Diritto e Fisco | Articoli

Diritto al panorama: il risarcimento

26 Aprile 2019 | Autore:
Diritto al panorama: il risarcimento

Cos’è il diritto al panorama? In quali casi sarebbe risarcibile tale diritto ed a quanto ammonterebbe il danno?

Vivi in uno splendido appartamento, da te acquistato a seguito di grandi sacrifici, ma del quale investimento sei stato assolutamente soddisfatto. Tra le tante caratteristiche del tuo immobile, c’era anche quella di un bel panorama: certo non si trattava del golfo di Napoli e nemmeno del Colosseo, tuttavia il paesaggio di cui potevi godere, oltre ad essere apprezzabile, rappresentava anche un motivo di pregio commerciale, che valorizzava il tuo appartamento. Ebbene, un bel giorno ti sei ritrovato con una costruzione nel fondo adiacente, che ha dato fine a tutto questo. In altri termini, questo nuovo fabbricato ha ostruito la tua vista, inevitabilmente ostacolando il descritto panorama e deprezzando anche il valore del tuo appartamento. Infatti, oltre al fastidio di aver perso il panorama, da informazioni assunte in giro, hai saputo che si tratterebbe di una sensibile diminuzione patrimoniale, la quale potrebbe essere oggetto di un adeguato indennizzo. Ed allora, di fronte a questa situazione vorresti reagire per vederti riconosciuto il diritto al panorama, ma soprattutto per avere il conseguenziale risarcimento per il danno subito. Pertanto, le domande che ti poni sono le seguenti: in un caso come questo, ho diritto al panorama? Se dovesse essere danneggiato il diritto al panorama: il risarcimento può essere richiesto? Se il mio panorama è stato ostruito da una costruzione in piena regola con gli strumenti urbanistici, ho comunque diritto al risarcimento?

Diritto al panorama: cos’è?

In un caso come quello in esame, la prima domanda alla quale devi trovare risposta è sicuramente la seguente: cos’è il diritto al panorama? Esiste un diritto di questo tipo e, in caso affermativo, quali sarebbero le sue caratteristiche? Ebbene, come spesso avviene in questi casi, visto che la legge non riconosce e codifica esplicitamente il diritto al panorama, ci ha pensato la giurisprudenza a chiarire questo concetto.

In particolare, è assai famosa quella decisione, ormai risalente, della Suprema Corte di Cassazione [1], secondo la quale il diritto al panorama è rappresentato dalla particolare piacevolezza di un fondo, in virtù del conseguente paesaggio di cui i proprietari del medesimo possono godere. Ebbene, rispetto a questa situazione prosegue la Suprema Corte, se questo particolare diritto dovesse essere leso ingiustamente da nuove costruzioni elevate sul fondo adiacente, il titolare del descritto diritto al panorama avrebbe la possibilità di chiedere ed ottenere il risarcimento del danno subìto.

Chiarito, quindi, quest’aspetto, è necessario rispondere alle seguenti domande: in quali circostanze una nuova costruzione lede ingiustamente il diritto al panorama, determinando l’obbligo risarcitorio? A quanto ammonterebbe e, quindi, come dovrebbe essere determinato il risarcimento del danno?

Diritto al panorama: quando c’è risarcimento?

Appurato che potresti essere titolare di un diritto al panorama, se il tuo immobile gode di una vista apprezzabile e piacevole, e che questo tuo diritto potrebbe essere frustrato da una nuova costruzione elevata sul fondo adiacente ed in grado di ostacolare questa tua facoltà, occorre chiarire se, in tutti i casi o meno, il conseguenziale risarcimento sarebbe ottenibile in sede legale. Ebbene, secondo la giurisprudenza corrente, questo indennizzo non può essere riconosciuto in tutti i casi, ma soltanto nell’ipotesi in cui la nuova costruzione sia stata eretta in violazione rispetto agli strumenti urbanistici oppure in contrasto con quanto afferma la legge in materia di distanza, luci e vedute.

In altri termini, così come sostenuto da una recente sentenza del tribunale di Roma [2], il panorama, che aumenta il pregio ed anche il valore commerciale di un immobile, può essere ridimensionato o persino escluso del tutto da una nuova costruzione, se questa è stata realizzata in totale conformità con quanto la legge prevede, sia in materia civile che amministrativa.

Il richiamato tribunale, nel citare la sentenza della Cassazione indicata in precedenza, precisa che, in un caso come questo, la diminuzione patrimoniale subita dal titolare del diritto al panorama, non sarebbe identificabile come danno ingiusto e risarcibile ai sensi di legge [3], visto che la nuova costruzione è stata edificata nell’esercizio di un proprio diritto.

Pertanto, se qualcuno realizza una costruzione in piena legittimità, non ha alcuna responsabilità nei confronti del vicino, anche se nel farlo ha leso il panorama di cui questi poteva godere in precedenza.

In conclusione, quindi, secondo la citata giurisprudenza, il diritto al panorama sarebbe oggetto di risarcimento solo in presenza di una costruzione abusiva o parzialmente tale: ma in che misura e termini?

Diritto al panorama: a quanto ammonta il risarcimento?

Leggendo il paragrafo precedente, hai compreso che il risarcimento del tuo diritto al panorama, ostacolato da una nuova costruzione, sarebbe possibile a condizione che la stessa sia abusiva.

Resta da chiarire a quanto eventualmente ammonterebbe questo danno. A questo proposito, la stessa giurisprudenza [4] ha chiarito che questo sarebbe identificabile con la differenza fra il valore del tuo immobile prima di subire il deprezzamento, a seguito della realizzazione abusiva di una costruzione nel fondo adiacente, e il valore attuale del tuo bene, dopo aver subito quanto detto.


note

[1] Cass. civ. sent. n. 3679/1996

[2] Trib. di Roma sent. del 31.08.2018.

[3] Art. 2043 cod. civ.

[4] Cons. di Stato sent. n. 362/2015


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube