HOME Articoli

Lo sai che? Condanna penale per la madre che viola il diritto di visita e non dimostra il categorico rifiuto del minore

Lo sai che? Pubblicato il 18 aprile 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 18 aprile 2013

Necessaria la prova con i testimoni per dimostrare il rifiuto del minore a vedere il papà.

La madre affidataria del minore che abbia violato il diritto di visita dell’altro genitore rischia una condanna penale, salvo dimostri in giudizio che l’incontro col papà è saltato per via di un categorico rifiuto del minore.

Tale rifiuto va provato concretamente davanti al giudice (eventualmente con testimoni); non bastano dunque generiche affermazioni del genitore. È quanto stabilito dalla Cassazione in una sentenza uscita ieri [1].

La sentenza stabilisce dunque un ferreo rigore nel diritto di visita di entrambi i genitori: diritto che non può essere eluso con semplici scuse, come quella – spesso ricorrente – dell’ostruzionismo del minore, se non adeguatamente supportata da prove testimoniali.

note

[1] Cass. sent. n. 17594 del 17.04.2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI