifico, la risorsa opererà nell’ambito di intervento A: “supporto tecnico nella definizione, programmazione, coordinamento, monitoraggio e rendicontazione dei programmi di competenza”;  è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 3 maggio 2019;
  • un laureato (laurea triennale), con esperienza da 1 a 3 anni; sede di lavoro: Catanzaro; durata incarico: 32 mesi; stipendio: 40.320 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ SproNaCal – supporto tecnico alla programmazione nazionale della regione Calabria”; nello specifico, la risorsa dovrà contribuire alla verifica dello stato di avanzamento delle attività progettuali nell’ambito di intervento A: “supporto tecnico nella definizione, programmazione, coordinamento, monitoraggio e rendicontazione dei programmi di competenza”, e nell’ambito di intervento B:”supporto al coordinamento, monitoraggio e rendicontazione degli interventi”;  è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 3 maggio 2019;
  • un laureato (laurea specialistica), con esperienza da 3 a 5 anni; sede di lavoro: Catanzaro; durata incarico: 32 mesi; stipendio: 51.840 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ SproNaCal – supporto tecnico alla programmazione nazionale della regione Calabria”; nello specifico, la risorsa dovrà contribuire a migliorare l’efficacia del monitoraggio, della rendicontazione delle azioni e la definizione delle procedure nell’ambito di intervento A: “supporto tecnico nella definizione, programmazione, coordinamento, monitoraggio e rendicontazione dei programmi di competenza”, e nell’ambito di intervento B:”supporto al coordinamento, monitoraggio e rendicontazione degli interventi”;  è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 3 maggio 2019;
  • un laureato (laurea specialistica), con esperienza da 5 a 10 anni; sede di lavoro: Roma; richiesta la conoscenza della lingua inglese, almeno al livello B2; durata incarico: 3 mesi; stipendio: 5184 euro; la risorsa sarà impegnata nell’ambito del progetto “ Azioni di supporto per il rafforzamento della capacità amministrativa e istituzionale del Dipartimento Politiche Antidroga”; nello specifico, la risorsa dovrà supportare il Dipartimento per le Politiche Antidroga (DPA) nel consolidare le capacità istituzionali e amministrative attraverso l’elaborazione, il coordinamento, il monitoraggio e la valutazione di programmi e iniziative in materia di politiche antidroga;  è possibile presentare la candidatura, tramite il sito Formez, entro il 2 maggio 2019.

Le candidature devono essere presentata esclusivamente via web, utilizzando i formati elettronici disponibili nell’area pubblica del sito Formez alla voce “Lavora con noi”.

Scuola: due concorsi e stabilizzazione dei precari

In dirittura d’arrivo due nuovi concorsi nella scuola, per 66mila cattedre complessive, ed una nuova corsia preferenziale per la stabilizzazione dei precari, con priorità per coloro che hanno oltre tre anni di servizio alle spalle.

Nel dettaglio, il Miur sta per far partire due nuove selezioni ordinarie:

  • la prima, da 16.959 posti, già definita e destinata agli insegnanti da assumere nella scuola dell’infanzia e primaria; a questa selezione potranno partecipare i diplomati magistrali ante 2001/2002, e i laureati in scienze della formazione primaria;
  • la seconda, da 48.536 disponibilità, rivolta esclusivamente alle medie e alle superiori; per questi posti potranno invece concorrere anche i laureati non abilitati, a patto che abbiano conseguito 24 crediti formativi (Cfu) in materie antro-psico-pedagogiche; agli abilitati non saranno richiesti i 24 Cfu.

Resta comunque aperta la problematica dei precari: dal prossimo settembre si rischiano oltre 100mila cattedre scoperte, da assegnare quindi a dei supplenti. A questo proposito, il governo si è detto disponibile a trovare una soluzione, come una quota di riserva di posti (oggi, a normativa invariata, pari al 10%), un punteggio extra da attribuire ai titoli, e l’abolizione delle preselezioni.

Per quanto riguarda le graduatorie ad esaurimento (Gae), è stato firmato il decreto per aggiornarle, per il triennio 2019/2022. La presentazione delle domande di permanenza, aggiornamento, reinserimento, trasferimento, conferma o scioglimento della riserva deve avvenire tramite piattaforma Polis con una domanda da presentare dal 26 aprile al 16 maggio 2019.

Start2work: 150 posti nelle start up in tutta Italia

Sono aperte le candidature per il programma Start2work, un’iniziativa lanciata da Facebook e Binario F, rivolta soprattutto a giovani e neolaureati, che offre opportunità di formazione in ambito digitale e possibilità di assunzioni e stage nelle aziende aderenti e nelle migliori start up.

Al momento sono già 120 le posizioni aperte nell’ambito del progetto; a breve saranno estese a 150. Il programma si svolge in collaborazione con Start2impact, start up innovativa dedicata alla formazione e alle opportunità di impiego nel settore digitale

Ecco come funziona il progetto:

  • i partecipanti devono registrarsi nella piattaforma Start2impact; hanno a disposizione 18 corsi online a scelta, per sviluppare 40 competenze legate agli ambiti Marketing Digitale, UX / UI Design o Programmazione Web; il costo dei corsi è gratuito, per il primo mese, successivamente è necessario un abbonamento mensile di 29,99 euro;
  • dalla piattaforma è anche possibile accedere alle offerte di lavoro presenti sul portale web;
  • terminati i percorsi formativi, gli iscritti devono effettuare dei project work per attestare le competenze acquisite;
  • Start2impact valuta i candidati e i loro progetti, selezionando i profili idonei per le posizioni da coprire;
  • i partecipanti selezionati potranno effettuare colloqui con le aziende interessate all’assunzione, nell’ambito delle giornate di Job Fair che si svolgeranno a Roma, presso la sede di Binario F; il primo appuntamento è previsto per la seconda metà di maggio.

Le opportunità di lavoro attualmente disponibili sono 120, e le aziende con posizioni aperte sono 74, tra le quali 3bee, Barilla, D – Heart e MiMoto. Sono offerti sia stage che contratti di lavoro dipendente, anche a tempo indeterminato, con stipendio annuo sino a 40mila euro.

Concorso per l’assunzione di 3mila navigator: bando

Anpal Servizi ha aperto una selezione pubblica per assumere 3mila navigator, cioè i tutor che si occuperanno di seguire i beneficiari del reddito di cittadinanza.

Il navigator sarà la figura centrale dell’assistenza tecnica fornita da Anpal Servizi S.p.A. ai centri per l’impiego: ogni navigator sarà un collaboratore appositamente selezionato e formato per supportare i servizi e per integrarsi nel nuovo contesto caratterizzato dall’introduzione del reddito di cittadinanza. Si occuperà di assicurare assistenza tecnica ai centri per l’impiego, valorizzando le politiche attive regionali e integrandole con metodologie e tecniche innovative, che saranno adottate per il reddito di cittadinanza.

Le posizioni disponibili risultano fino ad un massimo di 3mila, distribuite in tutte le regioni italiane.

Le domande possono essere presentate sino all’8 maggio 2019; il candidato deve presentare la domanda di partecipazione alla selezione pubblica esclusivamente in via telematica, mediante l’utilizzo di Pin dell’Inps, oppure Spid (sistema pubblico di identità dgitale) o Cns (carta nazionale dei servizi), compilando l’apposito modulo disponibile
all’indirizzo web “Selezionenavigator.anpalservizi.it”. Non sono ammesse altre forme di  produzione o di invio delle domande di partecipazione.

Tra i requisiti di ammissione è richiesta la laurea. Per saperne di più: Selezione Navigator: bando

Maxi-concorso scuola per insegnanti

Nuove assunzioni in arrivo nel settore scolastico: si parla di un nuovo maxi concorso a cattedra per insegnanti nelle scuole, per un totale di circa 66mila professori da assumere. Per le assunzioni saranno indetti due diversi concorsi. Il primo prevede 16.959 posti da assegnare, risulta già definito ed è destinato agli insegnati della scuola dell’infanzia e primaria. Il secondo concorso prevede l’assegnazione di 48.536 posti, è rivolto alle medie e alle superiori ed è ancora da organizzare.

Per saperne di più: Maxi-concorso insegnanti

177 impiegati comunali a Genova

Il Comune di Genova assume a tempo pieno e indeterminato 177 figure:

  • 91 istruttori servizi amministrativi;
  • 28 istruttori servizi tecnici;
  • 58 funzionari servizi amministrativi.

I titoli di studio richiesti vanno dal diploma di scuola secondaria di secondo grado per gli amministrativi, al diploma tecnologico o tecnico, sino alla laurea in ingegneria per gli istruttori tecnici. Per i 58 funzionari si richiede il diploma di laurea in scienze politiche, giurisprudenza o economia (vecchio ordinamento o corrispondente laurea specialistica o magistrale).

Le domande di ammissione devono essere trasmesse, esclusivamente per via telematica, entro lunedì 6 maggio. Oltre alla prova scritta ed alla prova orale, potrebbe essere prevista una prova preselettiva. Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito del Comune di Genova e nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.27/2019.

Ministero dell’Interno: 14 assunzioni di disabili

Il ministero dell’Interno ha avviato l’assunzione di 14 persone disabili da inquadrare nei profili professionali di ausiliario (area funzionale prima, fascia retributiva F1) e di operatore amministrativo (area funzionale seconda, fascia retributiva F1), con richiesta numerica di avviamento a selezione ai centri per l’impiego, ai sensi della Legge 68 (collocamento mirato di disabili).

Il personale sarà assegnato agli uffici di seguito indicati:

  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Ancona, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Ascoli Piceno, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Brescia, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Campobasso, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Fermo, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Frosinone, un operatore
    amministrativo;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Latina, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Nuoro, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Perugia, un operatore
    amministrativo;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Prato, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Siena, un ausiliario;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Siracusa, un ausiliario;
  • Uffici centrali, Prefettura-U.T.G. o Questura di Roma, un
    operatore amministrativo;
  • Prefettura-U.T.G. o Questura di Viterbo, un ausiliario.

Nessuna domanda di partecipazione deve essere inoltrata direttamente all’Amministrazione civile dell’interno da parte degli interessati: l’avviamento avverrà a cura dei centri per l’impiego territorialmente competenti.

Maggiori informazioni possono essere reperite nella Gazzetta Ufficiale 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.29/2019.

Ricambio generazionale al 100% nella Pubblica Amministrazione

A partire dal 2019 le pubbliche amministrazioni potranno assumere a tempo indeterminato, con un limite di spesa pari al 100% di quella relativa ai dipendenti di ruolo cessati nell’anno precedente, grazie al Ddl Bongiorno. Sarà anche più facile assumere i vincitori di concorso o procedere allo scorrimento delle graduatorie, così come indire nuovi bandi di concorso: le procedure potranno infatti essere avviate anche senza preventiva autorizzazione, nel limite massimo dell’80% delle facoltà di assunzione maturate. Inoltre, tutti gli statali potranno chiedere richiedere un’aspettativa non retribuita per maturare esperienze lavorative in organismi pubblici o privati.

Bando Navigator: ultime novità

Da 6mila unità, che sarebbero dovute essere assunte come co.co.co. da Anpal servizi, i navigator da assumere sono stati ridotti a 3mila, a seguito di una recente intesa con le Regioni. Ma le sorprese (in negativo) non finiscono qui. Il ruolo dei navigator, che inizialmente sono stati presentati come  le figure di riferimento per i beneficiari del reddito di cittadinanza, saranno solo di supporto ai servizi per l’impiego.

Sicuramente questa non è una bella notizia per i numerosi laureati in attesa di una possibilità d’inserimento nel mercato del lavoro, ma non lo è nemmeno per i dipendenti dei centri per l’impiego, di per sé già oberati, che si ritroveranno a gestire un enorme numero di persone.

La questione navigator, ad ogni modo, non è ancora chiusa, sinché non si troverà un’intesa definitiva: il ruolo della figura e le unità da inserire, quindi, potrebbero ancora cambiare.

Lavorare con lo chef Cannavacciuolo: come candidarsi

Lavorare al fianco di uno chef stellato è sempre stato il tuo sogno? Forse non sai che, nei locali del famosissimo chef Antonino Cannavacciuolo, ci sono diverse posizioni aperte, tutte consultabili dal sito Antoninocannavacciuolo.it, sezione Job.

Le strutture presso le quali si può essere assunti sono Villa Crespi, Cannavacciuolo Bistrot Torino, Cannavacciuolo Café e Bistrot Novara, Cannavacciuolo Bakery, Laqua charme e boutique (nelle ultime due strutture al momento non ci sono posizioni aperte).

Ecco le figure attualmente ricercate:

  • cassiera e banco/bar, presso Cannavacciuolo Bistrot Novara; la risorsa si occuperà di gestire le operazioni di cassa e supporterà il team del cafè nella gestione del banco bar;
  • demi chef di cucina, presso Villa Crespi: la risorsa collabora con il cuoco capo partita di suo riferimento per tutte le preparazioni e attività (cotture, linee, servizio), ne segue le direttive e, a seguito di un’adeguata formazione, lo sostituisce in caso di necessità;
  • commis di cucina, presso Cannavacciuolo Bistrot Novara: il commis di cucina collabora con il proprio capo partita, ne segue le direttive, aiuta in tutte le preparazioni e supporta il lavoro delle altre partite quando richiesto;
  • addetti reception e booking, presso Cannavacciuolo Bistrot Torino: la risorsa cura l’accoglienza del cliente e si occupa di gestire e monitorare le prenotazioni, con l’accordo e la supervisione del direttore del ristorante e del maitre di sala;
  • pastry chef, presso Villa Crespi: il pastry chef, riportando all’executive chef ed al sous chef, è responsabile della produzione e dell’organizzazione della pasticceria del ristorante;
  • cuoco capo partita presso Villa Crespi: la risorsa è responsabile della partita assegnata e gestisce in autonomia cotture, linee e servizio;
  • commis di sala presso Villa Crespi: la risorsa cura la preparazione dei tavoli e la mise en place e supporta lo chef de rang nella gestione operativa del servizio di sala;
  • sommelier, presso Villa Crespi: il sommelier, con la supervisione e l’accordo dello chef sommelier, supporta e cura le prestazioni della sommellerie durante tutte le fasi del servizio al Ristorante, assicurando una qualità di servizio personalizzata;
  • commis sommelier, presso Villa Crespi: supporta le prestazioni della sommellerie durante tutte le fasi del servizio al ristorante, dedicandosi anche alla mescita sotto la guida del suo responsabile;
  • barman, presso Villa Crespi: con l’accordo e la supervisione del restaurant manager, il barman è responsabile della qualità del servizio e delle prestazioni del bar;
  • chef de rang presso Villa Crespi: lo chef de rang, con l’accordo e la supervisione del restaurant manager, cura e gestisce il servizio all’interno della sezione di sala a lui assegnata;
  • commis di sala, presso Cannavacciuolo Bistrot Novara;
  • chef de rang, presso Cannavacciuolo Bistrot Torino;
  • demi chef di pasticceria, presso Villa Crespi.

Concorso per 70 infermieri: Azienda Zero regione Veneto

L’Azienda Zero, Regione Veneto, ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 70 infermieri; le risorse saranno inserite a tempo indeterminato e inquadrate nella categoria D, presso le seguenti strutture:

  • Ulss n. 3 Serenissima: n. 20 posti;
  • Ulss n. 4 Veneto Orientale: n. 5 posti;
  • Ulss n. 9 Scaligera: n. 10 posti;
  • Azienda Ospedaliera di Padova: n. 17 posti;
  • Istituto Oncologico Veneto: n. 18 posti.

Oltre ai requisiti previsti per la generalità dei concorsi (idoneità alle mansioni, cittadinanza italiana o europea, età inferiore al limite ordinamentale per il collocamento a riposo, esclusione dall’elettorato, etc.), sono previsti, per partecipare al bando, i seguenti requisiti:

  • laurea in Infermieristica, appartenente alla classe delle lauree nelle professioni sanitarie infermieristiche SNT/1, oppure diploma universitario di infermiere,  o titoli equipollenti;
  • iscrizione al relativo albo professionale.

Le domande di ammissione al concorso devono essere presentate, entro le ore 24 del 2 maggio 2019, esclusivamente online, mediante la procedura disponibile alla pagina Aziendazero Iscrizioneconcorsi.it.

Per maggiori informazioni: Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.26/2019.

Credem, 150 posti nel 2019

Credito Emiliano SpA (Credem) ha in programma per il 2019 ben 150 assunzioni: la maggior parte dei nuovi posti di lavoro riguarderà giovani laureati e diplomati, ma ci sono possibilità anche per profili senior, in Lombardia, Emilia Romagna e altre sedi sul territorio nazionale.

Per i profili junior, oltre a un diploma o una laurea in ambito economico, giuridico o matematico, le risorse cercate devono possedere competenze in materia finanziaria e creditizia e competenze trasversali, quali attitudine a sviluppare nuove relazioni, al lavoro in squadra, capacità commerciali e di coordinamento con altre funzioni aziendali.

I profili selezionati saranno inseriti in un percorso di sviluppo presso varie sedi su tutto il territorio nazionale, a seconda delle esigenze aziendali.

Le candidature possono essere presentate:

  • tramite la pagina del sito web Credem “Lavora con noi”, registrando il curriculum vitae nell’apposito form online, in risposta agli annunci di proprio interesse;
  • partecipando ai job day, che si tengono, periodicamente, presso le maggiori Università italiane.

Ministero dell’Interno: concorso per 20 atleti

È stato indetto un concorso pubblico, per titoli, per l’assunzione di venti atleti da assegnare ai gruppi sportivi «Polizia di Stato – Fiamme Oro», che saranno inquadrati nel ruolo degli agenti e assistenti della Polizia di Stato.

Il concorso è riservato ad atleti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) o dalle federazioni sportive nazionali, che siano in possesso dei requisiti previsti per l’accesso al ruolo degli agenti ed assistenti della Polizia di Stato e di almeno uno dei titoli sportivi elencati. Per maggiori informazioni: Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.26/2019.

Carabinieri: concorso per 3700 allievi

È stato indetto un bando per 3700 allievi carabinieri, riservato ai volontari delle forze armate in ferma prefissata di un anno (Vfp1) o quadriennale (Vfp4) ovvero in rafferma annuale, in servizio o in congedo.

Nello specifico, è previsto il reclutamento di:

  • 529 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno oppure in rafferma annuale, in servizio;
  • 139 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato a coloro che non abbiano superato il ventiseiesimo anno di età; il limite massimo di età è elevato a 28 anni per coloro che abbiano già prestato servizio militare;
  • 32 allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservato ai concorrenti in possesso dell’attestato di bilinguismo.

Per maggiori informazioni: Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.22/2019.

Amazon: 180 nuove assunzioni ad Arzano

Il gruppo Amazon, colosso dell’e-commerce, ha deciso di espandere ulteriormente la propria rete logistica in Italia, costruendo un nuovo centro di distribuzione in Campania.

Il deposito di smistamento sorgerà ad Arzano, in provincia di Napoli, e darà lavoro a circa 180 persone, tra:

  • inserimenti diretti: 30 addetti (magazzinieri, operai, altri profili) a tempo indeterminato;
  • inserimenti indiretti: effettuati dai fornitori di servizi di consegna del gruppo, che inseriranno oltre 150 autisti a tempo indeterminato.

Per candidarsi alle offerte di lavoro del gruppo, bisogna compilare l’apposito form online presso la sezione Jobs del sito Amazon.

Esercito: concorso tenenti in servizio permanente

Sono stati indetti i seguenti concorsi, per titoli ed esami, per la nomina di tenenti in servizio permanente nel ruolo normale del Corpo degli ingegneri, del Corpo sanitario e del Corpo di commissariato dell’esercito:

  • concorso per la nomina di nove tenenti nel ruolo normale del Corpo degli ingegneri dell’Esercito così ripartiti;
  • concorso per la nomina di sei tenenti nel ruolo normale del Corpo sanitario dell’Esercito;
  • concorso per la nomina di cinque tenenti nel ruolo normale del Corpo di commissariato dell’Esercito così ripartiti.

Per maggiori informazioni: Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.25/2019.

200 posti presso il nuovo centro commerciale di Milazzo

Il centro commerciale Parco Corolla di Milazzo, in Sicilia, cerca personale in vista di aperture di nuovi negozi, che creeranno numerosi posti di lavoro. Sono ben 200 le risorse da assumere nei punti vendita di prossima inaugurazione. Gli interessati alle future assunzioni centro commerciale Parco Corolla e alle offerte di lavoro a Milazzo possono visitare la pagina Lavora con noi del sito web della struttura.

Navigator per il reddito di cittadinanza

Sono previste migliaia di assunzioni, in tutta Italia, in qualità di navigator. I navigator sono dei tutor che si occuperanno di seguire personalmente i beneficiari del reddito di cittadinanza per trovare loro un nuovo impiego: dovranno aver conseguito una laurea magistrale.

Al momento, il bando per il reclutamento dei navigator non è ancora uscito, ma è stato recentemente pubblicato da Anpal Servizi il bando per scegliere la società che si dovrà occupare della selezione dei navigator. Per approfondimenti: Navigator per reddito di cittadinanza 

note

[1] DM 374/2019.

Autore immagine: 123rf.com

[2] Ministero della Giustizia, decreto 18 aprile 2019.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

20 Commenti

  1. Il mio sogno è sempre stato quello di entrare nell’arma. Due anni fa, ho fatto il concorso in Polizia, ma ancora non sono stato chiamato perché stanno procedendo con i punteggi più alti e siamo stati davvero tantissimi alla prova scritta. Quest’anno, credo che mi preparerò per il concorso nell’arma dei Carabinieri. Incrociate le dita per me. Potete darmi maggiori informazioni sui requisiti, sulle prove de’esame, sulla domanda da presentare e tutte le informazioni utili per il concorso? Vi ringrazio.

    1. E’ richiesto il godimento dei diritti politici e civili; se minorenni il consenso dei genitori o tutori; condotta incensurabile; fedina penale pulita; idoneità fisica e psichica; non aver subito misure preventive. Lo svolgimento del concorso prevede: prova scritta di selezione; prove di efficienza fisica; accertamenti psico-fisici, per il riconoscimento dell’idoneità psicofisica; accertamenti attitudinali; valutazione dei titoli. La domanda dovrà essere presentata on-line, nell’area concorsi del sito ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, entro trenta giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale

  2. Salve a tutti voi della legge per tutti. Io vorrei fare il concorso nell’esercito. Quali sono i requisiti per accedere? Qual è il limite d’età? Ma i tatuaggi sono vietati?

    1. Il candidato deve essere cittadino italiano, godere di tutti i diritti civili e politici e non avere ancora compiuto i 32 anni. “No ai tatuaggi razzisti, discriminatori, osceni, con riferimenti sessuali o che possano portare discredito alle istituzioni della Stato e alle forze armate”. È questa la nuova e categorica direttiva imposta dall’Esercito Italiano, che si aggiunge al divieto già esistente (e avallato dal TAR Lazio) verso tutti i tattoo e piercing posti nelle zone visibili del corpo. La circolare dello Stato Maggiore, inviata ai reparti di tutto il territorio, chiarisce le ragioni della nuova norma, volta a “prevenire situazioni che possano incidere sul decoro dell’uniforme”.

    2. Buongiorno Salvatore, sullo specifico concorso trovi maggiori informazioni nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale – concorsi ed esami, n.25/2019.

  3. Una guida con tante informazioni utili sui concorsi e sui lavori più ricercati. Vi ringrazio per le informazioni sempre aggiornate che ci fornite sugli aspetti legali e sull’attualità. Ci sono tante pagine che pubblicano fake news, ma per me voi siete affidabili!

  4. I miltari di ferma prolungata rientrano nelle riserve del dlgs 66/10,all’articolo 2038 si parla di ferma prolungata su base volontaria.Grazie.

  5. I miltari in ferma prolungata hanno diritto alle riserve del 30% come previsto dal dlgs 66/10?.All’articolo 2038 e’ sancito chiaramente la ferma prolungata su base volontaria oltre al fatto di un diritto acquisito.

  6. Ho notato che in questo periodo c’è la corsa alla nullafacenza anziché alla ricerca del lavoro. Dovrebbero leggersi un po’ articoli come questo e documentarsi! Ci sono talmente tante richieste che non possono lamentarsi dicendo che c’è la crisi e giustificarsi stando a gongolare per casa. Io mi sveglio ogni mattina per lavorare e la sera anziché uscire e ciondolare mi occupo della mia famiglia. Quanti sono disposti a provvedere all’altro piuttosto che dormire?!

    1. Buongiorno Lara. I navigator devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
      laurea magistrale/specialistica(LM/LS) in una delle seguenti discipline:
      scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S);
      scienze della politica (LM‐62 o 70/S);
      scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S);
      scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S);
      servizio sociale e politiche sociali (LM‐87);
      programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S);
      sociologia e ricerca sociale (LM‐88);
      sociologia (89/S);
      scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S);
      psicologia (LM‐51 o 58/S);
      giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S);
      teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S);
      scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S);
      diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle lauree magistrali elencate, o di un titolo equipollente, anche conseguito all’estero;
      cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea o di regolare permesso di soggiorno per lavoro;
      godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza e provenienza;
      assenza di condanne penali, di procedimenti penali in corso, interdizione o altre misure che escludono la costituzione del rapporto di lavoro con le pubbliche amministrazioni, secondo le leggi vigenti;
      assenza di condanne penali, anche se con sentenza non passata in giudicato, per reati di mafia, di terrorismo, di narcotraffico, di violenza sessuale, malversazione, truffa, frode, concussione, corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, istigazione alla corruzione, peculato, turbata libertà dell’industria o del commercio, ricettazione, riciclaggio, autoriciclaggio;
      assenza di licenziamenti o dispense dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
      idoneità fisica allo svolgimento delle attività.

  7. Ah, dimenticavo. Oltre ai requisiti per diventare navigator, vorrei sapere nel dettaglio cosa deve fare il navigator, quanto dura l’incarico e qual è il compenso. Grazie in anticipo la legge per tutti.

    1. L’incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a 27.338,76 euro (circa 1600 euro netti al mese), oltre a 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico, quali spese di viaggio, vitto e alloggio. Il navigator servirà a facilitare l’incontro tra i beneficiari del programma del reddito di cittadinanza e i datori di lavoro, i servizi per il lavoro e i servizi di integrazione sociale, come prestabilito dai patti per i servizi.
      Nello specifico, il navigator:
      supporta gli operatori dei centri per l’impiego (cpi) nella definizione e qualificazione del piano personalizzato previsto dalla legge;
      svolge una funzione di assistenza tecnica agli operatori dei cpi impiegati nel supporto ai beneficiari del Reddito di cittadinanza nel percorso di inclusione socio‐lavorativa, per garantire che il beneficiario porti a termine con successo il programma e raggiunga la propria autonomia;
      supporta i cpi nei collegamenti con le imprese e col sistema di istruzione e formazione, per permettere ai beneficiari di individuare e superare gli ostacoli che incontrano nel percorso verso la realizzazione professionale, l’autonomia economica e la piena integrazione sociale nella propria comunità;
      collabora con gli operatori dei cpi per realizzare i servizi previsti e assicurare i diritti e i doveri dei beneficiari.
      I navigator impegnati nelle attività di assistenza tecnica nelle regioni saranno preliminarmente coinvolti in un percorso di formazione organizzato da uno specifico staff di Anpal Servizi S.p.A.

  8. Salve. Mi pareva di aver letto su questo sito di informazione giuridica un articolo in cui si spiegava che nella Camera dei Deputati ci sarebbero state assunzioni al fine di reclutare 300 unità di personale, con diverse qualifiche e mansioni. E’ vero? Potreste segnalarmi l’articolo o darmi maggiori informazioni a riguardo? Grazie mille

    1. Buongiorno Giorgio. Hai letto bene. Presto saranno disponibili 300 posti per consiglieri, assistenti e segretari parlamentari, tecnici e documentaristi: nuovo concorso per chi vuole lavorare nella Camera dei deputati. Il boom degli inserimenti è dovuto in parte alle cessazioni ed ai pensionamenti, intervenuti non solo quest’anno, ma anche nelle annualità passate, ai quali non sono seguite nuove assunzioni; in parte, è dovuto all’esigenza di avere in organico delle professionalità fondamentali, che ogni anno acquistano sempre più rilevanza, come gli informatici ed i tecnici. Il personale interessato dal piano di assunzioni sarà reclutato attraverso dei concorsi pubblici: i bandi per consiglieri parlamentari della professionalità generale e della professionalità tecnica (informatici, edili e impiantistici) saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale entro il 15 luglio 2019. Entro il 30 novembre 2019 sarà poi pubblicato il concorso per assistenti parlamentari. Il concorso per segretari parlamentari e per tecnici della fascia dei quadri intermedi sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro il 30 aprile 2020, mentre entro il 31 ottobre 2020 è previsto il bando per documentaristi e collaboratori tecnici. In questo modo, finalmente sarà attuato il tanto sospirato ricambio generazionale, fermo da oltre 15 anni, anche se, dall’altro lato, si creeranno inevitabili problematiche legate al reperimento delle risorse. Per maggiori informazioni ti rimandiamo alla lettura di questo articolo: Camera dei deputati, 300 assunzioni https://www.laleggepertutti.it/288163_camera-dei-deputati-300-assunzioni

  9. Buongiorno. IO dovrei preparare il mio curriculum ed una lettera di presentazione per candidarmi ad un’azienda che è in cerca di personale, ma non so proprio da dove cominciare. Avete dei suggerimenti o delle istruzioni su come preparare un curriculum vitae efficace che non venga cestinato subito o scartato perché incompleto e una lettera di presentazione che possa catturare l’interesse dei selezionatori? Grazie in anticipo a tutti voi della legge per tutti per il vostro lavoro sempre mirato all’informazione in aiuto del cittadino

    1. Buongiorno Fabiola e grazie mille. Innanzitutto, ti anticipiamo che è assolutamente sconsigliato impostare una lettera di presentazione standard da inviare, cambiando solo il nome del destinatario, a tutte le aziende alle quali si invia il proprio cv. I recruiter, che sono esperti e formati per selezionare il personale, capirebbero subito che quella lettera è uguale per tutti, è un format e non è stata scritta su misura per l’azienda alla quale viene inviata. Per questo è di fondamentale importanza differenziare di volta in volta la lettera di presentazione e non riproporre sempre la stessa. Questa fase è molto delicata in quanto solo pochissimi tra coloro che inviano la candidatura vengono, di solito, selezionati per un colloquio ed è quindi importante giocarsi al meglio questa carta. Per scoprire come scrivere una lettera di presentazione, le indicazioni da seguire e i consigli più importanti per le candidature di lavoro, leggi il nostro articolo:
      -Come scrivere una lettera di presentazione https://www.laleggepertutti.it/236525_come-scrivere-una-lettera-di-presentazione
      Qui, invece, puoi trovare le tecniche per scrivere un curriculum vitae perfetto che possa essere accattivante e interessare un’azienda per un colloquio di lavoro https://www.laleggepertutti.it/143165_curriculum-vitae-trucchi-suggerimenti-e-fac-simile
      In bocca al lupo!

  10. Salve a tutti! Riguardo il concorso per insegnanti nelle scuole, il famoso Maxi concorso, sapere dirmi qualcosa? Sto cercando informazioni che riguardano le selezioni. Inoltre, c’è qualche news riguardo il Fit? Bisogna svolgere il Fit? E per i supplenti cosa è previsto? Grazie

    1. Buongiorno Rosa! Sono quasi 66mila i professori da assumere nelle scuole. Il tutto avverrà in due diversi concorsi. Il primo, che prevede 16.959 posti da assegnare, già definito e destinato a infanzia e primaria. Il secondo, ben più corposo del primo, da 48.536 posti, rivolto alle medie e alle superiori ed ancora da organizzare. Per il secondo concorso a cattedra per gli insegnanti nelle scuole secondarie, i candidati dovranno tuttavia aver conseguito 24 crediti formativi (Cfu) in materie antro-psico-pedagogiche. Addio quindi alle varie e costose abilitazioni del passato, variamente denominate negli anni, Ssis, Tfa, Pas. A chi è già abilitato, anche in altra classe di concorso, non saranno richiesti i 24 Cfu. I posti principali saranno in Lombardia, Piemonte e Veneto. Le classi di concorso più gettonate: matematica e scienze (A028), italiano, storia, geografia (A022), discipline letterarie alle superiori (A012) e sostegno. Il concorso prevede due scritti, che si superano con la votazione di sette decimi. Non ci saranno i quiz preselettivi. Quanto all’orale, ci sarà un colloquio in cui verranno valutate le conoscenze e le competenze nelle discipline facenti parti la classe di concorso e la lingua straniera, «almeno al livello B2». Superato il concorso, gli insegnanti dovranno svolgere un anno di formazione e prova. Al termine giungerà la conferma in ruolo e si dovrà rimanere nello stesso istituto per almeno altri quattro anni. E’ prevista una stabilizzazione per i precari di lungo corso (ossia i supplenti da oltre 36 mesi), tanto per ridurre i danni del Decreto Dignità che aveva cancellato il divieto – inserito dal precedente Governo – di reiterare i contratti degli insegnanti oltre 36 mesi. In pratica, se prima dell’agosto 2018, al 37° mese il supplente doveva essere per forza assunto, con la nuova legge del Governo Conte quest’obbligo è stato cancellato. Una sorta di precariato a vita. A questi è garantita una quota di riserva del 10% dei posti indetti a concorso. Le novità non finiscono qui perché le graduatorie saranno regionali e non bisognerà più svolgere il triennio di “praticantato” (il cosiddetto «Fit», che va definitivamente in soffitta). Per altre informazioni, leggi Maxi concorso per insegnanti nelle scuole https://www.laleggepertutti.it/281703_maxi-concorso-per-insegnati-nelle-scuole

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA